Home » Rally » ADRENALINA ALLE STELLE, AL 40° RALLY CITTA’ DI PISTOIA: ANNUNCIATI DUELLI DI SPESSORE E TANTO SPETTACOLO
RALLY CITTA’ DI PISTOIA

ADRENALINA ALLE STELLE, AL 40° RALLY CITTA’ DI PISTOIA: ANNUNCIATI DUELLI DI SPESSORE E TANTO SPETTACOLO

In programma per questo fine settimana, la gara della Pistoia Corse conta 78 adesioni, con ben 13 vetture di categoria R5.

Il lucchese Michelini insegue il poker di successi debuttando con la VolksWagen Polo R5, Moricci (Hyundai i20 R5) pensa al tris, Pinelli prova a vincere la Coppa Rally di VI zona, lo svizzero Della Casa e Artino in cerca di nuove soddisfazioni.

Confermate le Auto Storiche, che saranno al via per la prima volta, oltre alle validità per la Coppa Rally di 6^ Zona a coefficiente 1,5 e per il Trofeo Rally Toscano ed i diversi Trofei Michelin, Renault e Peugeot.

Nel fine settimana uscirà la pubblicazione della retrospettiva che ripercorre la gara nelle sue 39 edizioni, diventata anche una mostra visitabile ancora per pochi giorni alla sede dell’ACI Pistoia.

Partenza ed arrivo di nuovo in centro città, Piazza Gavinana.

Ultimi giorni di attesa, poi il via alle sfide, per il 40° Rally Città di Pistoia, la gara organizzata dalla Pistoia Corse, in collaborazione con l’ACI Pistoia, in programma per questo fine settimana, valida per la Coppa Rally di 6^ Zona a coefficiente 1,5 (sesta ed ultima prova stagionale) oltre che per il Trofeo Rally Toscano e per i Trofei Renault e Peugeot.

C’è molta attesa, per la gara, che quest’anno raggiunge un traguardo importante, i quaranta anni ininterrotti di sport, un festeggiamento per il quale viene proposta l’importante novità delle vetture storiche, certamente destinata a raccogliere l’importante testimonio della gara “moderna” e con essa proseguire nel prossimo futuro per dare nuovi spunti di interesse al mondo dei rallies regionali e nazionali.

L’attesa è anche per il plateau di iscritti che viene proposto, che in totale ha raggiunto le 78 vetture, delle quali 61 moderne, 9 “storiche” e 8 “All Stars”, auto storiche in allestimento da corsa i cui modelli hanno contribuito a creare la storia dei rallies e che partecipano a scopo dimostrativo e rievocativo, quindi senza rilevamento di tempi e stesura di classifiche.

MICHELINI INSEGUE IL POKER, MORICCI IL TRIS E PINELLI PENSA AL TROFEO DI VI ZONA

Scorrendo l’elenco iscritti balza all’occhio la folta presenza di vetture categoria R5 (1600 cc. turbo a trazione integrale), ben 13 iscritte, con diversi “nomi”, primo fra tutti il lucchese Rudy Michelini, che inseguirà il poker di allori debuttando con la VolksWagen Polo R5.

Protagonista del Campionato Italiano, Michelini, non ha voluto mancare all’appuntamento di Pistoia insieme al fido Michele Perna, andando  certamente a cercare nuovi stimoli e rinnovate sfide. Come quella che gli lancerà il montecatinese Paolo Moricci, in coppia con Garavaldi sulla solita Hyundai i 20 R5 con cui corre da diverse gare. Punta al tris di allori, Moricci, dopo aver vinto qui nel 2003 e nel 2012 e dopo anche la seconda piazza del 2018 cercherà il nuovo risultato d’effetto, come ha in idea anche l’altro pilota della Valdinievole, Fabio Pinelli, Campione Regionale uscente, che in questa occasione, affiancato da Mancini, cercherà il conforto della matematica per aggiudicarsi la Coppa Rally di VI Zona 2019. Per farlo, avrà di nuovo tra le mani il volante della Hyundai i20 R5. Pinelli, oltre all’aver nel mirino la Coppa di Zona (per la quale gli basta al massimo arrivare in ottava posizione assoluta) ha pure concrete possibilità di giungere secondo le Trofeo Toscano dietro al già vincitore Pierotti, mancando al via in questa occasione l’unico che poteva insidiarlo, il pisano Senigagliesi.

