Home » Rally » RALLY NAZIONALI » 29° RALLY CITTA’ DI SCHIO: PRECISAZIONI DEL COMITATO ORGANIZZATORE

29° RALLY CITTA’ DI SCHIO: PRECISAZIONI DEL COMITATO ORGANIZZATORE

Power Stage, organizzatore della competizione programmata per il 13 e 14 novembre chiarisce che alla luce di quanto espresso dal nuovo DPCM del 13 ottobre scorso ed in seguito alla comunicazione federale odierna, non vi sono preclusioni per essa al regolare svolgimento.

Sei, in totale, le prove speciali in programma, ricavate dalla tradizione di una delle gare più amate del triveneto.

Power Stage, organizzatore del 29° Rally Città di Schio, previsto per il 13 e 14 novembre, precisa che non vi sono preclusioni allo svolgimento della competizione.

Questa comunicazione si rende necessaria a seguito delle molte richieste di informazioni ricevute nella serata di ieri ed anche durante la mattina odierna a seguito della diffusione dell’elenco delle discipline sportive “amatoriali” inibite allo svolgimento contenuto nel DPCM del 13 ottobre e reso pubblico dalla Gazzetta Ufficiale della Repubblica.

Power Stage fa propria la comunicazione diffusa in data odierna dalla Direzione centrale dello Sport Automobilistico ACI SPORT (http://www.acisport.it/it/acisport/news/comunicati/67656/i-rally-disciplina-agonistica-e-non-amatoriale) la quale precisa che tutte le gare di rally appartengono alle discipline agonistiche e non amatoriali.  Al momento non ci sono quindi divieti di svolgimento per nessun rally a qualsiasi serie esso appartenga.

La Federazione continuerà quindi nella stretta applicazione di quanto prescritto dai vari protocolli e dai decreti governativi, un concetto chiaro a Power Stage che per la propria gara adotterà alla lettera tutte le prescrizioni vigenti in materia.

PERCORSO SNELLO ISPIRATO DALLA TRADIZIONE

Sarà una gara snella, il Rally Città di Schio targato 2020, con due prove speciali da ripetere tre volte, in un percorso caratterizzato dall’adottare due “piesse” ricavate dalla tradizione. Immancabile la “Santa Caterina”, di 11,930 chilometri, che torna in questa versione dopo venti anni, mentre l’altra sarà la “Monte di Malo” di 7,290.

 

LOGISTICA RIVISTA

Con le prescrizioni dettate dai protocolli sanitari vigenti, la logistica della gara rimane anch’essa con la tradizione. Quindi, il quartier generale sarà nelle funzionali strutture del “Pala Romare”, nella cui area adiacente saranno organizzati la partenza, l’arrivo, oltre ai riordinamenti ed il service area.

La partenza, sabato 14 novembre, sarà alle 08,01 e la bandiera a scacchi sventolerà dalle ore 19,00. 

L’organizzazione tiene a sottolineare che, seguendo le normative governative e federali per il contenimento dell’epidemia da Covid -19, lungo le prove speciali NON sono previste zone specifiche per il pubblico.  Tutte le aree nevralgiche della competizione non ammetteranno presenza di persone se non gli addetti ai lavori, nel numero previsto dal protocollo sanitario vigente. Il parco assistenza, il riordino, la direzione gara oltre alla cerimonia di partenza e di arrivo permetteranno l’accesso soltanto al personale addetto ai lavori, con possibili limitazioni previste anche per gli operatori media al fine di evitare assembramenti di persone.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

IL 44° TROFEO MAREMMA E’ DI CAVALLINI-BUGELLI

Una giornata avvincente, lungo le “piesse” maremmane, con il successo del pilota empolese maturato con ...