Home » Salita » Ancora un podio nella classifica per Scuderie per la Catania Corse alla 62° Coppa Nissena

Ancora un podio nella classifica per Scuderie per la Catania Corse alla 62° Coppa Nissena

Ottava piazza assoluta per Samuele Cassibba, ancora in lotta per il titolo italiano che si deciderà all’ultima prova. Un errore di valutazione in gara due rovina la festa di Angelo Roberto Faro che aveva impressionato in gara uno.

Sette giorni dopo l’appuntamento trapanese il circus del CIVM si è ritrovato a Caltanissetta, impegnato nella seconda prova siciliana del Campionato. Rispetto ad Erice, sia il luogo (praticamente sperduto nella periferia nissena) che il tracciato erano totalmente diversi: tortuoso e pieno di tornanti il percorso trapanese, velocissimo quello nisseno. In una domenica in cui la Sicilia è stata colpita da veri e propri nubifragi, il cielo ha assistito i piloti, facendo disputare le due salite sull’asciutto: ha iniziato a piovere subito dopo la fine della gara. La Catania Corse ha centrato di nuovo il secondo gradino del podio, nonostante la sfortuna si sia accanita su diversi piloti del sodalizio etneo, a partire da Giovanni Cassibba, fermo in gara due, così come Franco Corallo; ritirato in gara due anche Orazio Arcidiacono, mentre Michele Alba si era fermato in Gara uno. Menzione a parte merita Angelo Roberto Faro, che ha concluso la seconda salita contro la chicane, tradito dall’eccessivo entusiasmo che nella prima manche lo aveva issato al comando del Gruppo E1 Italia con una prestazione incredibile. Eccellente come al solito il comisano Samuele Cassibba, in lotta per il titolo italiano, che ha concluso all’ottavo posto assoluto; Angelo Bonforte, al volante una tantum di una Osella PA20 ha concluso al secondo posto di classe, mentre il figlio Agostino, che portava in gara la potente Bmw M3 del padre, ha vinto al sua classe piazzandosi al terzo posto di Gruppo E1 Italia. Buona la prova di Salvo Monzone che, dopo la vittoria alla Monti Iblei, è sceso di un gradino dal podio piazzandosi secondo in N1.6. Vittorie di classe per Salvatore Naselli e per Antonio Lo Nigro, entrambi anche al terzo posto nei rispettivi Gruppi E2SH ed E1A; vittoria nella classe 1.6T del Gruppo E1 Italia per Giovanni Grasso e seconda posizione (alle spalle del giovane Lo Nigro) per Olindo Cassibba. Secondo appuntamento siciliano per il maltese Joe Anastasi e la sua pepata Mini Cooper: il 70enne appassionato, che milita nelle file della Catania Corse dal 1978 è rimasto impressionato dal velocissimo percorso: si è davvero divertito! Piazzati nella affollata classe delle Bicilindriche Antonino Cardillo, Pippo Marino, Cosimo Lazzaro e Camillo Centamore; vittoria di classe per Salvo Cocimano davanti al compagno di colori Vito Mauro; quarta piazza invece per Vincenzo La Pegna. Qualche settimana di tempo per rimettere a punto le auto e ci si ritroverà a Giarre, per la cronoscalata che chiuderà la stagione 2016.

Ufficio stampa Scuderia Catania Corse

Max Lo Verde

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Nessuna nuova restrizione per l’organizzazione e l’effettuazione delle manifestazioni automobilistiche iscritte nel Calendario Nazionale ACI

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (Dpcm) del 18 ottobre conferma tutte le ...