Home » Salita » Il weekend della Scuderia Vesuvio

Il weekend della Scuderia Vesuvio

Rosario Iaquinta (Scuderia Vesuvio (Osella PA 21S Evo Honda # 31)Napoli – È stato un weekend intenso quello del 29 e 30 giugno per la Scuderia Vesuvio. La compagine partenopea è stata protagonista su più campi di gara, dalle cronoscalate alla pista, avendo suoi portacolori impegnati alla 52^ Coppa Paolino Teodori, alla 6^ Monte Erice Storica e alla tappa monzese del Campionato Asso Minicar.

Nella gara disputata ad Ascoli valida per il Campionato Italiano ed Europeo della Montagna,  la Scuderia Vesuvio, grazie ai suoi piloti, ha conquistato il 4° posto nella classifica riservata alle scuderie.

E’ stata una gara con qualche difficoltà sin dal sabato per Rosario Iaquinta, che ancora non riesce a tirare fuori tutto il potenziale dalla sua Osella PA21 Evo in Classe CN 2.0, ed si è dovuto accontentare del 12° posto assoluto nella Classifica CIVM,  e della seconda piazza sia di gruppo che di classe, alle spalle di Francesco Conticelli.

Altra buona prova, ma dal sapore amaro per Antonio Vivone, che come a Fasano non riesce a trionfare in N-1600 per pochi decimi, a causa anche di un errore nella prima manche di gara.

Nonostante una seconda manche all’attacco, non è riuscito ad andare oltre alla 3^ piazza di classe, sopravanzato per quattro decimi da Cosimo Rea e per sette da Antonio Scappa.

Trasferta difficile anche per Piero Nappi e la sua Ferrari 550, che alle prese con un tracciato poco congeniale alle caratteristiche della vettura e con dei problemi per alcuni nuovi componenti sulla stessa, si è  piazzato al 24° posto assoluto, 2° di classe e 3° di gruppo ed ha visto conquistare il gruppo E1 Italia da Marco Gramenzi.

In Sicilia, la 6^ Monte Erice Storica, la corsa trapanese quarta prova del Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche, ha visto trionfare Totò Riolo su Osella PA 9/90 BMW, su Di Fulvio e il palermitano Fiippone.

Per la Scuderia Vesuvio sono state tutte positive le prestazioni dei propri portacolori.

Francesco Avitabile, a bordo della bellissima e performante BMW 320 3.0, ha chiuso al 1° posto nella classe TC 2000 ed al 13° del 3° Raggruppamento (auto 1977-81).

Cosimo Turizio e Riccardo Carafa hanno chiuso rispettivamente al 6° ed al 14° posto nel 1° Raggruppamento.

Turizio ha poi vinto nella classe F – T/TC1300 mentre Carafa ha fatto sua la classe E -GT/GTS 1300.

I due piloti napoletani hanno fatto conquistare alla Scuderia Vesuvio anche la seconda piazza tra le scuderie del 1° Raggruppamento.

All’Autodromo Nazionale di Monza si è svolta la nuova tappa del Campionato Asso Minicar.

La gara è stata una sfida massacrante per le piccole bicilindriche di casa Fiat, infatti al traguardo sono giunte solo due vetture.

A vincere è stato Vito Flavio Licciulli (Minicar 700), che ha sopravanzato all’arrivo Raguzzi (Vintage).

Tanta sfortuna per i piloti Scuderia Vesuvio  nella difficile tappa monzese.

Sebastiano Mascolo (Vintage), autore di ottime qualifiche che lo vedevano davanti a vetture più performanti, così come Domenico Maione (Minicar 700) sono stati costretti al ritiro, come gran parte dei partecipanti, dopo pochi km a causa di problemi meccanici.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

CONSEGNATI I RICONOSCIMENTI AI QUATTRO PILOTI DELLA SPEED MOTOR PROTAGONISTI NEL TIVM 2017

Sabato all’insegna della ribalta, quello passato, per i quattro piloti della scuderia Speed Motor che ...

Send this to friend