Home » Slalom » 1° SLALOM CITTÀ DI MONTALBANO ELICONA: OGGI LE VERIFICHE TECNICHE

1° SLALOM CITTÀ DI MONTALBANO ELICONA: OGGI LE VERIFICHE TECNICHE

Favori del pronostico tutti per il palermitano Fabrizio Minì (Radical Prosport Kawasaki). Tra gli outsider spiccano l’esperto trapanese Nicolò Incammisa (Radical SR4 Suzuki) ed il messinese Francesco Schillace, alla sua seconda gara sulla nuova Elia Avrio ST10 Suzuki. Ambizioni da podio, invece, per gli altri due peloritani Salvatore Bellini e Salvatore Giunta (entrambi su Fiat 126 Suzuki), per l’agrigentino Giuseppe Bellomo (Radical Prosport Kawasaki), per il nisseno Maurizio Anzalone (Renault Clio RsK). Assente dell’ultima ora è il già annunciato catanese Mimmo Polizzi vincitore delle due precedenti prove del Challenge. La gara promossa dal Team Palikè Palermo in sinergia con l’associazione A.G.S. Santa Maria di Montalbano Elicona. Sono due le manche in programma, ricavate tra la rigogliosa vegetazione che circonda la strada provinciale 119 Braidi-Santa Maria, su un tracciato pari a 2,990 km

Montalbano Elicona, 21 luglio – Giornata dedicata tutta alle rituali verifiche tecnico-sportive, quella odierna, per i 69 piloti e per i rispettivi bolidi di gara iscritti al 1° Slalom Città di Montalbano Elicona, kermesse al debutto nel panorama automobilistico siciliano quale terza tappa stagionale per lo Challenge Palikè 2012 (ma con visibilità ovvia nel calendario agonistico varato da Aci Csai), dopo le due precedenti prove già disputate a Serradifalco ed a Castelbuono, quindici giorni addietro. Lo slalom, al quale è abbinato il Trofeo Santa Maria (che prende il nome dalla frazione sede della kermesse), godrà dell’ospitalità offerta dalla piccola cittadina montana del Messinese, inserita nell’elenco dei 90 Borghi medievali più belli d’Italia, esclusiva associazione di piccoli centri italiani che si distinguono per il grande interesse artistico, culturale e storico, per l’armonia del tessuto urbano, la vivibilità ed i servizi offerti ai cittadini. Il tutto, incastonato in uno scenario d’incomparabile bellezza paesaggistica, ricco di acqua sorgiva e minerale.

Le citate “punzonature” vedranno impegnati interessati ed addetti ai lavori oggi pomeriggio, sabato 21 luglio, dalle 15 alle 20.15, nei locali del Caffè Bar Montalbano e nel centralissimo corso Principe Umberto, non lontano dal Municipio,  “salotto buono” di Montalbano Elicona.

Di indubbio fascino è il tracciato prescelto per ospitare il 1° Slalom Città di Montalbano Elicona, immerso nella lussureggiante vegetazione del luogo. La competizione automobilistica sarà ospite domani, domenica 22 luglio, su un tratto della strada provinciale 119 “Braidi-Santa Maria” della provincia di Messina, per una lunghezza pari a 2,990 km. Lo “start” è localizzato all’altezza delle frazioni Braidi e Due Monti, che si ergono a circa quattro km dal centro di Montalbano Elicona, dal km 15+200 (saranno altresì interessate dal percorso le contrade Pinnata, Santo Stefano e Santa Maria), mentre l’arrivo è individuato nei pressi di via Portella, nel “cuore” della frazione di Santa Maria (a sua volta localizzata a poche centinaia di metri dal corpo principale del paese), in questo caso al km 18+200.

I motori inizieranno ufficialmente a rombare domani mattina, domenica 22 luglio, con inizio alle ore 9. Saranno due le manches cronometrate, come da regolamento, con la supervisione del direttore di gara, l’ennese Lucio Bonasera. La competizione sarà anticipata dalla ricognizione ufficiale riservata a tutti i concorrenti sul percorso, chiuso tassativamente al transito veicolare a partire dalle ore 7, sempre di domani. Tredici, complessivamente, le postazioni di rallentamento per i piloti, con altrettante serie di birilli. La premiazione, gestita dal Team Palikè e dall’A.G.S. Santa Maria, si terrà intorno alle 15.30 (comunque subito dopo l’apertura del parco chiuso), in piazza Santa Maria in Collis, nel “cuore” della frazione di Santa Maria adiacente al paese di Montalbano Elicona.

