Home » Pista » Al Circuito Internazionale Napoli in Sarno le furiose bicilindriche tengono viva la classifica in attesa della gara finale. Spettacolari!

Al Circuito Internazionale Napoli in Sarno le furiose bicilindriche tengono viva la classifica in attesa della gara finale. Spettacolari!

Primo evento auto presso la pista di Sarno con la penultima prova del Campionato Italiano “Le Bicilindriche”. Atmosfera straordinaria sia in pista che sugli spalti a conferma della spettacolarità della serie.

Il primo evento auto del calendario corse al Circuito Internazionale Napoli in Sarno (Sa) ha avuto come protagonista il penultimo turno della Serie Nazionale dedicata alle vetture bicilindriche su scocche delle mitiche Fiat 500 e 126 di Gruppo 5 e 700cc di cilindrata.

Dopo cinque eventi fra le piste e il percorso stradale di Fasano nuovamente su di un tracciato ovvero quello di Sarno, con ancora tre pretendenti al titolo finale 2017. Sono i piloti O. Criscuolo, G. Cuomo e C. Rumolo. Tutti campani e quindi seguitissimi dai propri fans accorsi a Sarno davvero numerosi.

L’evento è iniziato con le prove ufficiali dove i 12 verificati sono stati divisi in due gruppi. Nella graduatoria assoluta ha marca il miglior tempo Domenico Cuomo (Fiat 500 gr.5 – Furore Motorsport) che ha copre i 1415 metri del lap auto a Sarno in 59.396. Al suo fianco per la griglia di gara 1 si posiziona il Campione Italiano in carica Onofrio Criscuolo (id – Scuderia Vesuvio) con 59.790. Seconda fila per C. Rumolo (id – Tramonti Corse) e l’ex kartista che conosce bene l’ambiente di Sarno, Vincenzo Zupo (id – Scuderia Vesuvio).

Le prove in pista del Campionato “Le Bicilindriche” prevedono due gare. A Sarno, ognuna di 13 minuti più un giro.

Gara 1 con la griglia formata dal tempo delle prove ufficiali e prima fila quindi con la pole position per D. Cuomo affiancato da O. Criscuolo. Semaforo spento e partenza corretta per tutta lo schieramento allo start con il poleman D. Cuomo che mantiene la sua posizione con alle spalle Criscuolo e Rumolo. Cuomo inizia a viaggiare in solitario da leader e quindi primo ma si accende la bagarre dietro ai suoi scarichi. Balzo di Giancarlo Cuomo partito dalla terza fila. A seguire M. Pappalardo e spettacolari nel loro inizio gara Zupo e Barbagallo. Passano i minuti con Domenico Cuomo sempre leader ma lo show ora lo forniscono Criscuolo e Rumolo. A metà gara dietro al leader: Giancarlo Cuomo, V. Zupo e un attentissimo V. Madonna. La vettura di Zupo intanto inizia a mandare segnali di fumo mentre Criscuolo, il campione italiano, arretra a seguito di una toccata in gara.

Il leader D. Cuomo alterna per un attimo la sua posizione con Giancarlo Cuomo che ha il numero tre sulla fiancata,. Ma ripresa la vetta, Domenico Cuomo,  concluderà primo e vittorioso in gara 1 con il podio che sarà composto da C. Rumolo e super Vincenzo Madonna, attentissimo per tutti i 13 minuti più un giro di gara. Al momento, D Cuomo porta a casa la pole position, la vittoria in gara 1 ed il giro più veloce effettuato in 59.657 non lontano dal crono della pole.

Gara 2 che da regolamento parte con le prime sei posizioni di gara 1 invertite. Quindi prima fila per F. Liberato (Fiat 500 Giannini 650 NP gr. 5) al palo ed al suo fianco Giancarlo Cuomo. A seguire gli altri, con Domenico Cuomo logicamente in terza fila e sesta piazzola. Parte a fionda C. Rumolo (Fiat 500 gr.5 – Tramonti corse) dalla terza piazzola sorprendendo Liberato che si attarda ed il primo giro, ancora una volta ordinato e corretto, si chiude con il citato Rumolo in testa con Criscuolo, D. Cuomo e Zupo al suo seguito. Giancarlo Cuomo si attarda girandosi anche in rettilineo ma senza conseguenze. Rumolo è sicuro in vetta e grande battaglia fra Criscuolo e Domenico Cuomo che fanno la gara sfidandosi a chi stacca per ultimo. Pubblico entusiasta e grande professionalità dei piloti protagonisti di questo show. A metà gara al vertice sempre la numero 2 di Rumolo e attenzione a Zupo e Barbagallo in attesa degli eventi di podio. Iniziano i doppiaggi con qualche problema prontamente risolto dal leader e subito dopo si invertono le posizioni due e tre con D. Cuomo che sorpassa O. Criscuolo. Si congela la classifica e vince Carlo Rumolo con D. Cuomo ed il campione Criscuolo, applauditissimi, a concludere il podio.

Side event della penultima prova del Campionato Italiano “Le bicilindriche” con la velocità in pista. Tre gruppi di vetture costituiti dalla Direzione di Gara che hanno lo stesso osservato le prove di qualifica e quattro turni di gare. I vincitori sono stati: G. Giorgio (Osella Pa21 Evo-Honda /Catapano Corse) nelle due gare di classe; S. Somma (Peugeot 106 16v N1600) e G. Eldino (id/ Scuderia Vesuvio) 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

VENANZIO TORNA AL VECCHIO AMORE

Un altro big, estende il proprio impegno extra-birilli. Il bicampione italiano slalom correrà in pista, ...

Send this to friend