Home » Salita Autostoriche » A Castiglione su Tatuus e La Franca su Porsche la Termini – Caccamo 2014

A Castiglione su Tatuus e La Franca su Porsche la Termini – Caccamo 2014

Il giovane trapanese della Formula Master è stato autore del miglior tempo e vincitore tra le moderne. Successo del palermitano con la 911di 2° Raggruppamento tra le storiche. A Mannino il 3° raggruppamento ed a Guagliardo il 1°, entrambi su Porsche e sul podio assoluto. Sfortuna per Riolo ritirato per guasto.

Termini Imerese (PA), 27 Luglio 2014. La Termini – Caccamo si è svolta al cospetto del grande pubblico che ha salutato con calore e sotto un sole cocente, il ritorno della classica palermitana organizzata dall’Automobile Club Palermo e valida per il Campionato Siciliano Velocità Salita Auto Storiche.

Miglior tempo assoluto per Giuseppe Castiglione sulla Tatuus F. Master, il giovanissimo driver trapanese, vincitore della classifica riservata alle auto moderne alla sua seconda gara, ha coperto i 7,1 Km in 3’43”13. Castiglione ha testato la monoposto di classe 2000 in vista dell’imminente impegno nel tricolore della Montagna previsto per il prossimo week end in Calabria, alla cronoscalata del Reventino. Il pilota trapanese ha esordito in gara ad Erice, prova di C.I.V.M. dove si era immediatamente distinto. –“Sono felice del risultato arrivato appena alla mia seconda gara – ha dichiarato Castiglione – è stato un ottimo test in vista del Reventino, su un tracciato bello ma impegnativo ed a tratti non proprio omogeneo. La scelta di gomme ci ha aiutati molto in gara”-. Secondo tempo tra le moderne per il rallista agrigentino Alfonso Di Bendetto, che ha usato appieno il potenziale della Peugeot 207 Super 2000 della LB Tecnorally –“Sono molto soddisfatto di come sono andate le prove e poi la gara – ha detto il portacolori SGB Rally – un tracciato molto bello e divertente che si addice bene all’ottima 207 che il team LB Tecnorally mi ha messo a disposizione e di cui sono molto contento”-. Terzo sul podio assoluto il portacolori Motor Team Nisseno Salvatore Miccichè, sulla Radical Pro Sport. Il pilota di Caltanissetta si è immediatamente adeguato all’impegnativo tracciato sulla biposto inglese con cui ha preceduto il driver Catania Corse Fabio Peraino su biposto gemella. Quinto il rientrante rallista e scalatore Fabrizio La Rocca su Mitsubishi EVO X. La Rocca ha ripreso il volante dopo due anni di sosta. Sesto con ottima prestazione il rallista madonita Filippo Vara sulla Renault New Clio. L’alfiere CST Sport ha sempre prediletto il percorso della Termini – Caccamo, competizione alla quale non mai voluto mancare.

Un guasto al pescaggio della benzina ha fermato la cavalcata che Totò Riolo aveva iniziato in prova con la Speger BMW da 2500 cc. di 4° Raggrupamento. Il driver di Cerda ha avuto modo di apprezzare gli ulteriori viluppi effettuati sulla vettura con la quale ha esordito da poco nella serie tricolore delle salite per auto storiche.

La FrancaAutore del miglior tempo in assoluto tra le auto storiche è stato il palermitano della Scuderia ASPAS Claudio La Franca su Porsche 911 di 1° Raggruppamento che ha sbaragliato gli avversari con il tempo di 4’17”49. Fondamentali le regolazioni d’assetto per il tracciato dove dare motricità alla vettura e la scelta giusta delle gomme sono stati elementi fondamentali. Vincitore del 3° Raggruppamento con il secondo tempo in ordine assoluto è stato l’esperto palermitano Natale Mannino al volante della Porsche 911, con cui il portacolori Gruppo Trinacria Corse, conoscitore della gara e delle insidie del fondo ha portato il suo attacco. Terzo tempo per il vincitore del 1° raggruppamento Domenico Guagliardo, l’alfiere Island Motorsport che ha dichiarato: -“E’ sempre una gara difficile con un tracciato bellissimo. Forse potevo fare qualcosa di meglio se due imperfezioni non mi fossero costate un paio di secondi. L’auspicio è che questa competizione torni appuntamento fisso della specialità”-.

Bene in evidenza anche il palermitano Giovanni Spinnato, anche lui con la Porsche 911 con cui ha concluso con il quarto tempo assoluto, al secondo posto di 2° Raggruppamento, categoria in cui ha preceduto Quintino Gianfilippo con l’Alfa Romeo Alfetta GT. Ottima gara per il campano della Scuderia Vesuvio Francesco Avitabile molto agile con la sempre ammirata BMW 320, secondo di 3° Raggruppamento ed autore del quinto tempo in assoluto. Alfredo Altopiano è salito sul terzo gradino del podio del 3° Raggruppamento con la Fiat X1/9. Hanno completato il podio del primo raggruppamento nell’ordine Gaetano Gioè con la Porsche 911, seguito da Casimiro Piazza al volante della BMW 2000.

Classifica Auto Moderne: 1. Castigliane (Tatuus F. master) in 3’43”13; 2. Di Benedetto (Peugeot 207 S2000) a 23”71; 3. Miccichè (Radical Pro Sport) a 26”81.

Classifica Autostoriche: 1° Raggruppamento: 1.Guagliardo (Porsche 911) in 4’34”83; 2. Gioè (Porsche 911) a 19”38; 3. Piazza (BMW 2000) 23”99 – 2° Raggrupamento: 1. La Franca (Porsche 911) in 4’17”49; 2. Spinnato (Porsche 911) a 19”37; 3. Gianfilippo (A.R. Alfetta GT) a 27”42 – 3° Raggruppamento: 1. Mannino (Porsche 911) in 4’22”80; 2. Avitabile (BMW 320 I) a 14”74; 3. Altopiano (Fiat X1/9) a 17”44.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

1^ COPPA FARO : BONUCCI FIRMA IL RITORNO DELLE CORSE A PESARO

Grande successo per la 1^ edizione della Coppa Faro, la gara Nazionale di velocità in ...