Home » Salita » Merli in gara sui tornanti del Bondone con la Radical 1600

Merli in gara sui tornanti del Bondone con la Radical 1600

Da 42 anni, un trentino non sale sul gradino più alto del podio alla Trento – Bondone. Nel 1970, Antonio Zadra vinse la gara con la Fiat Abarth in 11’43”47 alla media di 88,541 chilometri orari. Christian Merli, ha sfiorato la vittoria nel 2009, quando, al volante della monoposto Lola 3000 del Team Tschager Motorsport si classificò secondo assoluto alle spalle di Baldi per 1”5.

Il racconto di Christian

“Brucia ancora. Al Norge, m’è rimasta in mano la leva del cambio, che ho scaraventato fuori dalla macchina. Ho proseguito cambiando le marce spostando con le dita un moncherino alto un centimetro e mezzo”.

La delusione fù enorme, ma riuscì a sorridere quando un tifoso gli mise il mano il pezzo della cloche che aveva buttato fuori dalla vettura. Merli è fatto così. Occhi sorridenti, disponibile, gentile, positivo. Soprattutto con una passione sfrenata per le corse. Sia kart, pista, rally o salite. Lavora come un forsennato durante la settimana per poi sobbarcarsi, assieme alla compagna Cinzia, interminabili trasferte. Nel 2005, partecipò al campionato Europeo. “Cinzia ed io girammo l’Europa con il furgone, dove era caricata la nostra sport. Dormivamo nel furgone ed effettuavo le ricognizioni con il quad. Cinzia m’aiutava in tutto e per tutto”.

Ricomincia nel 2003

“Ero fermo da cinque anni per problemi di budget e m’iscrissi al Bondone con la Clio Maxi. Vettura mai guidata. Quell’anno vinse Irlando con Roberto Biasioli 5° al volante della Breda BMW, mentre Giorgio De Tisi, con la Peugeot 206 WRC si classificò 11°. Conquistai il 12° posto ed il record della pista tra le A 2000”. L’anno seguente, con la Lucchini 2500 si classifica 5° assoluto e primo dei trentini. Identico risultato nel 2005 con l’Osella 2000. “Partecipavo all’Europeo con una sport tre litri, ma non era disponibile per la corsa trentina. Esordio, quindi, con la duemila. Primo tra i piloti di casa e sempre nella top ten”. L’anno dopo si ruppe un semiasse in partenza, mentre nel 2007, con il dominio di Lionel Regal, Merli si classifica 7° con l’Osella PA 21s. E’ secondo nel 2008, alle spalle sempre di Regal con la Lola 3000, mentre la stagione seguente lo vede 2° sfortunato protagonista a causa della rottura della leva del cambio. Non gareggia nel 2010. La Picchio non era ancora pronta per affrontare una gara così impegnativa.

L’impresa nel 2011

Semplicemente fantastica. Nel test pre gara si rompe il turbo della Picchio. Il pezzo non può arrivare in tempo dall’Inghilterra. Cerca come un indemoniato una soluzione che arriva al mattino del sabato. Una piccola Radical 1600 con motore Suzuki 1500 di derivazione motociclistica. Era un muletto con un peso maggiore del previsto recuperato nella notte ad Imola. “Tutto improvvisato, grazie alla disponibilità dell’Autosport Sorrento. Vettura costruita per limitare i costi, dove la tecnologia è limitata. Agile, ma non bisogna scendere sotto i settemila giri, altrimenti s’affloscia. Gara fantastica. Quarti assoluti, anzi terzi tra gli iscritti del Civm”.

Un pronostico 2012

“In Picchio hanno deciso di partecipare solo a qualche gara. Quindi, mi sono rivolto all’Autosport Sorrento dove hanno allestito la vettura in dieci giorni. Ad oggi, ci siamo abituati bene. Sempre buoni risultati con la Radical. Fino allo Spino eravamo in testa al campionato. Poi, il binomio Faggioli/Osella ci ha superati per due punti, mentre siamo al comando tra le E2B. Insomma, con una millesei ci siamo messi alle spalle vetture ben più potenti. Visto l’elenco partenti, m’auguro d’entrare nei primi dieci. Tutto quello che arriva in più lo considero un omaggio”.

La cronoscalata

Venerdì in Piazza Dante, verifiche dalle 13 alle 19,30. Sabato partenza della prima manche di prove alle 9, mentre domenica la competizione inizia alle 11. Il tracciato di gara sarà chiuso al traffico, per le prove, alle 7,30, mentre per la gara di domenica alle 9,30.

Il concorso fotografico

Visitando il sito della scuderia (http://www.scuderiatrentina.it) sarà possibile scaricare il regolamento del concorso fotografico «Trento – Bondone, una montagna di emozioni». In palio soggiorni in Bondone ed altri fantastici premi.

Il record

Simone Faggioli è detentore del record. Lo scorso anno con l’Osella PA30 Zytek fermò il crono a 9’23”19 alla media oraria di 110,600 chilometri orari.

Classifica assoluta CIVM
1. Faggioli 48; 2. Merli 46; 3. Magliona 36; 4. Cassibba S. 19,5; 5. Iaquinta 18,5.

Classifica Gruppo E2B
1. Merli punti 60; 2. V. Conticelli 30; 3. M. Fattorini 29.

Maurizio Frassoni

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

Premiati i Campioni dell’Automobilismo Aci al Monza Eni Circuit

Volante d’Oro per l’iridato GT Pierguidi, argento per il mondiale kart De Conto e bronzo ...

Send this to friend