Home » Slalom » POLIZZI APPIEDATO DI LUSSO

POLIZZI APPIEDATO DI LUSSO

Il veloce driver di Adrano, incappa in noie impreviste nel programma di revisione del suo motore Suzuki. Dall’idea dell’impegno nel Tricolore Slalom, è passato oggi ai dubbi su data e livello del ritorno alle gare.

Grosso guaio ad Adrano. Il titolo mutato dal celebre film di John Carpenter del 1986, non esaspera neanche un pò la situazione in essere alle coordinate Gps di Mimmo Polizzi. Dove per guaio, si intende danno. Un motore affidato ad una manifattura esterna per una nichelatura idonea a poter ricevere nuovi pistoni bombati, è oggi vittima di una lavorazione che sin da subito ha mostrato tolleranze troppo larghe, tali da compromettere la funzionalità corretta del 4 in linea di Hamamatsu, che nelle intenzioni doveva essere solo un pò dopato, ma che nella realtà risulta oggi forzatamente accantonato. Una beffa per quell’inizio di stagione che incombe, senza che Polizzi possa correre. Una doppia beffa, perché questa operazione non andata a buon fine, è una di quelle non realizzabili in proprio, come da clichè del forte driver siciliano, che sposa da sempre per le proprie auto, con i fidi fratelli Calì, la filosofia del fatto in casa. Con i brillanti risultati conosciuti, che sinora avevano detto decisamente si.

Foto Vito Vitale

Foto Vito Vitale

Una tripla beffa, perché non è affatto facile reperire a breve un motore simile in buone condizioni, anche da montare provvisoriamente per affrontare quantomeno le prime gare dell’anno, sperando poi di avere tempo e fondi per preparare un propulsore performante come il precedente.

Le tinte fosche quindi, non aleggiano solo per la tempistica del ritorno alle corse di Mimmo Polizzi, ma anche per lo stato di forma del re-start nelle gare, che all’inizio molto probabilmente non lo vedranno tornare subito con un motore capace delle prestazioni del suo predecessore. Gli appassionati siciliani perdono un sicuro protagonista della sfida di Torregrotta, una gara storica che poteva essere il primo giro di volano della sua stagione tricolore e che invece lo vedrà mesto spettatore a bordo strada. Ad onor del vero, per Polizzi rischiava di naufragare comunque, il resto del programma nel Campionato Italiano Slalom: troppi i soldi necessari per l’impegno nella serie nazionale, troppo pochi quelli disponibili. E nessuno sponsor di rilievo sufficiente, comparso all’orizzonte. Il motivo insomma, resta sempre il solito.

Mimmo Polizzi (Elia Avrio ST09 Evo Suzuki)Il pensiero dell’oggi, è trasformarsi in motore di ricerca per reperire in pochi fogli di calendario un 4 cilindri Suzuki, almeno della stirpe K5, come quello che pare debba rendere l’anima.

Niente inizio anno col rullo di tamburi per uno degli slalomisti più forti di sempre, che ha come unica nota dal segno + nella sua situazione tecnica, l’alleggerimento della sua vettura di una decina di kg, grazie anche alla carene snellite fornita dalla Elia Corse, di cui ci siamo occupati nelle scorse settimane.

Francesco Romeo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

GLI SVILUPPI DELLA FACTORY SICILIANA, ALBA PROTOTIPI

A Ciminna, comune italiano di 3.731 abitanti della città metropolitana di Palermo in Sicilia si ...

Send this to friend