Home » Slalom » SLALOM SORRENTO-SANT’AGATA: SPECIAL EVENT DEI BIRILLI

SLALOM SORRENTO-SANT’AGATA: SPECIAL EVENT DEI BIRILLI

Emozioni a limitatore per lo slalom sorrentino. L’AutoSport schiera il proprio stato maggiore di auto e piloti, ma saranno ben dieci le Radical SR4 allo start. Presente il gotha degli slalom nazionali, con Venanzio che difende lo scettro italiano e quello di gara 2013.


Come una finale mondiale di specialità. Lo slalom fra Sorrento e Sant’Agata, alza al limite termico la temperatura della passione di piloti e team di casa. L’AutoSport Sorrento, gioca al tavolo dei 4 km da start a finish, con la forza di un pokerissimo targato Radical SR4. Oltre alle 5 sport distribuite ed assistite dalla factory campana però, saranno almeno altre 5 le barchette british a presentarsi alle fotocellule. Salvatore Venanzio, fresco Re Italiano degli Slalom, tenta il remake della vittoria 2013: niente come la gara fra le strade in cui è diventato prima adulto e poi campione, può dargli la giusta motivazione per affondare il colpo dopo aver centrato un bersaglio così grosso. L’alchimia trovata con la sua SR4-1600, è come criptonite per quei superman dei birilli da provare a battere ancora agli scacchi di Sant’Agata. L’AutoSport Sorrento, ha completato recentemente anche la seconda SR4-Evo: una andrà al suo collaudatore primordiale, Cataldo Esposito, detentore dei primi vagiti della nuova arma totale della factory di Sarno. Lo “Sceriffo” tenterà di lucidare l’ennesima stella al finish di Sant’Agata, dopo aver Foto Autosportsvezzato la creatura evoluta,alleggerita e potenziata, con degli eccellenti piazzamenti agostani. La gemella Evo da poco approntata, portatrice sana di una quota performance Top Level, andrà a Francesco Celentano, 18 anni  ed esperienza in pieno consolidamento. In ogni sua gara su strada, si distilla sempre qualche goccia in più del suo talento di base visto prima in pista: il fresco podio fra le Radical alla Ta Penellu, ne è testimone maximo. Pack evoluto ma carene convenzionali sulla SR4-1600 di Sebastiano Castellano, ancora umido dello spumante stappato per la vittoria di Veroli e il secondo posto scintillante di Malta: un re-start successivo ad un anno di stop, che migliore non sarebbe potuto essere. Re-start anche per Mario Gargiulo, che dopo un piazzamento nella Top Five nello slalom per lui di casa di Massa Lubrense, torna sulla sua SR4 da litro e sei per scarrellare una prestazione d’orgoglio ed esperienza. Due stagioni con pochi eventi per Gargiulo, ma un archivio dati e trofei alla guida, tale da renderlo sempre dangerouse per i rivali. Della compagnia anche Luigi De Martino, sulla SR4-1600 concessa da Shark per questo special event casalingo. Scendendo a quota 1300, Maurizio Pepe arriva da Potenza fresco del successo nel Salento Challenge Race: stare con i migliori della sua cilindrata, è il suo obiettivo dichiarato. Alla stessa quota di centimetri cubi,al via anche Massimiliano Abbamondi,  Antonio Paolino e Vincenzo Calace, reduci anche loro da podi e piazzamenti di livello fra i birilli e in salita, sempre in classe 1300 Gianluca Miccio punterà ai piani alti del podio. I piloti Radical, si guarderanno dritti negli occhi con vari specialisti della guida fra le postazioni, come i pluri-campioni Fabio Emanuele e Luigi Vinaccia, fra gli altri. Una sfida quella dello slalom fra Sorrento e Sant’Agata, che si preannuncia a fondo scala delle emozioni.

Francesco Romeo
As AutoSport Sorrento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

GLI SVILUPPI DELLA FACTORY SICILIANA, ALBA PROTOTIPI

A Ciminna, comune italiano di 3.731 abitanti della città metropolitana di Palermo in Sicilia si ...

Send this to friend