Home » Slalom » ALFONSO CASILLO E’ TRICAMPEAO

ALFONSO CASILLO E’ TRICAMPEAO

Vincendo lo slalom di Sambatello sulla sua Elia 1000, il pilota New Generation Racing centra il terzo titolo della serie Aci Catanzaro, su quattro disputate. Campano d’origine ma calabro di adozione, per il 2017 carica munizioni dal taglio ancora più grosso.

Per la penultima sfida della serie, prima della gara salotto di Catanzaro, il Menù è stato ricco. E poteva essere indigesto. Rosario Miano, il solito Gaetano Piria ed un ritrovato Giuseppe Cuzzola, potevano guastare la festa a Casillo, che da qui al rush finale dell’11 dicembre nella tenzone cittadina del capoluogo, poteva decidere quando proclamarsi per la terza volta Campione Calabrese Slalom anno solare 2016.

img_20161120_183736I monellacci antagonisti, hanno onorato il loro compito: Cuzzola ad esempio aveva firmato per due volte la migliore performance, scendendo anche sotto il muro dei due minuti. Manches per lui inficiate però, dal contatto con un birillo a sessione e dallo spegnimento della sua macchina allo start della seconda sua salita, che gli è costato 4,8 secondi decisivi di aggravio sul tempo finale. Avendo una potente e larga barchetta completamente concepita per le salite, affatto adatta alle svolte fra le postazioni, non ha centrato quella scalata al trono di Sambatello già conquistato in passato. Per lui un uscita negli slalom dedicata alla stima nutrita per Giuseppe Denisi, anima della gara gallicese. Rosario Miano voleva fare bis dopo il bel successo di Simeri Crichi, ma il suo buon 2.05, che gli avrebbe fruttato la vittoria in non poche edizioni di questa gara, quest’anno gli ha consentito solo il secondo posto finale. Piria invece, l’ultimo sfidante potenziale di Casillo, aveva centrato un timing di pochi decimi migliore di quello di Miano, ma il campione regionale 2014 incappava in una penalità e scivolava al terzo posto, compromettendo così definitivamente, la sua già difficile lotta per il titolo. Al netto di tutti gli attori della trama della Gallico-Sambatello 2016 quindi, emergeva prepotente il fresco tri-campione regionale, che andava fortissimo con la sua Elia 1000 senza prodursi in alcuna sbavatura. Negli slalom, inesorabile, vince chi più forte va e chi meno sbaglia. Casillo ha meritatamente vinto l’ennesima coppa stagionale, trofeo che gli concede di fare valutazioni e ringraziamenti sull’ottimo 2016 messo quasi in archivio: “Non img_20161120_183758pensavo di essere andato tanto forte, credevo che Miano avesse fatto il miglior tempo perché già avevo come dato il birillo preso prima da Cuzzola. Quando poi ho scoperto di aver fatto 2.02 alto, è stata una grande sorpresa per me. La cosa più bella è che mi sia ripetuto fino alla seconda manche sempre su alti livelli, segno che il mio ritmo è rimasto sempre alto e fluido. Felice per aver centrato, ormai matematicamente, il terzo titolo calabrese fra i birilli, in questa serie concepita e portata avanti da Eugenio Ripepe e dal suo staff con grande sagacia. Li ringrazio per quello che fanno dal 2013. Così come ringrazio i fratelli Sebastiano e Tommaso Elia, il direttore tecnico Cinzia Cantaffio, il mio assettista Victor Nolè e tutte le persone che mi sono state vicine in questa stagione dura, ma molto bella. Dei tre titoli vinti questo lo considero il più gratificante, per il valore ancora maggiore della concorrenza. Resta la gara clou di Catanzaro che voglio onorare nel migliore dei modi, cercando di vincere anche là. Poi mi dedicherò all’installazione del motore Bmw 1000 ed al settaggio della macchina nella nuova configurazione, con la quale voglio affrontare nel 2017 anche qualche salita. E permettimi di ringraziare voi de ilTornante.it, che fate un lavoro unico ed egregio per questo sport. Se non ci fosse la vostra opera puntuale e piacevole da seguire, le nostre corse perderebbero un punto di riferimento molto importante. I miei parenti ed amici del nord italia, che non possono seguire le mie corse con costanza, hanno con voi un appuntamento costante. Grazie, grazie di cuore a voi e a chi mi ha seguito da lontano. Arrivederci a Catanzaro.”

Francesco Romeo 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

PILOTI PER PASSIONE: CIVM E CIS NEL 2020

Nello slalom tricolore di Melfi allo start Antonino Branca, Agostino Fallara e Gaetano Rechichi. Domenico ...