Home » Salita » Buona la 59^ Monte Erice per la Festina Lente

Buona la 59^ Monte Erice per la Festina Lente

Con Blunda in top ten e diversi piazzamenti di classe la scuderia palermitana trae un buon bilancio dal 10° round di Campionato Italiano Velocità Montagna e guarda già alla 63^ Coppa Nissena.

Soddisfazione nella sede dell’Associazione Culturale Festina lente per le ottime prestazioni dei suoi piloti. “Immensa la prestazione del nostro Dino Blunda – dichiara il Presidente Rosario Lo Cicero Madè – il quale con la sua Speed RM 08 motorizzata Suzuki è arrivato a ridosso dei grandi, centrando la vittoria nella classe E2SS3 ed il decimo posto assoluto nella classifica generale. Bravo anche il rientrante Rocco Aiuto – dichiara ancora Rosario – vero idolo degli sportivi trapanesi, il quale, al volante della spettacolare Radical SR4 Suzuki, messagli a disposizione dall’Autosport Sorrento, è andato fortissimo nelle prove del sabato ed altrettanto forte nelle due manches di gara. Purtroppo, il nostro esperto pilota, nella prima manche di gara, ha commesso una sbavatura che gli è valso un testacoda. Ad Erice – dice ancora Lo Cicero Madè – la classifica viene stilata per somma dei tempi, altrimenti Rocco sarebbe entrato anche lui, così come Dino, tra i primi dieci classificati. Non è andato male – prosegue il Dirigente – anche Tony Mazzola, terzo al traguardo con la Peugeot 306, iscritta in classe A6, anche se l’ho visto perplesso e non soddisfatto del risultato. Spettacolare la prestazione di Ignazio Amato – dice ancora il Presidente – vincitore della classe RS Plus 2.0 con la bella Renault Clio Cup curata da Ponino Ciacio. Bene, tutto sommato ed in rapporto al mezzo in fretta e furia allestito, anche Nuccio Camardella che ha colto un buon secondo posto nella classe Prodrive Serie 2.0 ed un terzo posto nel Gruppo, con la BMW 320i. Infine, se mi è consentito – conclude Rosario Lo Cicero Madè – ero anch’io in gara ed avendo avuto problemi di accensione nella seconda manche, intendo ringraziare l’amico di sempre Nino Lumetta e con lui un gruppo di ragazzi, tutti amici del mio avversario Giovanni Sabato, i quali mi hanno consentito di partire a spinta e standomi accanto sino allo start. Per me e la mia Peugeot, un terzo posto in classe RS 1.4 che mi soddisfa, anche se so che devo migliorare e far progredire tecnicamente la vettura”.

 Una nota di merito va anche ai piloti iscritti tra le storiche, da Francesco Fontana a Pierluigi Fullone, i quali hanno regalato al Sodalizio monrealese la vittoria nel 1° Raggruppamento e poi a Pippo Savoca che con la poderosa BMW 635 CSI, si è matematicamente laureato Campione Siciliano. Bene anche Gino Rigogliuso che ha portato al debutto la Fiat X1/9 preparata da Ciro Barbaccia, mentre le dolenti note vengono da Ignazio Fundarò, appiedato da un guasto alla sua Golf GTI e da Pietro Amorello, anche lui appiedato dalla Fiat 600.

L’Associazione Culturale Festina lente, si prepara adesso per la 63^ edizione della Coppa Nissena “avremo in gara Dino Blunda e Ignazio Amato, tra le moderne – dice Rosario Lo Cicero Madè – e Gino Rigogliuso con Giuseppe Ferrara Sardo tra le storiche”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

44^ Alpe del Nevegal: Appuntamento inaugurale della stagione 2018

Come ricorda il sito internet di ACISPORT dedicato al Campionato italiano velocità montagna, mancano poco ...

Send this to friend