CIRT

AL VIA IL RALLY DELLA VAL D’ORCIA ED IL RALLY STORICO DELLA VAL D’ORCIA

TUTTO PRONTO PER UN RINNOVATO ED IMPEGNATIVO RALY DELLA VAL D’ORCIA, PRIMO APPUNTAMENTO DEL CAMPIONATO ITALIANO RALLY TERRA OLTRE CHE SECONDO APPUNTAMENTO STAGIONALE DEL CAMPIONATO ITALIANO RALLY STORICI TERRA.  PRESENTI I PRINCIPALI PROTAGONISTI DELLA SPECIALITA’ .


Un Rally della Val d’Orcia inedito, sotto certi aspetti, quello che si sta avvicinando con un percorso importante che ha fatto la storia della specialità e che vede utilizzati contestualmente tratti dal passato illustre. Sette prove speciali in programma che metteranno a dura prova sia i mezzi che i conduttori e che daranno il via al Campionato Italiano Rally Terra e al Campionato Italiano Rally Terra Storico che si preannunciano ricchi di spunti agonistici interessanti e dove prevarrà incertezza fino alla fine.

Il doppio passaggio della prova d’apertura del sabato (19/3 ore 12.15 e ore 15.39), la rinnovata prova di San Casciano dei Bagni – Fighine di ben Km. 13,41 dove ritornerà dopo alcuni anni il passaggio dallo spettacolare bivio sulla SP 321 a San Casciano dei Bagni, il ritorno (domenica 20/3) della classica prova di Radicofani di Km. 12,61 (ore 7.44 e ore 11.37) con l’altrettanto spettacolare passaggio che sfiora il borgo senese che sarà ripetuta tre volte (con ultimo passaggio accorciato a Km. 9,52 ore 15.30) e la doppia ripetizione dell’oramai consolidata ed apprezzata prova di Piancastagnaio di Km. 11,05 (ore 8.48 e ore 12.41) saranno lo scenario dove si svilupperanno le due manifestazioni.

Si entrerà nel vivo della manifestazione con la distribuzione del road book venerdì 18 marzo e nella stessa giornata saranno previste le ricognizioni delle tre prove speciali in programma. Le verifiche tecniche invece saranno in programma venerdì 18 marzo dalle ore 18.00 alle ore 21.30 per coloro iscritti allo shake down, mentre per coloro non iscritti allo shake down sabato 19 marzo dalle ore 08.00 alle ore 10.30.  Sempre nella mattinata di 19 marzo dalle ore 07.30 alle ore 11.00 in programma lo shake down.

La doppia validità per le due principali titolazioni ha confermato l’ottimo lavoro svolto dalla Radicofani Motorsport in questi anni che ha così avuto il riconoscimento di quanto fatto dalla federazione Acisport che l’ha promossa ai campionati maggiori.


Un lavoro che ha coinvolto e che è stato sostenuto anche dai Comuni interessati a trecentosessanta gradi di Piancastagnaio, San Casciano dei Bagni e Radicofani che diventeranno per un week una piccola repubblica intitolata al motorsport.

Una trentina le vetture della categoria R5 presenti capitanate dal pluricampione italiano e del Campione in carica Terra, il garfagnino Paolo Andreucci che oltretutto partirà con il numero uno, il giovane diventato una realtà del panorama rallystico italiano Alberto Battistolli con il numero due, il forte Enrico Oldrati (n.3) , il vincitore della scorsa edizione Giacomo Costenaro (n.4) tutti su Skoda Fabia a cui segue “Pedro” su Volkswagen Polo (n.5). Questi i primi cinque che partiranno a cui certamente si uniranno numerosi altri, come anche nella gara riservata alle autostoriche con i principali protagonisti sia dell’edizione precedente che del Campionato 2021 tra cui il vincitore del due ruote motrici il sammarinese Bruno Pelliccioni con la spettacolare Ford Escort.

Si preannuncia quindi un’edizione ricca di spunti agonistici quella imminente e incerta fino all’ultimo metro, inoltre il ritorno della partenza e dell’arrivo nel borgo di Radicofani darà un ulteriore segnale di ritorno alla normalità oltre ad offrire una coreografia più unica che rara.

Articoli correlati

Back to top button