I favori del pronostico convergono questa volta tutti sul veloce palermitano Fabrizio Minì, una vittoria riposta in archivio quest’anno, il quale proverà ad iscrivere per la prima volta il suo nome nell’albo d’oro della gara ospite sui Nebrodi al volante della sua Radical Prosport Kawasaki ‘griffata’ Catania Corse, la stessa biposto con la quale ha colto una meritata piazza d’onore quindici giorni addietro a Castelbuono. Il pilota di Marineo ha pertanto la ghiotta opportunità di avvicinarsi alla vetta provvisoria della classifica dello Challenge Palikè 012, approfittando dell’assenza dell’ultima ora del forte catanese Mimmo Polizzi, già vincitore assoluto delle due precedenti prove della serie isolana ed annunciato nei giorni scorsi, qui a Montalbano Elicona, almeno secondo “radio box”. Tra gli outsider spiccano l’esperto trapanese Nicolò Incammisa (di Custonaci), questa volta al volante di una Radical SR4 Suzuki, anch’essa schierata dalla Catania Corse ed il messinese Francesco Schillace, a sua volta alla ricerca del miglior feeling con la nuovissima Elia Avrio ST10 Suzuki con i colori della Tm Racing Messina, con la quale ha esordito due domeniche fa a Castelbuono.

Ambizioni da podio, invece, per gli altri due peloritani Salvatore Bellini (di Montagnareale), su Fiat 126 Suzuki e Salvatore Giunta, anch’egli alla guida di una velocissima Fiat 126 Suzuki (ma in versione Max), per l’agrigentino Giuseppe Bellomo (Radical Prosport Kawasaki) e per lo specialista nisseno (residente a San Cataldo) Maurizio Anzalone, alla guida della sua fedele Renault Clio Rs K del Motor Team Nisseno.

A curare con la consueta estrema meticolosità i dettagli organizzativi della gara sarà il Team Palikè Palermo, con al timone Annamaria Lanzarone, Nicola e Dario Cirrito staff che si avvale in quest’occasione della collaborazione tecnica e logistica assicurata sul territorio dalla locale associazione A.G.S. Santa Maria coordinata dal presidente Franco Coppola, che ha voluto fortemente l’attribuzione del citato Trofeo Santa Maria da attribuire al termine della corsa. Indispensabile anche il patrocinio offerto dal Comune di Montalbano Elicona rappresentato dal neo sindaco Filippo Taranto, il quale ha creduto subito nelle enormi potenzialità turistiche e promozionali garantite al paese nebroideo dallo slalom.

Dopo due prove già disputate è intanto il palermitano Giovanni Grisanti a comandare la classifica provvisoria tra le Storiche, su A112 Abarth, con 12 punti. Il catanese Giuseppe Russo (Peugeot 106 Gti 16v) è invece in vetta al gruppo N, con 12 punti, mentre l’altro etneo Giuseppe Faro (su Fiat Cinquecento Sporting) comanda in gruppo A, con 24 punti al suo attivo. Il ragusano Salvatore Licitra è da parte sua il nuovo leader per il gruppo FA con 18 punti, su Renault Clio Williams, imitato dal nisseno (di Serradifalco) Marcello Palermo, meglio piazzato di tutti in gruppo FN, con 18 punti, su Peugeot 205 Rallye. Due i piloti attualmente al comando in gruppo Speciale, tutti a 19 punti, ossia il messinese Paolo Malvaso (Fiat 127 Sport) ed il catanese Pietro La Rosa (Fiat Cinquecento Kit), mentre lo specialista nisseno (di San Cataldo) Maurizio Anzalone (su Renault Clio Rs K) continua a guidare senza assilli il gruppo GTI, con 21 punti. Tra gli altri leader, ‘binomio’ in vetta al gruppo Prototipi, con i due palermitani Filippo Cerniglia (di Misilmeri) e Mimmo Faso (originario di Caltavuturo), entrambi appaiati a quota 14 punti, su Fiat 126 Suzuki, mentre il già citato catanese Mimmo Polizzi (Elia Avrio, 24 punti), è capofila indisturbato anche nel gruppo Sport Prototipi. Il trapanese (di Alcamo) Dino Blunda (Predator’s PC008 Suzuki e Speads RM8 Suzuki 1.0) comanda infine nel gruppo Formula, con 18 punti.

I numerosi appassionati siciliani che si prevede “invaderanno” pacificamente Montalbano Elicona in occasione della gara avranno l’opportunità, tra le altre cose, di visitare il bellissimo castello Svevo Aragonese di Federico II d’Aragona, che domina incontrastato sul paese nebroideo, ma anche di assaggiare i prodotti tipici del luogo, tra i quali la ricotta salata o “infornata”, i salumi, i formaggi e le provole dei Nebrodi, queste ultime un autentico capolavoro dell’arte casearia del posto. Tra gli altre specialità, svettano i dolci a base di nocciole ed i biscotti “a’ ciminu”, unici in Sicilia, preparati con i semi di anice e pertanto dal sapore forte ed inimitabile. Deliziosi anche i legumi locali (soprattutto fave e ceci) e l’olio extravergine di oliva del luogo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

PILOTI PER PASSIONE: CIVM E CIS NEL 2020

Nello slalom tricolore di Melfi allo start Antonino Branca, Agostino Fallara e Gaetano Rechichi. Domenico ...