Home » Slalom » IL 4° SLALOM PRINCIPE DI BELMONTE SI PRESENTA CON 137 ISCRITTI: UN RECORD

IL 4° SLALOM PRINCIPE DI BELMONTE SI PRESENTA CON 137 ISCRITTI: UN RECORD

ENTUSIASMO ALLE STELLE IN PAESE NELL’IMMINENZA DELLA KERMESSE AUTOMOBILISTICA VALIDA PER IL CAMPIONATO SICILIANO

Grandissima risposta, alla vigilia, da parte dei migliori specialisti siciliani e dell’Italia meridionale. Hanno aderito alla sfida tra i birilli nel Palermitano due campioni italiani Slalom 2017 (Bonavires e Poma), mentre il pronostico, incertissimo, riguarda per la vittoria assoluta piloti del calibro del due volte campione siciliano per la specialità e capofila nel Regionale 2017, Giuseppe Castiglione e del messinese Under 23 Emanuele Schillace (entrambi con la Radical SR4 Suzuki), questi intenzionato ad attaccare la leadership del trapanese. Tra le sedici vetture “Sport” non mancano le Radical degli altrettanto favoriti Giovanni Greco, Giuseppe Virgilio, Nicolò Incammisa, Michele Poma, Giuseppe Medica ed Antonio Lastrina nonché l’Alba di Pietro Raiti, le Gloria di Francesco Puleo, Massimo Gentile e Nino Di Matteo,la Formula Junior di Andrea Foderà e l’Osella con al volante Paolo Nicolosi. Lo slalom, che assegnerà punti ‘pesanti’ per lo Challenge Palikè 2017, è promosso dal Team Palikè Palermo, in sinergia con la locale Belmonte Racing. Domani le verifiche, nel plesso scolastico ‘Karol Wojtyla’, domenica, alle 9.00, la gara

Belmonte Mezzagno, 29 settembre – E’ letteralmente frantumata la soglia delle 137 iscrizioni nell’imminenza del 4° Slalom Principe di Belmonte, tra i record di un’intensa stagione dedicata ai motori. La sfida automobilistica di velocità ed abilità tra i birilli, in programma domani, sabato 30 settembre e domenica 1° ottobre, a Belmonte Mezzagno (cittadina ad una quindicina di chilometri da Palermo), rappresenta infatti la seconda gara dell’anno relativa alla specialità in Sicilia e forse nell’intero Sud Italia per numero di iscrizioni, dopo lo Slalom Torregrotta-Roccavaldina, valevole per il Campionato italiano, che nel maggio scorso, nel Messinese, andò in archivio con 146 adesioni.

Il 4° Slalom Principe di Belmonte, è organizzato dal Team Palikè Palermo, con al timone Annamaria Lanzarone, Nicola, Dario e Roberto Cirrito, in collaborazione con la locale associazione Belmonte Racing, presieduta da Gian Battista Buttacavoli, con il sostegno dei tanti piloti ed appassionati di motori del luogo. Il patrocinio è assicurato dal Comune di Belmonte Mezzagno.

La kermesse motoristica (la denominazione ufficiale rimanda ad un omaggio rivolto al fondatore della cittadina a vocazione agricola del Palermitano, Giuseppe Ventimiglia Principe di Belmonte, il quale la “battezzò” nel XVIII secolo) mantiene inalterata validità quale quindicesimo e penultimo appuntamento stagionale con l’apprezzato Campionato automobilistico Siciliano Slalom AciSport 2017, però è chiamato al tempo stesso a distribuire punti decisivi per le classifiche dello Challenge Palikè 2017, la serie concepita dal Team Palikè approdata all’ottava e penultima tappa, sulle nove iscritte a calendario.

