Home » Pista » Time Attack Italia » AL MUGELLO L’ATTO FINALE DEL TIME ATTACK ITALIA 2020
AL MUGELLO L’ATTO FINALE DEL TIME ATTACK ITALIA 2020

AL MUGELLO L’ATTO FINALE DEL TIME ATTACK ITALIA 2020

Oltre cento iscritti e numerosi titoli di classe ancora in palio nella sfida conclusiva della serie tricolore. Diretta streaming dell’evento a partire da Sabato 31 Ottobre con il Porsche Club GT.


Sarà un fine settimana ricco di emozioni quello che si prepara ad andare in scena sul Mugello Circuit, in occasione del round conclusivo del Time Attack Italia 2020. La serie organizzata dalla WD Automotive di Andrea Scorrano si presenta con grandi numeri ed un ricco parterre all’appuntamento sul circuito toscano, per un evento che sarà interamente trasmesso in diretta streaming sui canali Social del campionato.

Dopo la conferma di Serse Zeli sul trono della graduatoria assoluta, avvenuta in occasione del precedente round svoltosi a Vallelunga, il gran finale di stagione mette in palio ancora numerosi titoli nelle varie classi. Saranno oltre cento i concorrenti pronti a sfidarsi sui saliscendi dell’autodromo che ha recentemente ospitato il GP della Toscana di Formula 1, ai quali vanno aggiunti anche i protagonisti del Porsche Club GT, anch’esso pronto ad emanare gli ultimi verdetti di una stagione assai combattuta.

Nella classe Extreme TB, il già campione Serse Zeli punta a concludere in bellezza la stagione al volante della sua Mitsubishi Lancer Evo X, dovendo fare i conti con la Lotus Exige di Andrea Gazzetti, la Subaru Impreza di Andrea Raimondi e la vettura gemella di Olivia Merlini. Titolo già assegnato anche nella Extreme NA, con Marco Iacoangeli (BMW z4 GT3) che si presenta con i favori del pronostico sul circuito toscano, pur dovendo fronteggiare gli assalti delle Ferrari 458 Challenge di Roberto Sestini, Stefano Inama e Salvatore Malizia, oltre a quelli di Ignazio Cannavò (Lamborghini Gallardo GT3) e Stefano Pezzucchi (Porsche 991 Cup).

Per quanto riguarda le classi PRO, la sfida per il titolo è apertissima tra Gianluca Reali (Mini Gp Volumetrica) e Fabrizio Sacco (Citroen Saxo) nella Pro 2000, con il rientrante Simon Hatzipantelis (Honda Civic) pronto ad inserirsi nella lotta per il successo di tappa. Luca Tronconi (Renault Clio RS) intende chiudere i giochi nella Pro 3700, con Alan Simoni a bordo della Honda NSX deciso a voler tornare al successo dopo l’assenza di Vallelunga. Tra gli altri candidati al podio, un posto di spicco spetta a Maurizio Chignola (Bmw M3 e46) e Massimo Navatta su Ginetta G55, mentre da sottolineare la presenza del rientrante Omar Valentini (Bmw M3 e46) e di Alberto e Riccardo Fumagalli, entrambi su Bmw e90 E1. Nonostante il discorso per il titolo sia stato già chiuso a Vallelunga, Roberto Romani (Bmw M3 e46) intende ribadire la propria supremazia nella Pro XL, trovando tra i principali rivali Manuel Gadeschi, Giuliano Anzelini (entrambi su Subaru Impreza)  e Claudio Ciccorossi sull’altra M3 E46, senza ovviamente dimenticare Simone Barri (Bmw 335) e le M3 E92 di Giovanni e Massimiliano Falanga.


