Home » Kart » CIK » Adria lancia il gran finale del Campionato Italiano ACI Karting

Adria lancia il gran finale del Campionato Italiano ACI Karting

La quarta prova del Campionato Italiano ACI Karting ha proposto il rush finale del Tricolore con le vittorie di Palomba e Lombardo in KZ2, Amendola e Apicella nella MINI Internazionale, Sardo e Sala nella Mini Nazionale, Abbate e Megna nella Rok Junior, Locatelli e Gaglianò nella Rok Senior, Scognamiglio e Al Dhaheri nella X30 Junior, en-plein di Carenini nella X30 Senior.

Ancora una tappa molto competitiva per il Campionato Italiano ACI Karting, giunto ad Adria Karting Raceway al quarto e penultimo appuntamento della stagione Tricolore 2020 prima del finale in programma il 25 ottobre sul Circuito 7 Laghi di Castelletto di Branduzzo (Pavia). Ad Adria sono stati circa 200 i piloti impegnati in questo evento, con le categorie KZ2, MINI Gruppo 3 Internazionale, Mini Nazionale e IAME X30 Junior e Senior in lizza per la quarta prova di Campionato, e le categorie Rok Junior e Senior per la seconda prova dopo l’apertura di Siena. In gara anche le due categorie Rok Mini e Rok Super per il Trofeo di marca Rok Cup Italia.

A Palomba e Lombardo le due finali di KZ2.
La KZ2 questa volta ha visto un numero di concorrenti piuttosto contenuto a causa dell’imminente prova di Campionato del Mondo a Lonato, ma lo spettacolo per la conquista della vittoria non è certamente mancato. A farsi valere nella prima delle due finali del weekend di Adria è stato Giuseppe Palomba su BirelART-TM Racing del Team LG Motorsport, vincitore nelle ultime battute di gara dopo un duello ravvicinato e alcuni scambi di posizioni con il leader della classifica Simone Cunati del Team Modena Kart su BirelART-TM Racing. Fra i due sul traguardo una differenza di soli 198 millesimi di secondo, con Palomba alla sua terza vittoria dopo il successo in una finale a Triscina e una a Sarno. Alle spalle di Palomba e Cunati si è piazzato Davide De Marco del Team Driver su KR-Iame, mentre a perdere il podio è stato il siciliano Angelo Lombardo su Parolin-TM Racing per una penalizzazione. In Gara2 è stato proprio Lombardo però a involarsi verso la vittoria dopo essere partito dalla pole position per la griglia invertita, inseguito fin sul traguardo da Palomba in rimonta e da Roberto Cesari del Team Erre Esse su Parolin-TM Racing autore di una buona prova terminata sul podio. Cunati in questa gara è stato invece costretto al ritiro per un problema tecnico, quarto ha concluso De Marco davanti a Luca Corberi (Tony Kart-Vortex) tornato a gareggiare dopo un’assenza di oltre due anni. L’altro pilota del Team Modena Kart Luigi Di Lorenzo si è classificato sesto. In campionato Cunati mantiene il comando con 117 punti, Palomba sale a quota 109, Lombardo a 95,5.

MINI Internazionale agli italiani Amendola e Apicella.
Come avevano indicato le manches di sabato, spettacolari le due finali della MINI Gruppo 3 Internazionale, con una partecipazione di ben 41 fra i più promettenti giovani a livello internazionale. A salire sul gradino più alto del podio questa volta sono stati i piloti italiani, in Gara1 Francesco Amendola di Revolution Motorsport su Energy-TM Racing e in Gara2 Antonio Apicella del Team Driver su KR-Iame. Nella prima delle due finali il traguardo in prima posizione lo aveva tagliato l’americano Kai Sorensen su Parolin-TM Racing, ma la sua manovra nel sorpasso finale al giapponese Kean Nakamura-Berta su KR-Iame del Team Driver è stata ritenuta irregolare e pertanto è stato penalizzato, scivolando quarto nell’ordine d’arrivo. La vittoria l’ha quindi ereditata Francesco Amendola, con Emanuele Olivieri del Team Formula K Serafini/IPK-TM Racing al secondo posto e l’olandese Thijs Keeren del Team Pantano su KR-Iame al terzo posto. In Gara2 è stato Apicella a vincere sfruttando la griglia invertita nelle prime 8 posizioni, ha ottenuto il successo in un arrivo in volata sull’asiatico Tiziano Monza del Sauber Karting Team su KR-Iame, con il polacco Maciej Gladysz su Parolin-TM Racing al terzo posto. Nakamura in Gara2 si è piazzato settimo recuperando 22 posizioni e mantenendo la testa della classifica con 114 punti, ma con un solo punto di vantaggio su Apicella. Il polacco Jan Przyrowski (AV Racing/Parolin-TM Racing), con un settimo e un quinto posto nelle due finali, è terzo con 101 punti.