Tornando a chi pensa in grande per la gara, certamente un occhio di riguardo per lo svizzero di chiare origini italiane Federico Della Casa, con Pozzi alle note, già visto a Pistoia lo scorso anno con un quarto assoluto che cercherà certamente di migliorare (Skoda Fabia R5), poi si registra il rientro di Luca Artino, fermo dalla scorsa primavera, il quale debutterà pure lui su una Polo R5, affiancato da Gabelloni, cercando di riscattare il ritiro dell’anno passato e di migliorare la terza posizione del 2016 (oltre alla quarta del 2017).

Grandi aspettative dal duello tutto pistoiese tra due generazioni di piloti: da una parte il gentleman Alessandro Giannini (al debutto con una Fabia R5, in pausa dal 2015 ed affiancato per l’occasione da Bernardi) opposto al giovane Matteo Ciolli, con Migliorati, su una Ford Fiesta R5. Da tenere d’occhio poi anche il comasco Jacopo Civelli, insieme a Tricoli (Skoda Fabia R5), mai stato prima d’ora al “Pistoia” poi certamente l’altro gentleman  Piero Della Maggiora cercherà, sempre con una Fabia R5, di dare continuità alle recenti belle prestazioni che ha fornito in coppia con il fido Favali, mentre i fratelli Davide e Andrea Giordano proseguiranno nel testare nuove soluzioni alla Mitsubishi Space Star R5, unico esemplare marciante in Italia. Tutto da scoprire, invece, il monsummanese Andrea Lenzi, alla prima esperienza su una R5, nello specifico una Skoda Fabia, con le note lette da Rosignoli.

Attenzione poi anche ad un altro con una R5 (una Fabia anche in questo caso che guiderà per la terza volta), il fiorentino Nicola Fiore, con Tondini a destra, e cercherà un nuovo risultato di spessore dopo la bella gara di Reggello (terzo assoluto) ad inizio settembre Marco Cavalieri (una Polo R5 pure per lui, insieme al fido Bazzani).

Frizzante si presenta anche il plateau di pretendenti per il successo tra le “due ruote motrici” da un lato il larcianese Gianni Lazzeri, dall’altro il conterraneo Luca Fagni e dall’altro ancora il pistoiese Mirko Baldacci, tutti e tre con una Renault Clio S1600. Non avranno vita facile, essendoci al via alcuni “nomi” di spicco, primo fra tutti il lucchese Luca Panzani, protagonista in queste stagioni del “tricolore”, qui in veste di trofeista Renault con la Clio R3. Sia lui, che insegue il terzo successo stagionale nel monomarca “della losanga”, che i suoi competitor conterranei Claudio Fanucchi e Andrea  Simonetti (Clio R3 anche per loro) sono in grado di fare la voce grossa e inserirsi nella mischia delle trazioni integrali.

Altro motivo di interesse è il confronto tra gli “under 25”del Trofeo Rally Toscano, dove battaglieranno il già citato Ciolli, contro Thomas Paperini (Peugeot 208 R2) ed il lucchese Lorenzo Nesti (Citroen C2).

Punta al Gruppo N (le vetture “derivate dalla serie”) l’altro dei fratelli Lenzi in gara, Simone, che ha scelto la certezza della Mitsubishi Lancer Evolution, la stessa che, insieme a Cerone, nel 2016 lo vide mettere la firma sulla seconda posizione assoluta.  E di Gruppo N si parla con un altro pilota molto veloce, Emanuele Corti, alla seconda gara con una Renault Clio RS dopo il “Casciana” di due settimane fa finita in seconda posizione di classe N3 e stavolta di sicuro ispirato da quel settimo assoluto siglato due anni fa con una “vecchia” Clio Williams.