La sfida tra le vetture stradali della classe Street si preannuncia particolarmente accesa. Nella Street NA il già campione Marco Pierantoni (Nissan 370z Nismo) deve respingere al mittente gli attacchi di Giacomo Pinzoni (Bmw M3 E46) e Claudio Arena (Honda Civic), senza trascurare numerosi altri candidati al podio: tra di essi Riccardo Calcaterra e Christian Morisco su Nissan 350z, oltre a Riccardo Piatti su Honda Civic. Apertissimo il confronto nella Street TB tra Cesare Bassanini (Fiat 500 Abarth) e Roman Ritzman (Toyota Gt86 Turbo), con i due che giungono al Mugello separati da soli 30 punti; pronto ad inserirsi nella lotta al vertice anche Alex Rasetta su Volkswagen Golf GTI, mentre sarà da tenere d’occhio il rientro di Roman Ritzmann (Toyota GT86 Turbo) e l’esordio di Liborio Tandurella (Fiat Grande Punto Abarth). Nella classe Supercar, Danilo Paoletti punta a collezionare un nuovo trionfo dopo essersi assicurato il titolo al volante della Porsche 991 gt3rs, pur dovendosi confrontare con l’ostinata concorrenza rappresentata dalle vetture gemelle di Massimo Froio e Ivan Melchiorri, dalle Ferrari 488 di Luca Vergoni e Cristiano Portas e dalle Dallara Stradale di Andrea Levy e Alexander Stewart. Ancora aperta la contesa nella classe Superstreet tra Davide Barbariol (Alfa Romeo 4C) e Federico Rizzi (Opel Speedster), anche se non mancheranno i rivali pronti a giocarsi le rispettive chance per il successo di tappa: tra di essi Dino Cicala (Bmw M2 Competition) e Walter Belotti sulla Chevrolet Corvette c6, mentre Pierantonio Macola punta a primeggiare nella Historic con la Porsche 930 Turbo. Inoltre, la Street Limited vede il neo-campione Chrisman presentarsi in gara al volante di una Volkswagen Scirocco, mentre il suo inseguitore Marco Angeloni si conferma al volante di una Porsche Boxter S. Presenti al via, tra gli altri, anche Andrea Aceto (Renault Megane RS) ed il rientrante Federico Bernasconi su Porsche Cayman 987.

Sarà un emozionante testa a testa quello che andrà in scena nella Pocket Rocket, con tre piloti ancora in lizza per il titolo: a contendersi il trono saranno le Mini Gp di Valentino Orlandi, Alessio Cafaggini e Matteo Dedonato, in uno ricco schieramento che (oltre alla numerosa presenza delle scattanti vetture britanniche) vede anche al via la Renault Clio Rs di Alessandro Locatelli e della Fiat 500 Abarth di Raffo Gavazzini.

Tutto da seguire anche il confronto nella Clubman Challenge, con numerosi protagonisti pronti a contendersi il successo: tra di essi Lorenzo Baldi (Abarth 124), Andrea Vaccaneo (Mazda Mx-5) e Marco Corvino (Abarth 124), oltre a Luca De Paoli, Alessandro Castello e Daniele Tebaldini, tutti su Mazda Mx-5.

Ben 42 i piloti iscritti all’ultimo atto del Porsche Club GT, che sul circuito del Mugello assegnerà i quattro titoli in palio nelle categorie Goodyear GT3 RS, D-Factory Cup, Panta GT3 e Paddock GT: al comando delle stesse si trovano attualmente Danilo Paoletti, Ivan Costacurta, Andrea Giorgi e Carlo Manetti.

Andrea Scorrano (organizzatore Time Attack Italia): “Siamo molto contenti di poter chiudere la stagione in un autodromo straordinario come il Mugello, capace di esaltare le doti di guida dei piloti e le capacità di messa a punto delle loro vetture. Ci attende un week-end ricco di emozioni, che abbiamo voluto impreziosire offrendo a tutti gli appassionati la diretta streaming dell’intero evento. Questo per chiudere nel migliore dei modi una stagione che, nonostante tutte le sue difficoltà dovute alla pandemia, ancora una volta ha confermato il grande successo del nostro format agonistico”.


La manifestazione scatterà nella giornata di Sabato 31 Ottobre con le gare riservate al Porsche Club GT, mentre l’indomani andranno in scena le sfide del Time Attack Italia che culmineranno nell’emozionante Superlap. La diretta streaming sarà disponibile sulla pagina Facebook e sul canale YouTube del Time Attack Italia, con inizio alle ore 13:30 (Sabato) e 10:30 (Domenica).

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

TIME ATTACK ITALIA

CHIUSURA IN BELLEZZA PER LA STAGIONE 2020 DEL TIME ATTACK ITALIA AL MUGELLO

Sul circuito toscano assegnati gli ultimi titoli in palio del campionato organizzato da Andrea Scorrano. ...