Home » Salita » 50^RIETI-TERMINILLO 48^COPPA CAROTTI IL C.I.V.M. E’ AL CENTRO ITALIA

50^RIETI-TERMINILLO 48^COPPA CAROTTI IL C.I.V.M. E’ AL CENTRO ITALIA

06/07/2011 – Nel Lazio il settimo appuntamento del Campionato Italiano Velocità Montagna valido per l´Europeo, sui 15 Km del tecnico tracciato reatino da Lisciano a Campoforogna. Gara su manche unica a partire dalle 11 di domenica 10 luglio. Venerdì 8 le verifiche e sabato 9 le due salite di prove cronometrate. Atteso il debutto nelle cronoscalate per la Wolf GB 08 Mugen di Cassibba.

La 50^ Rieti – Terminillo 48^ Coppa Bruno Carotti sarà il settimo appuntamento del Campionato Italiano Velocità Montagna 2011, serie organizzata dalla CSAI, Commissione Sportiva Automobilistica dell´Automobile club d´Italia e secondo appuntamento tricolore valido per il Campionato Europeo della Montagna, dopo la Trento – Bondone disputata domenica scorsa. La tradizionale corsa organizzata dall´ ACI reatino in collaborazione con la Provincia di Rieti, è la più tecnica espressione della specialità, con i suoi 14,8 Km di tracciato vario e scorrevole ma altamente tecnico, dove si impone solo chi sa interpretarne al meglio le caratteristiche che esigono un set up preciso in ogni particolare. Venerdì 8 luglio presso la Cari costruzioni nella zona industriale alle porte del capoluogo, si terranno le verifiche sportive e tecniche dalle 15.30 alle 19.30. Le due salite di prove cronometrate inizieranno dalle 9.30 di sabato 9 luglio per permettere ai piloti di familiarizzare con il lungo tracciato al volante delle vetture da gara. Domenica 10 luglio alle 11 il direttore di gara Alberto Riva darà il via alla settima prova del C.I.V.M.

La 50^ Rieti Terminillo 48^ Coppa Bruno Carotti sarà una nuova ed attesa occasione per i piloti protagonisti della serie europea di misurarsi con i migliori nomi delle salite tricolori, che già nel primo dei due appuntamenti italiani a Trento, ha emesso un verdetto a totale favore dei driver di casa nostra.

Nel mirino del fiorentino Simone Faggioli c´è senz´altro il successo in gara con conseguente pieno di punti in CIVM ed in CEM al volante dell´imprendibile Osella FA 30 Zytek da 3000 cc., vettura di gruppo E2/M riferimento per tutti nel panorama delle salite. In particolare le soluzioni aerodinamiche della potente monoposto prototipo del plurititolato toscano della Best Lap, saranno un sicuro punto di forza. In un particolare stato di forma e feeling con la sua Lola F.3000 è il pistoiese Franco Cinelli, l´alfiere della Scuderia Etruria reduce dall´ottima prestazione sul Monte Bondone, a Rieti potrà contare sulla massima espressione della sua monoposto, genere di vetture molto adatte al percorso del Terminillo. Certamente userà le sue doti tecniche per riscattarsi dalla sorte avversa il compagno di squadra di Faggioli, Piero Nappi, il napoletano anche lui al volante dell´Osella FA 30 Zytek fermato da una toccata a Trento, che adesso deve colmare in fretta il gap. Numerosi anche i protagonisti della serie europea tradizionalmente in gara a Rieti come il Janik Vaclav su Lola e Otakar Kramsky su Reynard entrambi in arrivo dalla Repubblica Ceca, poi i nostri Fausto Bormolini e Renzo Napione entrambi su Reynard, Maurizio Roasio su Osella FA 30 Zytek ha scelto Rieti tra le gare del tricolore dove essere presente nella stagione. Su Lola saranno anche il sardo Marco Satta e l´eugubino Andrea Picchi, mentre tornerà in una gara tricolore anche l´agrigentino Luigi Bruccoleri su Osella PA 27 BMW, dopo aver centrato il podio alla Coppa Nissena. In classe 2000 si ripropone la sfida tra il leader di under e di categoria Samuele Cassibba, il siciliano come sempre al volante della Tatuus F. Master ed il trentino Adolfo Bottura anche lui su F. master, ma in cerca di riscatto dalla fortuna non proprio amica nella gara di casa.