Sempre in N3, per il Trofeo “Corri con Clio N3”, il fiorentino Leonardo Santoni, reduce peraltro dalla maratona di Berlino della scorsa domenica, cercherà solo l’arrivo in quanto saldamente al comando del monomarca, prima dell’atto finale di Como a fine mese.

Tra le vetture storiche (che partiranno in testa alla gara) prenota il successo il pisano Gian Marco Marcori, con la fida Porsche 911 SC, con la quale si è già espresso ai vertici assoluti al recente “Modena”, ma pensa ad un risultato di prestigio anche l’aglianese Alessandro Gori, con la Ford Sierra Cosworth.  Da seguire anche la gara di Cristiano Matteucci, con una Fiat Ritmo 130 Abarth dal passato glorioso, vincitrice di un titolo italiano negli anni ottanta.

Tra le “All Stars” da ammirare la Lancia Stratos di Walter Peccianti, alcune Lancia Delta Integrale ed una rara Talbot Samba portata in strada da “Cafissi” Luciano Matteucci (il papà di Cristiano).

IL PERCORSO ISPIRATO DALLA TRADIZIONE

Per quanto riguarda il percorso prevede quattro prove speciali da ripetere due volte, per 80,520 chilometri di distanza competitiva. Si tratta di un percorso ricavato dalla tradizione, che ricalca l’edizione dello scorso anno, quindi con le classiche prove speciali di “Casore” (la più lunga e selettiva), “Montevettolini” la prova “storica”), “San Baronto” (la più tecnica e veloce) e “Sarripoli” (la più insidisosa). L’unica modifica riguarda la prova di Casore, che per attenersi al regolamento vigente è stata accorciata di cinque chilometri rispetto appunto al 2018. Riconfermate partenza ed arrivo nel centro cittadino, in Piazza Gavinana dove, nei due anni addietro, l’evento è stato letteralmente abbracciato dal pubblico delle grandi occasioni.

IL SUCCESSO DELLA RETROSPETTIVA “RALLY CITTA’ DI PISTOIA . . . UNA STORIA”

Inaugurata lo scorso 12 ottobre in occasione della presentazione dell’evento,  la mostra retrospettiva sulla gara, visitabile nella sede ACI Pistoia sino al 10 ottobre, ha conosciuto un notevole successo di pubblico.

Sono trentanove pannelli, uno per ogni edizione del “Pistoia”, che ripercorrono una per una le avvincenti annate andate in archivio, un lavoro che nei giorni della gara sarà possibile anche vedere portati su carta, con una pubblicazione “speciale” realizzata con il Giornale di Pistoia e della Valdinievole, in uscita in edicola per questo week-end. Un’iniziativa dal notevole valore storico sportivo che non mancherà certamente di  essere anche oggetto di collezione.

PROGRAMMA DI GARA

Verifiche sportive:

Sabato 05/10/2019 dalle ore 09:00 alle ore 12:30 c/o Conc. BRANDINI – Via Niccolò Copernico 123 – Pistoia

Verifiche tecniche:

Sabato 05/10/2019 dalle ore 09:30 alle ore 13:00 c/o Conc. BRANDINI – Via Niccolò Copernico 123 – Pistoia

Briefing pre- gara:

Sabato 05/10/2019 ore 15:00 c/o Officine Fattori Maurizio – Via del Redolone 39 – Casalguidi (PT)

Shakedown:

Loc. Santonuovo dalle ore 10:00 alle ore 14:00

Partenza 1° Concorrente:

Sabato 05/10/2019 ore 16:30 da Pistoia

Arrivo 1° Concorrente:

Domenica 06/10/2019 ore 16:50 a Pistoia, con premiazione sul palco

Maxi Car Racing

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

RALLYLEGEND 2020 | CONFERMATO DALL’8 ALL’11 OTTOBRE, APERTO AL PUBBLICO

Una delle chiavi del successo di Rallylegend è quella di essere un evento, da sempre, ...