Home » Pista » DAVIDE PEDETTI SU TATUUS PJ012 DEL TEAM CMS RACING CARS SI AGGIUDICA IL MASTER TRICOLORE PROTOTIPI 2017

DAVIDE PEDETTI SU TATUUS PJ012 DEL TEAM CMS RACING CARS SI AGGIUDICA IL MASTER TRICOLORE PROTOTIPI 2017

Con il sorpasso in classifica effettuato proprio nell’appuntamento conclusivo, quello sul circuito di Imola intitolato a “Enzo e Dino Ferrari”, Davide Pedetti su Tatuus PJ012 Honda Lrm di categoria CN2 preparata dal team CMS Racing Cars si è aggiudicato l’edizione 2017 del Master Tricolore Prototipi, organizzato dal Gruppo Peroni Race.

Il 26enne pilota monzese ha soffiato sul filo di lana il titolo al toscano Sandro Bettini, dapprima con la Norma M20 Fc del team CMS e poi, all’ultima gara, con l’Osella Pa 21/S; Bettini si era presentato in Emilia con ancora 3 punti di vantaggio da gestire. I calcoli erano presto fatti: stando avanti a Bettini in entrambe le gare, Pedetti ce l’avrebbe fatta. Così è andata e Pedetti si è laureato campione, cogliendo la vittoria alla prima esperienza in assoluto nei circuiti. È stato un fine settimana senza dubbio intenso, iniziato con le prove libere del venerdì penalizzate da ripetuti interventi della safety car, anche per colpa della massiccia presenza in pista di vetture. Nelle qualifiche, Pedetti sembrava essere più veloce di Bettini, salvo poi essere recuperato dal toscano, che segnava un tempo più veloce di solo 4 decimi all’ultimo giro utile. Alla via di gara 1, sotto la pioggia, Pedetti parte terzo dietro a Bettini; la lotta dura un solo giro: Bettini è rallentato dalle macchine che lo precedono e Pedetti tenta invano di sopravanzarlo ad ogni curva. Il sorpasso avviene in discesa alla staccata della Rivazza ma, complice l’asfalto bagnato, il pilota 26enne della CMS esce di pista e finisce con la sua Tatuus sulla ghiaia. Riesce però a non insabbiarsi e a rientrare lentamente in pista, riaccodandosi al gruppo in ultima posizione. Da questo momento in poi, inizia l’impresa di Davide Pedetti che, dal fondo, recupera terreno nei confronti degli avversari, superandoli uno dopo l’altro e andando più veloce di 6-7 secondi a giro rispetto al diretto avversario. A pochi giri dalla conclusione della gara, che si disputa sulla distanza dei 20 minuti, riesce a tornare dietro al toscano e a passarlo, precedendolo di una posizione all’arrivo: Pedetti è settimo e Bettini ottavo assoluto. Il primo obiettivo è dunque andato in porto: adesso soltanto un punto separa la CMS dalla vetta della classifica; in gara 2 Pedetti ha la possibilità di partire davanti per effetto del regolamento, che calcola l’ordine della griglia di partenza in base a chi ha stabilito il secondo miglior tempo in qualificazione. Stavolta non c’è storia: Pedetti tiene sempre dietro Bettini, che soltanto nei primi giri abbozza qualche tentativo di sorpasso. L’amministrazione del vantaggio diventa più tranquilla con il trascorrere dei giri e dei minuti e Davide Pedetti può così festeggiare la conquista del Master Tricolore Prototipi per un solo punto di vantaggio (60 a 59) su Sandro Bettini. Si tratta di un risultato che assume un’importanza particolare perché – come già ricordato – Pedetti era un debuttante assoluto in questa specialità.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

VENANZIO TORNA AL VECCHIO AMORE

Un altro big, estende il proprio impegno extra-birilli. Il bicampione italiano slalom correrà in pista, ...

Send this to friend