Home » Salita » CIVM » ANTHONY ILARDO NON STECCA GUBBIO

ANTHONY ILARDO NON STECCA GUBBIO

Ottimo secondo di classe per l’artista campano, sulla Radical SR4 settata dalla HC Racing e iscritta dall’AutoSport Sorrento.

Aveva lasciato la Radical SR4 in gara tre anni fa, mentre aveva affrontato Gubbio solo un anno addietro, ma con una ben diversa vettura Turismo. Anthony Ilardo ha ricominciato la sua esperienza in salita centrando un risultato molto rilevante, sulla strada umbra. Lo score finale racconta di un gradino mediano del podio dal grande peso specifico, in considerazione del valore e del numero di gare all’attivo del vincitore di classe 1400 e della desuetudine di Ilardo alle sfide in pendenza, con la barchetta inglese. Proprio la SR4 si è confermata capace come nessuna, di agevolare il compito anche a driver discontinui come l’artista partenopeo. Ilardo ha mostrato rilevanti doti personali, che aspettano solo di essere esplorate e valorizzare ulteriormente, grazie anche alla perfetta interazione con la factory HC Racing, capace di dialogare con piloti di variegata esperienza e di ottimizzarne quindi al meglio le loro performances. Il lavoro del team, la resa delle gomme Avon e la buona base personale del pilota, più veloce nella sua prima uscita a Gubbio di quasi tutti i debuttanti sulla litro e quattro inglese degli ultimi anni, hanno restituito un secondo posto nella E2SC-1400 che pone le basi per un buon proseguo dell’esperienza di Ilardo con l’AutoSport Sorrento e la Radical SR4 Evo. I sorrisi per questa prestazione del cantante partenopeo, agli scacchi della Madonna della Cima, non risparmiavano neanche una coordinata pdel box AutoSport Sorrento.

Francesco Romeo
Comunicazione AutoSport Sorrento

Maxi Car Racing

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

SIMONE FAGGIOLI A CUORE APERTO

Intervista verità a Mister 24 Titoli. Schietto e diretto sul difficile duello presente, sulla sua ...