Home » Rally » Tutti pronti per il San Martino di Castrozza

Tutti pronti per il San Martino di Castrozza

In attesa dell’elenco iscritti ufficiale i protagonisti già confermati del 37.Rally San Martino di Castrozza dicono la loro sulla prossima gara, in programma questo weekend.

Dopo soli 15 giorni il Campionato Italiano WRC torna a correre sulle strade del San Martino di Castrozza. La gara organizzata dalla Scuderia San Martino Corse è valida oltre che per il tricolore WRC, per il Campionato Italiano Regionale Coeff.2 e i trofei Michelin Rally Cup e il Suzuki Rally Cup.Questi i commenti in vista di un altro emozionante capitolo del Campionato italiano WRC.

Stefano Albertini: “La notizia della mia partecipazione al san Martino è arrivata subito dopo essere sceso dal podio del Rally del Friuli. Sono molto contento di correre ed esserci, è una gara che mi piace molto che ho fatto nel 2009 e nel 2012. Ringrazio molto la Scuderia Mirabella Millemiglia il presidente luigi Zampaglione e tutti gli sponsor per la fiducia. Fino ad ora la stagione è andata straordinariamente, ma io e Danilo metteremo come sempre il massimo impegno anche se abbiamo già vinto il Campionato. Sappiamo che i nostri avversari sono molto agguerriti e hanno fatto più volte quindi non sarà sicuramente una gara semplice! Inoltre la principale variabile sulle strade del San Martino sarà il fattore meteo.”

Corrado Fontana: “Ho fatto la gara precedentemente solo nel 2012. C’erano solo due prove quelle di “Val Malene” e “Manghen” e le conosco. Da un paio di gare abbiamo trovato il set up giusto per gli pneumatici Pirellli e, quindi credo che in questa gara potrebbe andare bene. Però sono anche convinto che i valori in campo siano destinati ad essere quelli espressi nelle gare precedenti, ad esempio gli ultimi due podi. La mia speranza è quella sempre io di salire un po’.”

Paolo Porro: “E’ una gara bellissima dal contorno ambientale unico. Una gara che conosco bene e a cui certamente non voglio mancare. Anche qui come in Friuli correremo con la Fiesta Wrc della GP Racing. La macchina bellissima, ma dopo anni con la Focus, devo cucirmela addosso. Cercheremo di fare test in vista del rally ormai alle porte. Gli avversari sono sempre tanti e tutti molto veloci. Noi cercheremo di fare bella figura. Sono curioso di partecipare alla ps spettacolo cittadina tra le vie di San Martino. Sarà interessante vedere “

Simone Miele: “San Martino è un rally stupendo con prove bellissime che ho percorso lo scorso anno e nell’edizione 2014. Come tutta la stagione anche in questo 5 round tantissimi pretendenti alla vittoria. Sarà sulla carta difficile ripetere il risultato finale dello scorso anno ma speriamo di migliorare quanto meno nei distacchi dai primi.”

Marco Signor:  “Tenendo conto che in ottica Campionato non possiamo fare molto ci sarò comunque a San Martino per disputare la gara che mi piace sempre molto. Posso definirla la gara di casa ormai, visto che la conosco bene. Mi piace tutto di questo rally: le prove speciali, l’organizzazione della gara, la qualità della strada. Giovedì faremo dei test per perfezionare ancora di più il feeling con la Fiesta Wrc. Obiettivo poter vincere il Rally e San Martino per la quarta volta.”

Pedro: “Per San Martino ci sono due grandi novità. La prima è che cambio navigatore solo per questa gara correrò con Luca Beltrame, per impegni di Emanuele Baldaccini. La seconda è che corro con la Hyundai i20 New Generation della categoria R5. Ci siamo trovati benissimo con questa vettura al Rally di Lucca, quindi la partecipazione al Rallye di San Martino è soprattutto per abituarsi a questo telaio e poi a ottobre ci potrebbe essere una grande sorpresa…”

Efrem Bianco: “Senza dubbio a San Martino dovremo andare più forte del Rally del Friuli, dove abbiamo avuto qualche problema, senza nulla togliere alla velocità di Michelini. La mia intenzione sarà quella di dare il massimo, anche se a livello di Campionato io certamente posso amministrare rispetto a Rudy mentre lui dovrà trovare il risultato ottimale. I test li faremo giovedì pomeriggio per mettere a punto avere il quadro completo della macchina e senza margini di errore.”

Rudy Michelini: “Rimettersi il casco dopo soli 15 giorni dall’ultima apparizione del Friuli sotto l’aspetto sportivo è sicuramente positivo, poterlo fare in una gara dal grande fascino come San Martino di Castrozza lo è ancora di più.Sotto l’aspetto tecnico in questa gara tutto si può complicare e ribaltare nel giro di poco tempo, il meteo sicuramente è una variabile determinante ed avere la giusta intuizione su ciò che potrà accadere può facilitare la scelta, ci vuole anche tanta fortuna nella scelta vista la lunga distanza tra parco assistenza e prove speciali. Saremo al via con la Skoda Fabia R5 già utilizzata in Friuli, una vettura che ci ha trasmesso ottime sensazioni e con la quale contiamo in questa occasione di migliorare ulteriormente il nostro feeling. Per quanto riguarda la classifica di campionato della categoria R5 che ci vede al secondo posto, avendo saltato due gare, il 1000 Miglia e il Marca Trevigiana, abbiamo ridotto le nostre possibilità di vittoria ma fin quando la matematica non ci condannerà daremo il massimo per cercare di recuperare sulla concorrenza.”

Giorgio Cogni:San Martino sarà una sfida impegnativa sotto tutti i punti di vista. In primo luogo perché è una gara che non ho mai disputato a differenza dei miei avversari a bordo delle Suzuki Swift R1B.  Inoltre, con il rientro di Roberto Pellè sarà una corsa per il Suzuki Rally Cup ancora più combattuta. Con Gabriele Zanni mi trovo bene; è molto giovane come me, ma è molto bravo come navigatore. Per quanto riguarda la mia gara io cercherò come sempre di fare del mio meglio e riuscire ad ottenere un buon risultato.”

Foto dell’ultimo podio al Rally del Friuli Venezia Giulia che ha assegnato il titolo tricolore WRC 2017 a Stefano Albertinie Danilo Fappani (Ford Fiesta Wrc) con due gare di anticipo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

Giuseppe Testa torna nel Campionato Italiano Rally

Tempo di tornare nel CIR per il driver molisano. Dopo una bella stagione nel CI ...

Send this to friend