Home » Pista » Fabrizio Giovanardi torna in pista con Alessandro Thellung nella tappa di Vallelunga del TCR Italy

Fabrizio Giovanardi torna in pista con Alessandro Thellung nella tappa di Vallelunga del TCR Italy

Il mitico “Piedone”, amatissimo asso della categoria, torna al volante dividendosi con il giovane pilota romano sulla Leon in versione Dsg della BF Motorsport. Ed alla prima presa di contatto con la vettura ha già abbassato la pole 2016 di Colciago.

È un sogno per tantissimi appassionati.

Non solo quelli che hanno vissuto gli anni ’90 ed i primi anni 2000 del Superturismo, prima e del Turismo internazionale poi.

Ed il sogno è destinato ad avverarsi perché Fabrizio Giovanardi, uno dei fuoriclasse più amati della categoria, torna in pista e lo farà nel TCR Italy in occasione della sesta e penultima tappa stagionale di scena a Vallelunga nel weekend del 24 settembre prossimo.

“Piedone” dividerà le due gare sulla Seat Leon della BF Motorsport con Alessandro Thellung.

“Quando decido di indossare il casco lo faccio per correre – ci ha tenuto subito a precisare il pilota modenese, detentore di un palmares dove spiccano un mondiale Karting e tre titoli Italiani e quattro continentali nel Turismo – Un amico mi ha convinto ed eccomi qua, ma ho accettato solo dopo aver provato la vettura ed aver visto che avrei potuto dire ancora la mia”.

E la prova, svolta la scorsa settimana sulla stessa pista romana, ha decretato un tempo (1’43.319) migliore della stessa pole position (1’43.901 – gara 1; 1’43.360 – gara 2) siglate lo scorso anno dal poi Campione Italiano Roberto Colciago e dalla Honda.

“Sai, con asfalto nuovo, quando sei da solo, non è poi così difficile fare il tempo giusto – ha commentato dopo la giornata di test corsa montando solo gomme già usate – Poi quando sei in mezzo a tutti gli altri resta tutto da vedere. Comunque sono rimasto ben impressionato anche dalla vettura. La Leon è una macchina molto sincera. La potenza è anche superiore alle Superturismo e Super2000 dei miei, ma ha più telaio. Il cambio di serie Dsg non può assecondare le staccate più violente e ci devi fare abitudine mentale, ma per il resto è appagante”.

Al settimo cielo Alessandro Thellung non vede l’ora di alternarsi alla guida con quel campione che ha imparato a conoscere attraverso le imprese memorabili, oggi tutte on-line e cliccatissime anche dai più giovani che non le hanno vissute in pista o nelle dirette TV dell’epoca.

“È una vera leggenda, ancora non posso credere che condivideremo la vettura – ha detto il 21enne pilota romano – cercherò di ‘rubare’ quanto più mestiere possibile da lui. È un’occasione incredibile per un giovane pilota lavorare a fianco di un pilota come Fabrizio”.

Grande soddisfazione anche per Imerio Brigliadori, team principal della BF Motorsport.

“È davvero un’esperienza emozionante – ha commentato – soprattutto per chi, come me, Giovanardi lo aveva seguito da appassionato e di certo non come pilota della propria squadra. Questo invece accadrà ed è davvero un sogno. Devo dire che il suo approccio professionale è un’occasione di arricchimento anche per noi. Il test è andato davvero bene ed i tempi che ha segnato dimostrano anche che siamo stati in grado di schierare una vettura competitiva. È un esempio preziosissimo anche per tutti i piloti, soprattutto i più giovani. Il suo passo dimostra che il pilota deve prima impegnarsi per dare il suo massimo e poi guardare a quale sia veramente la vettura migliore”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

Nel 2018 al via il 1° Trofeo P&G Racing – Fiat 500

Il 1° Trofeo P&G Racing – Fiat 500 è un monomarca che si svolgerà in ...

Send this to friend