RALLY NAZIONALI

AL 14° RALLY DELLE MARCHE SI GUARDA AL “GREEN”

La gara della PRS Group, evento di apertura del Challenge Raceday Rally Terra 2021-2022, inaugura una nuova iniziativa promossa dal gestore del Campionato ed avallata con entusiasmo dalla Federazione.


Verrà messa a dimora per ogni iscritto al Campionato o per ogni iscritto alle quattro gare
che ne fanno parte, qualora non iscritti al Challenge.

Lo sport ha sempre dato sostegno al territorio che ospita ogni evento e con l’edizione di quest’anno il Rally delle Marche oltre confermare il proprio ruolo dell’essere veicolo di immagine dei luoghi sul “Tetto delle Marche” e incentivo per l’indotto ricettivo, alza l’asticella.

L’asticella, la alza: la gara di PRS Group, in quella che sarà la sua 14^ edizione in programma per il 15 e 16 ottobre. Si alza con un’iniziativa “green”, promossa direttamente dal Challenge Raceday Rally Terra ed avallata con forte interesse ed entusiasmo dalla Federazione: il progetto consiste nel mettere a dimora una pianta per ogni iscritto al Campionato Raceday o per ogni iscritto alle quattro gare che ne fanno parte, qualora non iscritti al Challenge.

L’iniziativa, sposata ovviamente da tutti gli organizzatori delle gare che compongono il campionato, si sposa assai bene con l’ispirazione che è sempre più forte verso l’ecosostenibilità da parte del motorsport, che proprio sul tema ha posto forte interesse con vetture da competizione che hanno sempre meno emissioni inquinanti.


Di ampia soddisfazione le parole arrivate dall’Amministrazione Comunale di Cingoli, la quale ha sempre posto particolare attenzione ai temi ambientali, promuovendo iniziative volte alla sensibilizzazione ed alla promozione di buone pratiche a tutela dell’ambiente. Il sindaco di Cingoli, dottor Michele Vittori ha commentato: “Abbiamo subito accolto la proposta avanzata da Pirelli e PSR Group di voler attuare delle azioni volte a compensare la Co2 emessa in occasione delle competizioni. I ragazzi rappresentano il nostro futuro, quindi è importante creare occasioni che li mettano a stretto contatto con la natura, perché solo conoscendola potranno rispettarla ed amarla. Realizzeremo un giardino botanico adiacente alla scuola secondaria di primo grado, con la fattiva collaborazione dei ragazzi guidati dagli insegnanti nonché dal Dirigente scolastico”.

LE NOVITA’ SULLA GARA
Vi saranno novità sullo svolgimento del rally, prima fra tutte lo svolgimento al sabato anziché la domenica, per rendere agevole il rientro di piloti e squadre alla domenica. Notizia nuove anche sul tema del percorso, con due prove speciali diverse, di cui una inedita, da effettuare 3 volte, format che ricalca le edizioni passate ed a fronte di questo viene invece confermata la logistica del recente passato, con il quartier generale che rimane a Cingoli così come anche il Parco di Assistenza, previsto nella zona degli impianti sportivi, la partenza ed anche l’arrivo.

Ecco le “piesse” descritte nei loro caratteri salienti:

Shakedown “Valcarecce” (km 2,600): Shakedown completamente inedito, in quanto mai effettuato in precedenza in questa conformazione. Il percorso interessa la parte iniziale della ps Valcarecce e lo start è previsto alla fine del borgo di Cà di Chiocco. E’ da prendere con molta attenzione, perché ricalca il tracciato della gara nel suo complesso. La sua collocazione è anche vicina al parco assistenza per eventuali interventi tecnici necessari sulle vetture.

PS 1-3-5 “Castelletta” (km 10,090): Prova Speciale già effettuato in passato in questa conformazione e che ricalca in buona parte la prova “Dei Laghi” in senso inverso.


PS 2-4-6 “Valcarecce” (km 5,610): Valcarecce: prova mai effettuata in questa conformazione ed è la “piesse “Colognola” del Rally Adriatico effettuata in senso inverso.

La lunghezza totale del percorso è di 215 km di cui 47 saranno di Prove Speciali.

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker