CIVM

Alla 64^ Coppa Selva di Fasano pubblico certo ma meteo incerto

Scatterà alle 9 di domani, domenica 14 maggio la gara pugliese organizzata dalla Egnathia Corse. Pioggia intermittente e cielo coperto hanno caratterizzato le ricognizioni per i 203 concorrenti ammessi al via. Miglior riscontro per Montagna su Lamborghini, ma in gara tutto può cambiare. Faggioli, Fazzino, Lombardi, Conticelli, Cassibba, Franco e Luca Caruso, pronti ad assalire la vetta.

La 64^ Coppa Selva di Fasano ha acceso i motori ed i 203 concorrenti ammessi al via hanno preso familiarità con i 5,6 Km di tracciato in condizioni incerte per via dei capricci del meteo.

Pioggia intermittente, cielo coperto e vento piuttosto freddo. Questo il tempo della giornata di ricognizioni, con piloti e team che hanno preso decisioni solo pochi istanti prima del via per individuare quali soluzioni testare in vista delle due gare che scatteranno a partire dalle ore 9 di domani, domenica 14 maggio. Tutto sarà in live streaming su @Campionato Italiano Velocità Montagna e sulle altre pagine social della Federazione. Le due gare CIVM in diretta su ACI Sport TV (228 Sky). Apripista d’eccezione ancora la Lamborghini Essenza SCV12, la GT da 850 cavalli costruita in soli 40 esemplari dalla casa di Sant’Agata Bolognese, affidata ad Ivan Pezzolla per deliziare il numeroso pubblico. Altro ospite applaudito Alex Caffi, il monegasco il già F.1, che ha portato all’esordio su un tracciato in salita la Tesla. In gara si aggiungerà anche Giancarlo Fisichella che precederà le auto in gara sulla Ferrari 488.

Dall’affollato gruppo delle Super car è emerso Francesco Montagna, che al volante della Lamborghini Huracàn in versione Super Cup (Trofeo), ha fatto segnare il miglior riscontro di giornata in 2’49”44, sebbene la pioggia abbia sorpreso il pilota di Cisternino sul finale. Molto a suo agio sul tracciato di casa anche l’esperto Francesco Leogrande che sulla Porsche 991 è stato tra i più in vista della prima salita. In gara è pronto a sferrare l’attacco il romano Marco Iacoangeli sulla BMW Z4 GT3 e sarà duello con Lucio Peruggini, il foggiano all’appuntamento di casa con la Ferrari 488. In grande evidenza sono saliti il fasanese Giacomo Liuzzi su MINI RS+ ed il calabrese Giuseppe Aragona su Hyundai i30 di gruppo TCR, come Giovanni Loffredo su Volkswagen Golf GTI.

Sono state prove utili per l’eventualità di pioggia e condizioni di bagnato in gara per i protagonisti delle categorie maggiori, che hanno svolto le ricognizioni nelle condizioni meteo più impegnative. Simone Faggioli, su Norma M20 FC Zytek ha ottenuto il miglior riscontro, 7° in ordine generale. Adesso il pluri campione fiorentino della Best Lap è al lavoro per prepararsi ad ogni eventualità, come il compagno di team Franco Caruso. Il ragusano che sulla Nova Proto ha preso dei riferimenti sul tracciato, come il giovane bresciano Virgilio Gosio sulla piccola Nova Proto NP03 Aprila. Primi Km stagionali per il trapanese Francesco Conticelli sulla Nova Proto NP 01-2 di classe regina, mentre si annuncia pungente come sempre l’etneo Luca Caruso su Osella PA 2000. Prove assolutamente caute per Achille Lombardi sulla versione turbo dell’Osella PA 2000, mentre una noia elettrica subito risolta dal Team Paco 74 Corse, ha fermato Luigi Fazzino anche lui su Osella turbo.

Sarà particolarmente coinvolgente la sfida tra le TCR, le auto in arrivo dal Turismo in pista, dove il calabrese Giuseppe Aragona nell’estemporanea esperienza sulla Hyundai i30 è stato il miglior interprete del percorso in prova, con il 4° crono generale nella prima manche. Anche il salernitano Giovanni Loffedo ha mostrato la sua esperienza su fondo umido sulla Volkswagen Golf con cambio DSG, classe in cui duellerà certamente con il padrone di casa Andrea palazzo, anche lui su Golf. Sfortuna per il pistard Francesco Savoia su Peugeot 308 costretto ad uno stop anticipato per uscita di strada nella prima manche.

Sarà avvincente anche il gruppo E1 dove si è messo in evidenza Alessandro Tortora con la Peugeot 106 sovralimentata, con il siciliano Pietro Ragusa su Renault 5 GT Turbo che ha prenotato un posto di vertice come il calabrese Davide D’Acri su Citroen Saxo.

Sfide pugliesi in gruppo Racing Start Cup con il padrone di casa Giovanni Angelini deciso a fare la voce grossa al volante della MINI, forte di esperienza e familiarità col tracciato, ma la tarantina Anna Maria Fumo vuole emergere certamente con la Peugeot 308, per i motori atmosferici c’è il siciliano Luigi Quaranta pronto all’attacco alla vetta sulla Renault Clio: Nella categoria degli ospiti speciali alla gara della Egnathia Corse al volante delle Lupo Cup, Lorenzo Tano si è messo in evidenza Lorenzo Tano (figlio dell’attore Rocco Siffredi), ma l’attore Ettore Bassi è pronto a far valere la sua dimestichezza con le auto da corsa, come lo sarà Gimmy Ghione, anche lui con numerose esperienze racing all’attivo.

Giacomo Liuzzi al suo ritorno sulla MINI in Racing Start Plus, è stato subito ottimo interprete del tracciato di casa, dove in prima manche ha fatto registrare il 3° crono in prova. Il duello sarà certamente con il tarantino Vito Tagliente e la Peugeot 308, con cui il driver di Martina Franca cerca riscatto dopo lo stop a Sarnano. Il milanese Gianluca Grossi si è portato bene in evidenza la volante della Renault Clio con cui mira al pieno di punti tra le motorizzazioni aspirate.

Per le auto derivate dalla serie del gruppo Racing Start a giovanissima altoatesina Selina Prantl che ha testato per la prima volta il tracciato al volante del MINI, è stata la più agile nella seconda manche. Cosimo Laghezza ha mostrato disinvoltura al volante della Peugeot 106, mentre compromesso da uno stop e ripartenza, il riscontro cronometrico per i maggiori protagonisti del tricolore, con Angelo Loconte che su Peugeot 308 conta molto sull’esperienza alla gara di casa, come Marco Magdalone anche lui sulla 308.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio