Home » Salita » 60^ MONTE ERICE: Presentata la gara in sede Aci a Trapani, Pellegrino: «Sport e turismo, connubio di promozione territoriale»

60^ MONTE ERICE: Presentata la gara in sede Aci a Trapani, Pellegrino: «Sport e turismo, connubio di promozione territoriale»

Si è chiuso con 240 piloti iscritti l’elenco ufficiale della 60ª edizione della Monte Erice, la gara valida come terz’ultima prova del Campionato Italiano Velocità Montagna che si svolgerà sabato 15 e domenica 16 settembre sui tornanti che da Valderice conducono a Erice. Domani (venerdì), dalle 10,30 in piazzale Ilio a Trapani si terranno le verifiche tecniche e sportive. Stamattina, presso la sala del Consiglio d’Amministrazione dell’Aci Trapani è stata presentata la gara, alla presenza degli amministratori dei comuni di Trapani, Erice e Valderice, il presidente dell’Aci Trapani, Giovanni Pellegrino, il direttore Carmelo Ricciardi e il direttore di gara, Marco Cascino. Dei 240 piloti iscritti, 52 saranno le autostoriche, 188 le vetture moderne.

«SPORT E TURISMO, CONNUBIO DI PROMOZIONE TERRITORIALE» – «La “Monte Erice” non può essere considerata solo una manifestazione automobilistica – ha ribadito in conferenza stampa il Presidente dell’Aci Trapani, Giovanni Pellegrino – perché in quest’occasione si combina sport e turismo, un connubio di promozione territoriale perfetto». «Nel territorio ericino abbiamo registrato il sold outdi tutte le strutture ricettive» ha detto l’assessore Giovanni Simonte del Comune di Erice. «La gara rappresenta un ottimo messaggio pubblicitario dell’intero agro-ericino – ha detto l’assessore al Comune di Trapani, Enzo Abbruscato – quello che auspichiamo è che la sinergia tra gli enti locali a sostegno dell’Aci possa continuare nel tempo».
 
SICUREZZA, PIÙ UFFICIALI DI GARA – Quest’anno sul percorso è stato incrementatoil numero degli ufficiali di gara, nell’ottica di una maggiore sicurezza. Saranno 128, rispetto ai 98 dello scorso anno, gli uomini che saranno impegnati nelle 33 postazioni. «Garantiremo un uomo in più in ogni postazione» ha ribadito il direttore di gara Marco Cascino, che avrà al suo fianco come vice il maltese William England, nell’ottica della collaborazione tra l’Aci e la Federazione motoristica maltese.
 
I PILOTI – Spettacolo e competizione si preannunciano sui tornanti tra Valderice ed Erice. Oltre 40 sono le stortscar in gara. Il titolo del Campionato italiano si gioca tra il leader Omar Magliona, Domenico Cubeda e il neo Campione europeo Christian Merli. Magliona, il sardo della CST Sport su Norma M20 FC equipaggiata con pneumatici Pirelli, la biposto di gruppo E2SC curata dal Team Faggioli, comanda la classifica tricolore dopo i successi del Nevegal, Fasano, Gubbio e Pedavena. Merli, trentino portacolori della Vimotorsport reduce dalla conquista del suo primo titolo europeo con l’Osella FA 30 EVO Zytek LRM ufficiale come gli pneumatici Avon in dotazione, ha vinto a Verzegnis, Ascoli, Trento e Sarnano e ora torna nell’Italiano per puntare al bis stagionale con la prototipo monoposto di gruppo E2SS. Arriva da Catania Domenico Cubeda, è tra i maggiori protagonisti del CIVM 2018 e con l’Osella FA 30 Zytek curata da Paco 74 Corse ha vinto a Morano ed è salito 7 volte sul podio, è al comando tra le monoposto ed al 3° posto nella classifica assoluta. Ad ambire alle parti alte della classifica saranno i protagonisti della classe 2000 delle biposto, tra cui il giovane leader e padron di casa Francesco Conticelli sulla Osella PA 2000 Honda con cui si è rivelato un ottimo primo attore del campionato 2018, oltre all’esperto pugliese della Fasano Corse Francesco Leogrande, su auto gemella, ma con una andatura stagionale a fasi alterne per qualche noia tecnica di troppo. Accesa la sfida per il neo istituito titolo tricolore Sportscar Motori Moto, riservato alle biposto e monoposto spinte da motori di derivazioni motociclistiche, categoria dalla quale arrivano costantemente assalti ai vertici delle classifiche di gara. In testa arriva in Sicilia il veneto Federico Liber che ha finora centrato 7 vittorie sulla Gloria C8P ed ora si tratta di difendere la vetta dai decisi e certi attacchi del lucano Achille Lombardi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

IL PRESIDENTE DELLA SPEED MOTOR, TIZIANO BRUNETTI, STILA IL BILANCIO 2018 DELLA VELOCITA’ IN MONTAGNA

“UN’ALTRA ANNATA AD ALTI LIVELLI CON LE COPPE DI CLASSE IN CIVM E I TITOLI ...