Un “roster” di piloti di prim’ordine (con alcuni tra i migliori specialisti siciliani e dell’intera Italia meridionale) ed un parco vetture da corsa meritevole di ben altri palcoscenici faranno pertanto da cornice al 4° Slalom Principe di Belmonte. Basti pensare come, tra i tanti, abbiano raccolto l’ipotetico “guanto di sfida” due campioni italiani, appena laureatisi nell’Accademia degli Slalom tricolori 017. Si tratta dell’esperto agrigentino (di Sciacca) Ignazio Bonavires (già più volte vincitore nel Trofeo d’Italia Centro Sud), il quale si è aggiudicato domenica scorsa nello Slalom Città di Bolca, in Veneto, il titolo di neo campione italiano di gruppo N, su Peugeot 106 Gti 16v schierata dalla scuderia Armanno Corse Palermo, nonché del trapanese (di Erice) Michele Poma, il quale ha già riposto da qualche tempo in bacheca l’alloro di nuovo campione italiano nella speciale graduatoria riservata agli Under 23, su Ghipard Suzuki. Poma, anche lui alfiere della Armanno Corse, correrà al Principe di Belmonte con una Radical Prosport Suzuki.
Un terzo pilota, il trapanese Girolamo Ingardia (originario a sua volta di Mazara del Vallo), è in odore di vittoria tricolore nella classe P2 tra i Prototipi. Il portacolori della scuderia Trapani Corse testerà infatti proprio a Belmonte Mezzagno la sua Fiat Cinquecento Suzuki rivisitata dal punto di vista tecnico, prima di tentare l’assalto al titolo italiano di classe nell’ultima tappa stagionale, lo Slalom Monte Condrò, in calendario per il 15 ottobre a Serrastretta, nel Catanzarese.

Saranno sedici le vetture Sport schierate nelle diverse categorie, al 4° Slalom Principe di Belmonte. Il pronostico per la vittoria assoluta, incertissimo, “abbraccia” almeno cinque piloti, gli stessi ad aver vinto come minimo una gara, nel corso della stagione. Su tutti, spicca la presenza del due volte campione siciliano Slalom 2015 e 2016, il trapanese (di Buseto Palizzolo) Giuseppe Castiglione, attuale leader del Regionale della specialità con 228 punti e principale candidato ad un nuovo successo finale, il terzo in altrettanti anni. L’alfiere della scuderia Armanno Corse, già vincitore di sei slalom quest’anno, al volante della Radical SR4 Suzuki assemblata dalla Santoro Corse, dovrà presumibilmente guardarsi le spalle dagli attacchi portati in terra palermitana dal messinese, altro ‘figlio d’arte’, Emanuele Schillace, già vincitore a Belmonte Mezzagno 365 giorni addietro. L’Under 23 portacolori della scuderia Tm Racing Messina, aggiudicandosi al volante della sua Radical SR4 Suzuki il recente Slalom Città di Avola, nel Siracusano, ha riaperto, sulla carta, la lotta per la supremazia nella graduatoria provvisoria assoluta del Campionato automobilistico Siciliano AciSport, accorciando le distanze dalla vetta detenuta da Castiglione, fino ad issarsi a quota 198,15 punti.
Ma candidati al successo finale, nel 4° Slalom Principe di Belmonte, sono parimenti da considerarsi almeno altri tre piloti. Tra essi, il messinese (originario di Torregrotta) Giovanni Greco, sempre più a suo agio nell’abitacolo della Radical SR4 Suzuki iscritta dalla Armanno Corse, con la quale si è aggiudicato nella stagione gli Slalom di Monterosso Almo, nel Ragusano e Rocca Novara, nel Messinese, il trapanese (anche lui come Castiglione nato a Buseto Palizzolo e “figlio d’arte”) Giuseppe Virgilio, su Radical SR4 Suzuki “griffata” Tm Racing (con la quale ha vinto nel 2017 la Coppa Città di Partanna TP) e l’altro veterano trapanese (questa volta residente a Custonaci) Nicolò Incammisa, alla ricerca di una rivincita con un’ennesima Radical SR4 a motore Suzuki questa volta iscritta dalla Trapani Corse (alla guida della quale si è classificato al primo posto, sempre quest’anno, negli Slalom Città di Sant’Angelo Muxaro e Grotte, nell’Agrigentino).

