ARGESE L’IMBATTIBILE SI CONFERMA RE DI TORRICELLA E SI AVVICINA AL TITOLO TRICOLORE FORMULA CHALLENGE

Sulla Pista Fanelli il driver fasanese, su Radical SR4, ha vinto il 5^ Trofeo d’Autunno davanti al campano Cioffi ed al lucano Lavieri, e consolida il primato nella classifica del campionato italiano di specialità ACISPORT 2023.

Nel giorno del suo 31mo compleanno il regalo più atteso si chiama vittoria! Con il tempo totale di 8’43.93, somma delle due migliori manches sulle tre disputate, il fasanese Donato Argese, su Radical SR4 Gruppo E2 SC, ha conquistato oggi sul circuito Pista Fanelli di Torricella, in provincia di Taranto, il 5° Trofeo d’Autunno, terz’ultima tappa del Campionato Italiano Formula Challenge ACI Sport 2023, mantenendo l’imbattibilità e consolidando il primato nella classifica tricolore. E ora il traguardo finale, il titolo italiano assoluto, è sempre più vicino.

“Questa vittoria è stata davvero combattuta – ha dichiarato il portacolori della Fasano Corse a fine gara – sono soddisfatto di aver potuto giocare di strategia non spingendo in gara uno e dando il massimo nella seconda manche. Mi dispiace che nella terza manche il mio rivale, Cioffi, sia stato sfortunato, un degno avversario con cui è molto interessante confrontarsi. Ora penso alla sfida di fine mese in Campania, che potrebbe rivelarsi decisiva”.

Costretto al ritiro in gara tre per la rottura di un semiasse della sua Radical Prosport, il driver di Agerola Romeo Cioffi ha dovuto rinunciare alle aspirazioni di vittoria, autore della miglior prestazione in gara uno e di una performance decisamente competitiva.

“Purtroppo ho dovuto fare i conti con un guasto meccanico ma ho combattuto con grinta – ha commentato il pilota della scuderia Vesuvio – Rivolgo i miei complimenti ad Argese che ha meritato la vittoria”.

A fine gara i due competitors si sono scambiati la stretta di mano dandosi appuntamento alla prossima sfida. Sul terzo gradino del podio è salito il lucano di Policoro Antonio Lavieri, della Valdelsa Classic, che ha portato in pista una splendida Ralt RT32 2000 Gruppo E2 SS. Il lucerino Giuseppe Palumbo, su Chiavenuto Suzuki, è quarto assoluto davanti al tarantino Vito Sgobio, portacolori della Max Racing, scuderia vincitrice, al volante della sua Elia Avrio St09, la stessa vettura con cui il lucano Innocenzo Vizzuso ha chiuso in sesta posizione. Ottimo settimo posto per l’Under 23 di Monopoli Francesco, alla sua seconda gara a bordo della Radical SR4 dei fratelli D’Amico. I minibolidi kart cross Gruppo E2 SS entrano in top ten con Lorenzo Mansueto, dell’Apulia Corse, ottavo, e Giovanni Liuzzi, decimo. Pierpaolo Potenza (scuderia Valle d’Itria) è nono su Osella PA21.

Nei restanti gruppi in gara sul circuito Pista Fanelli di Torricella, successo in Gruppo E1 Italia per Vito Pastore, tredicesimo assoluto, che, al volante di una Renault 5 GT Turbo, taglia il traguardo dei quattro giri di pista davanti a tutti in tutte e tre le gare disputate. Lo imitano, tra le bicilindriche, Oronzo Montanaro su Fiat 500, tra le Gruppo Racing Start, Natale Ruggiero su Peugeot 106 e, su vettura gemella, solitario in Gruppo Speciale Slalom, Francesco Marotta. Sempre al volante della “piccola” della Casa del Leone, successo in Gruppo Racing Start Plus per Emanuele Losito. A Paolo Garzia bastano due tornate di pista, la prima e la seconda, per salire con la sua Citroën Saxo Vts sul gradino più alto del podio di Gruppo N. Gruppo in cui Giulia Candido, su Peugeot 106, conquista la vittoria tra le “pilotesse” in gara e, con due gare di anticipo, si laurea Campionessa Italiana Formula Challenge 2023. Vittoria in solitaria tra le storiche, ma non per questo meno meritevole di applausi, per Antonio Miniaci al volante di una Peugeot 205.

Exit mobile version