RALLY

ANGELI, DAL CIOCCO, PER IL BIS NEL TROFEO OPEN N5

Il primo atto su asfalto a coefficiente maggiorato, al via nel weekend, vedrà l’attuale campione in carica mirare alla doppietta, su una Toyota Yaris N5 di Bertino.


Arrivo il Rally Il Ciocco e Valle del Serchio, in programma per i prossimi 4 e 5 Marzo, ed il Trofeo Open N5 sale ancora di livello, dopo aver già aperto le porte al suo elenco B con il Rally Valle del Tevere della scorsa settimana, aumentando la posta.

Una serie di gare a coefficiente maggiorato, scattata proprio dall’appuntamento aretino e con quello toscano quale primo su asfalto, nel quale i principali contendenti al titolo potranno godere di una nuova occasione per vedere quadruplicati i punti raccolti sul campo.

Gianluca Angeli, vincitore del Trofeo Open N5 nella passata edizione, non si è fatto scappare questa ghiotta opportunità, rilanciando le proprie ambizioni in ottica di un ambito bis.

“Nel 2021 ho sempre consigliato le N5” – racconta Angeli – “perchè il rapporto qualità prezzo era ragionevole ed abbordabile. L’ottima idea di De Dominicis, quella di portare in Italia questa tipologia di vetture, è in grado di accontentare tutta quella clientela sportiva che rimaneva scoperta. Mancava proprio una classe di mezzo tra una R2, una N3, una Super 1600 verso le R5. Vincere il Trofeo Open N5 è stata un’esperienza veramente importante, cresciuta rally dopo rally. Eravamo abituati ad affrontare due o tre gare all’anno su una N3 e ci siamo ritrovati catapultati nei maggiori eventi dell’italiano. È stato un sogno che, piano piano, si è avverato.”


Dopo aver iscritto il proprio nome nell’albo d’oro della serie targata 2021 il pilota di Castelnuovo Garfagnana ha recentemente chiuso l’accordo con Tecnica Bertino, pronto ad affrontare una delle classiche del rallysmo tricolore su una Toyota Yaris N5, dotata di tutte le ultime evoluzioni.

“Nel 2021 abbiamo vinto con una Citroen DS3 N5 dei Power Brothers” – aggiunge Angeli – “ed avendo guidato soltanto quella vettura non posso che parlarne bene e consigliarla. Un aspetto importante di queste N5 è che le vetture sono tutte uguali, sul piano tecnico, quindi l’esterno diventa un fattore estetico che varia da pilota a pilota. Sono buone vetture, semplici da guidare e ti fanno sentire veramente un pilota con la P maiuscola. Un buon compromesso per tutti quelli che vogliono passare, con costi ragionevoli, dalle due alle quattro ruote motrici. Quest’anno non è stato facile trovare il budget ma alla gara di casa non si poteva mancare ed eccoci qua.”

Il Ciocco sarà quindi il primo round su asfalto del Trofeo Open N5 a coefficiente quattro, in un elenco B che conterà anche Sanremo, Roma, Cassino, Valle del Tevere, Val d’Orcia, Foligno, Adriatico, San Marino, Città di Arezzo, Liburna, Prealpi Trevigiane, Vermentino, Marca, San Martino di Castrozza, Bassano, Como e dell’innovativo Mastershow Terra dei Piloti.

Dell’elenco A, a coefficiente cinque, faranno parte le tappe del Targa Florio e di Alba.

Articoli correlati

Back to top button