Christian Merli detiene saldamente il comando del gruppo E2/B rafforzato anche con la Radical che ha brillantemente usato nella gara di casa, ma a Rieti tornerà minaccioso anche per il successo in gara, al volante della Picchio P4, biposto adatta al tracciato laziale anche per via del motore sovralimentato, di cui il trentino sa bene come usare i tanti cavalli a disposizione per puntare molto in alto. Attesa novità del C.I.V.M. l´esordio in salita per la Wolf GB 08, affidata alla lunga esperienza del ragusano Giovanni Cassibba, che ha già testato la biposto americana spinta da motore Mugen da 3000 cc., ma consapevole del lavoro di adeguamento alle cronoscalate anche per la vettura già protagonista e vincente in pista. Torna in gara anche il detentore del trofeo di gruppo 2010, il pisano Michele Camarlinghi di nuovo al volante della Osella PA 30 Zytek, vettura che permette al toscano di ambire alla vetta del gruppo e della gara sull´impegnativo tracciato.

Nuovo duello di vertice in gruppo CN tra le Osella PA 21/S Honda del leader sardo Omar Magliona in forza al team Faggioli e Rosario Iaquinta alfiere della Catapano Corse, il calabrese reduce da due successi consecutivi ad Ascoli ed a Trento. Nuovo battesimo in una gara di C.I.V.M. per Ettore Bassi che al volante dell´Osella PA 21/S Honda potrà mettere all´attivo anche la partecipazione alla difficile gara reatina, dopo l´esordio sui tornanti trentini, accumulando punti preziosi che lo vedono sempre più protagonista in gruppo CN. Anche il giovane salernitano Angelo Marino per la prima volta sarà a Rieti al volante della Ligier JS 49 Honda, biposto che il pilota campano ha portato in salita nel 2011.

In gruppo GT Leo isolani punterà dritto alla vittoria contando sui tanti cavalli della Ferrari 575 GT1, che si presta molto bene al percorso, dopo aver sofferto sullo stretto a Trento. Ma il veneto e diretto antagonista Antonio Forato chiederà tutta la potenza alla sua generosa Lamborghini Gallardo GT Cup, ma ne userà anche la notevole agilità, elemento determinante per il successo trentino. In classe GT2 il reggiano “Ragastas” punterà a rafforzare il suo primato con la Ferrari F430. In classe GT2 mentre il giovane catanese Pierdavide Sofia continuerà il suo apprendistato in salita con la Ferrari 360 Gt2 del team Isolani, il toscano Giudo Sgheri con la Porsche 993 insegue sempre più da vicino la coppa di classe. Sempre in classe GT Cup continua la crescita convincente della Lotus 2 Eleven affidata al pilota e preparatore bresciano Francesco Abate.

In gruppo E1 S il frusinate Carlo Vellucci punterà al pieno di punti in CIVM con l´aggiornata BMW M3, ma per il successo in gara tutti dovranno fare i conti con il tedesco Georg Plasa e l´imprendibile BMW spinta da motore Judd V8.
Il gruppo E1 Italia arriva sul Terminillo con il toscano Fabrizio Pandolfi al comando con l´Alfa 155 V6, vettura ex DTM che ben si addice al percorso e con la quale l´alfiere della Giglio Racing cercherà di difendere la vetta dai sicuri attacchi del teramano Roberto Di Giuseppe, capace di puntare al successo dopo che il team de Berardinis ha avuto il tempo di completare la messa a punto dell´Alfa 155 GTA in seguito alla sostituzione del motore dopo Ascoli. Assente forzato Fulvio Giuliani per le conseguenze dei problemi al motore accusati a Trento. Nella classe maggiore oltre 3000 cc. Di nuovo in campo la Lamborghini Gallardo dell´ascolano Alessandro Gabrielli, che potrà contare sulla trazione integrale per gestire i tanti cavalli della supercar di Sant´Agata. A Rieti per continuare la sua rimonta in campionato, dopo esservi entrato in ritardo, il vesuviano Luigi Sambuco con l´Alfa 155 di classe 2000 che continua a regalare importanti soddisfazioni al pilota campano. Nella classe 3000 presente anche il pluricampione romano Marco Iacoangeli su BMW 320, anche se trasparente ai fini del CIVM. Sempre tra le cilindrate fino a 2000 il calabrese Natale Stabile cercherà punti verso il podio di classe con l´Alfa 147 Cup. Nella corsa di casa sa di avere i riflettori addosso Giuliano Tavani al volante della sempre ammirata BMW 330 d. In classe 1400 duello annunciato tra due piloti di casa su Peugeot 106, Emiliano Di Muzio in corsa per il CIVM e Bruno Grifoni. In classe 1150 Deborah Broccolini con la Citroen C1 continuerà ad accumulare esperienza e punti per la Coppa dame.

