Home » Salita » Weekend da incorniciare per la Scuderia Vesuvio

Weekend da incorniciare per la Scuderia Vesuvio

AGEROLA (NA) – Presente su molteplici campi di gara, il team campano è stato difeso nel migliore dei modi dai suoi validi alfieri, conquistando numerosi successi di classe.

Alla “56^ Cronoscalata Monte Erice”, prima prova del Campionato Italiano Velocità Montagna 2014, i portacolori Rosario Iaquinta, Piero Nappi e Francesco Avitabile hanno difeso alla grande i colori del team campano, raccogliendo successi e record.
Nella cronoscalata vinta da un Christian Merli a dir poco “alieno”, Rosario Iaquinta ha attaccato con tenacia ed esperienza il gruppo CN e lo ha vinto piazzandosi inoltre al sesto posto nella classifica assoluta. Iaquinta grazie alla performante Osella PA 21/S EVO curata dalla Catapano Corse, ha anche stabilito il record alla Monte Erice del gruppo CN.

Vittoria di classe e di gruppo E1 Italia per Piero Nappi, che a bordo della sua Ferrari 550 tornata alla livrea originale, ha risolto i problemi elettrici che lo hanno fermato in prova ed ha usato la sua esperienza nelle due gare per portare a casa il successo.

Sensazionale è stata anche l’affermazione assoluta tra le vetture storiche di Francesco Avitabile, che a bordo della prepotente BMW 320 TC 2.0 curata da Di Salvo e Riggio, ha sbaragliato la concorrenza facendo suo sia il raggruppamento che la classifica assoluta e portando la Scuderia Vesuvio a conquistare il terzo posto nella classifica riservata ai team.

La Scuderia Vesuvio è stata presente anche alla tappa sul Circuito di Vallelunga del Campionato Italiano Autostoriche con il duo Turizio, con papà Cosimo accompagnato da Francesco. I due driver napoletani si sono ben difesi con la piccola ma feroce Mini Morris 1.3, conquistando la vittoria di classe e il secondo posto di Gruppo 1.

Nella 2^ prova del Campionato Italiano Velocità Sperimentale in programma sul Circuito di Airola la Scuderia Vesuvio ha conquistato buoni risultati grazie alla vittoria in classe N1400 per Amodio Cozzolino su Peugeot 106 e alla seconda posizione in classe E2M 2000 per Giovanni Loffredo su Lola Dome.

Alla “18^ Lago Montefiascone”, seconda prova del Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche, altra vittoria di classe per la Scuderia Vesuvio grazie al gentleman driver Riccardo Carafa e alla sua fida Alfa Romeo Giulietta SV.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

CONSEGNATI I RICONOSCIMENTI AI QUATTRO PILOTI DELLA SPEED MOTOR PROTAGONISTI NEL TIVM 2017

Sabato all’insegna della ribalta, quello passato, per i quattro piloti della scuderia Speed Motor che ...

Send this to friend