A puntare concretamente ad un posto sul podio sono almeno altre tre Radical, le Prosport Suzuki affidate al già citato Michele Poma ed al ragusano (di Modica) Giuseppe Medica (già quarto assoluto a Sant’Angelo Muxaro), nonché l’ennesima SR4 Suzuki condotta dal siracusano (di Floridia) Antonio Lastrina, recente quarto assoluto ad Avola, slalom di casa, per i colori della Viemmecorse Motorsport. Riflettori puntati, altresì, sulla Formula Gloria C8F Suzuki del’agrigentino (di Sciacca) Nino Di Matteo, sulla Formula Gloria B5 Yamaha del marsalese Massimo Gentile (Trapani Corse), sulla Formula Gloria B4 Yamaha dell’altro saccense Francesco Puleo (Project Team), sul prototipo autocostruito Alba SPR02 Kawasaki del trapanese (di Buseto Palizzolo) Pietro Raiti, poi sulla Formula Junior Suzuki dell’altro marsalese Andrea Foderà (Trapani Corse), sulla biposto campana Barbone 001 Suzuki del palermitano (di Termini Imerese) Filippo Indovina (S.G.B. Rallye di San Piero Patti ME), sulla monoposto Ghipard Ghi008 Suzuki dell’ericino Salvatore Poma e sulla Osella PA 21S Evo Alfa Romeo affidata al catanese (originario di San Giovanni la Punta) Paolo Nicolosi, per la Puntese Corse.

A Belmonte Mezzagno sarà scontro pure tra le Scuderie, per la supremazia nel Campionato siciliano. Al culmine dello Slalom Città di Avola, la Tm Racing Messina, presieduta da Giovanni Vinci, ha consolidato la leadership in vetta al Regionale 2017, portandosi a quota 431,20 punti, contro i 360 punti a disposizione della Armanno Corse Palermo, presieduta da Gaetano Armanno, sodalizio campione regionale in carica tra gli Slalom, a due tappe dal termine.
Particolarmente nutrita ed agguerrita sarà la pattuglia di piloti locali, composta, tra gli altri, dalla brava e bella “lady” Enza Allotta, oramai sempre più in confidenza con la sua Fiat 126 Special dotata di cambio sequenziale, curata dal preparatore Giuseppe Alba e seguita dal papà Luigi Allotta, dall’Under 23 Gianfranco Barbaccia, ennesimo “figlio d’arte”, con la Fiat 126 curata in proprio e dall’altrettanto “navigato” Giovanni Buttacavoli, con la Fiat 127 Sport, tutti Armanno Corse.

Corpose novità riguardano il percorso di gara prescelto per ospitare il 4° Slalom Principe di Belmonte, allungato sino a lambire i 4 km di lunghezza complessiva (esattamente misura 3,950 km). La competizione automobilistica si disputerà pertanto lungo la strada provinciale 38 denominata “Belmonte Mezzagno-Santa Cristina Gela”, con start localizzato lungo la prosecuzione di via Alcide De Gasperi, proprio alle porte dell’abitato di Belmonte, dal km 9+600. L’arrivo è invece posizionato appunto 3,950 km più avanti, in prossimità del km 13+550, all’altezza dell’intersezione della strada provinciale 38 con le vie Santa Maria ed Emilia Romagna. Il tracciato rasenta pure il campo comunale “Janselmo Arena”. Sono complessivamente 17 le postazioni di rallentamento con i birilli per i concorrenti e le vetture.

Il 4° Slalom Principe di Belmonte entrerà nel vivo nel pomeriggio di domani, sabato 30 settembre, con le rituali verifiche sportive e tecniche, previste rispettivamente nei locali del plesso scolastico ‘Karol Wojtyla’, in via Papa Giovanni XXIII, nel centro abitato di Belmonte Mezzagno (dalle 15.00 alle 19.00) e nella via Papa Giovanni XXIII, negli spazi tra i numeri civici 159 e 168 (dalle 15.30 alle 19.30).

I motori delle vetture ammesse successivamente alla gara si accenderanno nel loro confronto con il cronometro domenica 1° ottobre, con la prima tra le tre manche competitive prevista alle 9.00. A dirigere la gara è chiamato il calabrese di Castrovillari Massimo Minasi, altra firma di qualità nello scacchiere delle corse automobilistiche organizzate dal Team Palikè. La premiazione per i concorrenti si terrà domenica 1° ottobre alle 16.30 (subito ad apertura del parco chiuso) nello splendido scenario di piazza Garibaldi, al cospetto della Matrice di Belmonte Mezzagno, dedicata al SS. Crocifisso.

Ufficio Stampa
Flavio Lipani

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

GLI SVILUPPI DELLA FACTORY SICILIANA, ALBA PROTOTIPI

A Ciminna, comune italiano di 3.731 abitanti della città metropolitana di Palermo in Sicilia si ...

Send this to friend