In gruppo A l´altoatesino Rudi Bicciato mira a ipotecare definitivamente il titolo con la sua impeccabile Mitsubishi Lancer EVO, anche se dovrà difendersi dagli attacchi di concorrenti in arrivo dalle scene europee, oltre a quelli della Mitsubishi Lancer del campano Sandro Acunzo, diretto inseguitore del leader, ma a sua volta troppo inseguito dalla sorte avversa come quella che lo ha costretto alla resa a Trento. Nella stessa classe S2000 ci sarà la prestante Alfa Romeo 156 GTA del locale Claudio Giobbi. Il pugliese Gasperino Tinella dopo la superba prestazione con la Peugeot 106 1.6 16V, sul Bondone si è portato in zona podio, ma a Rieti torneranno il pesarese Ferdinando Cimarelli con l´Alfa 147 Cup che ottime soddisfazioni ha regalato al portacolori della scuderia Catria, oltre al campano Giuseppe D´angelo sempre in forma smagliante al volante della Peugeot 106 1.6 16V. Per cui la sfida per il podio è annunciata. In classe 2000 non sarà una gara facile per nessuno poiché saranno al via anche il catanese Salvo D´Amico su Renault New Clio e l´abruzzese Serafino Ghizzoni al volante della Honda Civic Type-R.

In gruppo N è previsto un duello acceso in casa Rubicone Corse tra il leader trevigiano Lino Vardanega sfortunato protagonista a Trento con la Mitsubishi EVO X e la versione EVO IX del salernitano Giovanni Del Prete assente a Trento, ma deciso a guadagnare il massimo dalla trasferta reatina, per il successo in gara entrambi dovranno fronteggiarsi con l´accreditata concorrenza europea. Della concorrenza farà parte anche il preparatore bresciano Maurizio Abate su Mitsubishi Lancer. Michele Buitatti ha vinto la classe 2000 con l´Honda Civic Type-R, salendo sul podio di gruppo in Trentino, mentre il potentino Achille Lombardi è stato vittima della sfortuna, anche lui su Honda Civic, ma in classifica è solo a tre lunghezze. Su una Honda Civic sarà anche il calabrese Luigi Malizia, pronto a lottare per le posizioni di vertice in classe come il pugliese Oronzo Montanaro anche lui sulla Civic giapponese. In cerca di rimonta nella classifica under 25 ed anche in classe 1600 del gruppo N partirà il salernitano Cosimo Rea sulla Citroen Saxo Vts, che tra i principali avversari avrà l´abruzzese Giordano Di Stilio su Peugeot 106 1.6 16V.

In gruppo Racing Start, la categoria in espansione dedicata alle vetture strettamente di serie, il perugino Paolo Mancini cerca la rimonta al volante della Renautl Clio RS Ligth, gemella di quella dell´abruzzese Andrea Marchesani, che partirà all´assalto del Terminillo con le medesime intenzioni di riagguantare una posizione da podio in gruppo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

AUTOSPORT SORRENTO: AL MASTER PRIMATO A QUOTA 1600

Nella kermesse Fia di Gubbio, arrivano le prime due posizioni nella litro e sei del ...