TIVM

AIR GUZZETTA PUNTA ERICE

In piena lotta nel Tivm Sud, col successo sull’Etna il pilota della New Generation Racing ha soverchiato il trend negativo di inizio estate. Citroen radicalmente ispezionata per il rush finale. 


Ha brillato quasi sempre in prestazioni, ma quasi mai in fortuna.

Angelo Guzzetta ha assimilato benone il passaggio alla RS Plus 1600, grazie alla bontà della Citroen Saxo’ realizzata in sinergia con i noti fratelli Ferrara, addetti alla parte trasmissione e propulsore. 

Nei primi appuntamenti stagionali il Guzza ha subito mostrato un passo di riferimento in una classe molto insidiosa, zeppa di velocissimi e coriacei rivali, grazie anche all’efficacia degli assetti da lui testati e deliberati per ottimizzare il funzionamento delle performanti gomme AVON, coperture di cui e’ tester ufficiale e rivenditore in loco ormai da un paio di stagioni. 

Se le note liete sono quindi arrivate dalle prestazioni di alto livello, qualche noia tecnica ravvicinata ha minato la seconda parte di stagione di Guzzetta, che ha recentemente ispezionato e revisionato la sua vettura per scongiurare altri inconvenienti come l’out al ripartitore di frenata, rottosi in uno degli appuntamenti corsi. 


AIR GUZZETTA PUNTA ERICE

Dopo qualche gara complicata o chiusa sul podio ma senza vittoria, risolte le grane tecniche il Guzza si è quindi ripreso prepotentemente la scena alla Catania-Etna, centrando il miglior riscontro crono e la conseguente vittoria. Un risultato questo che lo ha rilanciato energicamente per un posto al sole nel finale di stagione, grazie ad una vettura efficientata ed oltremodo competitiva. 

La pausa agostana gli serve oggi a ricaricare le pile ed a presentarsi reattivo come mai per il quartetto di gare titolate fino alla finale di Orvieto. Prossima uscita la tappa Civm di Erice, crono da lui interpretata a passo da primato in tutte le configurazioni tecniche in cui si è cimentato. Nella grande classica trapanese infatti, il Guzza detiene ancora il record di gruppo A stabilito nel 2017 e quello di E1 datato 2020, entrambi a quota 1600. 

Articolo di FRANCESCO ROMEO 

Articoli correlati

Back to top button