Sardo e Sala si impongono nella Mini Nazionale.
Nella Mini Nazionale è stato Salvatore Alfio Sardo su Intrepid-TM Racing a imporsi al termine di una bella battaglia, precedendo sul traguardo Gino Rocchio su Parolin-TM Racing e Filippo Sala del Team Driver su Parolin-TM Racing. Quest’ultimo si è aggiudicato il primo posto nella speciale classifica riservata agli Under 10 anni, su Angelo Bruno Blanco su Parolin-TM Racing e Giacomo Giusto di Revolution Motorsport su Energy-TM Racing. Una leggera pioggia è iniziata a cadere poco dopo la partenza di Gara2, senza comunque creare problemi sulla prosecuzione della seconda finale vinta questa volta da Sala davanti a Sardo e Ludovico Busso del Team Gamoto su Tony Kart-TM Racing. Sala ha vinto di nuovo anche fra gli Under 10 anni, con Blanco al secondo posto e Edoardo Mario Sulpizio di TK Kart su Croc-TM Racing al terzo. In campionato Sardo si è confermato al comando con 170 punti, seguito da Sala con 92.

Abbate e Megna sul primo gradino del podio della Rok Junior.
Dopo il dominio nella scorsa prova di Siena di Riccardo Ianniello con il Team KGT su Tony Kart-Vortex, la Rok Junior questa volta ha visto prevalere in Gara1 Antonio Pio Abbate del Team Zanchi Motorsport su Tony Kart-Vortex, seguito sul traguardo da Ianniello e dal compagno di squadra di Abbate, Andrea Ladina. In quarta e quinta posizione hanno concluso Giacomo Pedrini di Newman Motorsport su Tony Kart-Vortex e Davide Marconato di New Techonology su KR-Vortex, mentre retrocesso in sesta posizione per una penalizzazione si è ritrovato l’altro compagno di squadra di Abbate, Leonardo Megna. Sul bagnato di Gara2 è stato proprio Megna ad avere la meglio ed a vincere su Pedrini e Ianniello, con Eliseo Donno su Tony Kart-Vortex al quarto posto e Ladina al quinto. Costretto al ritiro Abbate per incidente. In campionato continua a condurre Ianniello con 90 punti, seguono Abbate con 67,5 e Megna con 53.

Locatelli vince Gara1, Gaglianò vince Gara2 e consolida la classifica della Rok Senior.
Dopo essersi imposto in prova e nelle manches, Alberto Bernardi su CRG-Vortex non è riuscito a concretizzare un risultato utile nelle due finali della Rok Senior. La vittoria in Gara1 l’ha ereditata David Locatelli su Tony Kart-Vortex, dopo una penalizzazione inflitta a Giuseppe Gaglianò di New Technology su KR-Vortex, che è scivolato in quarta posizione. Alle spalle di Locatelli si sono piazzati Leonardo Moncini su Exprit-Vortex e il compagno di squadra di Locatelli, Mattia Simonini. Quinta Tanja Muller, anche questa con New Technology su KR-Vortex. Gara2 ha visto il riscatto di Gaglianò che è andato a vincere la seconda finale davanti alla brava Tanja Muller, con Giorgio Ermanno Molinari al terzo posto. Moncini ha chiuso in quarta posizione davanti a Simonini, con Locatelli sesto. In campionato allunga in testa Gaglianò con 79 punti, seguono Locatelli con 71 e Molinari con 62,5.

Scognamiglio e Al Dhaheri si dividono il successo nella X30 Junior.
Un duello terminato a due curve dal termine ha deciso l’ordine d’arrivo di Gara1 della X30 Junior, con il leader di classifica Manuel Scognamiglio (Team Gamoto/Tony Kart-Iame) vincitore su Rocco Mazzola su Tony Kart-Iame, indubbiamente i due maggiori protagonisti della prima finale. Terzo si è piazzato Sebastiano Pavan del Team Driver su KR-Iame. Bella prova anche del pilota degli Emirati Arabi Rashid Al Dhaheri del Team Ippoliti su Parolin-Iame, giunto quarto nella bagarre degli inseguitori, davanti a Vincenzo Scarpetta del Team Kidix su KR-Iame, Giulio Olivieri su Righetti Ridolfi-Iame, Francesco Marenghi del Team Driver su KR-Iame e il brasiliano Miguel Costa del Sauber Karting Team su KR-Iame. Nella seconda finale è stato ben presto Al Dhaheri a portarsi al comando e a vincere su Mazzola ancora secondo, e Scognamiglio terzo. Marenghi e Flavio Olivieri di Newman Motorsport su Tony Kart-Iame hanno chiuso le prime cinque posizioni. In campionato guadagna ancora Scognamiglio, che si porta a quota 216 punti, seguito da Mazzola con 190 e da Al Dhaheri passato terzo con 108 punti.

Carenini prende il volo nella IAME X30 Senior.
Danny Carenini del Team Autoeuropeo su Tony Kart-Iame domina la scena nella X30 Senior, dopo aver vinto le manches di qualificazione di Adria si è aggiudicato anche tutte e due le finali, prendendo il volo in campionato dopo l’iniziale predominio di stagione di Cristian Comanducci con il Team PRK Pacitto su Tony Kart-Iame. Carenini ha preceduto sul traguardo di Gara1 Cristian Bertuca, su BirelART-Iame, al suo debutto nella Senior, con Jacopo Giuseppe Cimenes del Team CMT su Tony Kart-Iame al terzo posto. Comanducci ha concluso quarto dopo una bella lotta fra gli inseguitori del terzetto di testa, con Gianmarco Levorato del Team Driver su KR-Iame in quinta posizione e Filippo Croccolino del Team Autoeuropeo su Tony Kart-Iame al sesto posto. In Gara2 ancora Carenini sugli allori, vincitore dopo una bella rimonta per la griglia invertita nelle prime otto posizioni, mentre Comanducci in questa seconda finale è stato costretto al ritiro in seguito ad un contatto. Levorato ha chiuso in seconda posizione, Luca Bertonelli su TB Kart-Iame al terzo posto dopo una penalizzazione inflitta a Bertuca che era giunto terzo sul traguardo. In campionato Carenini aumenta il vantaggio e si porta a 170 punti, Comanducci è secondo con 117, Russo terzo con 88 punti.

ROK MINI E ROK SUPER. Nella Mini Rok in Gara1 ha vinto Enzo Tarnvanichkul (Energy-Vortex) davanti a Griffin Peebles (Parolin-Vortex) e Hernandez Salim Hanna (Energy-Vortex), in Gara2 Peebles su Tarnvanichkul e Matttia Prescianotto (Energy-Vortex). Nella Super Rok in Gara1 ha vinto Domenico Cicognini (Intrepid-Vortex) su Michael Muller (KR-Vortex) e Mattia D’Abramo (Parolin-Vortex), in Gara2 Cicognini su Muller e Riccardo Martinello (Tony Kart-Vortex).

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

STREPITOSA VITTORIA BAGNATA PER MEGNA AD ADRIA

Dopo due podi conquistati ad Adria e Siena e’ arrivata la prima vittoria stagionale nella ...