Home » Pista » ARGIRO’ SUPERFAST AL TROFEO NAPPI

ARGIRO’ SUPERFAST AL TROFEO NAPPI

Super prova del pilota New Generation Racing, che al debutto in pista vince la feroce classe N1600 a Battipaglia, gremita da ben 18 auto. Filippo Lacanna secondo in E1-1400 ed Alfredo Mancaruso leader in E1-1150M, gratificano il roster di Tiriolo afflitto da ben 5 out tecnici.

Uno stillicidio meccanico senza precedenti, che ha stroncato le oggettive ambizioni di competitività nelle varie classi in cui erano impegnati gli uomini della New Generation Racing. La speranza e l’ambizione insieme della vigilia infatti, sostenute dai risultati di gara stagionali, era che tutti e 9 i driver NGR iscritti alla due giorni del Trofeo Nappi, potessero essere oggettivamente protagonisti. Uno dopo l’altro però, ben cinque di loro hanno dovuto alzare bandiera bianca per una sequenza perversa di rotture meccaniche del tutto inconsuete o ponderabili, che mettevano fuori gioco oltre la metà dello schieramento di forze della scuderia di Tiriolo. Dinamiche che hanno inficiato il risultato sportivo ma che ne hanno evidenziato e potenziato il legame umano in essere fra i soci presenti, pronti a scambiarsi repentinamente componenti delle loro vetture come in un frenetico collage, pur di dare una chance di correre quantomeno al compagno di team. Sull’argomento si esprime il presidente Salvatore Trapasso: E’ stato tutto molto bello, a dispetto della sfortuna concomitante, perché i ragazzi della New Generation Racing hanno dato prova di essere una squadra unita e coesa al massimo livello. La sfortuna ci ha bastonato in tutto il week end, ma mi dicono che i ragazzi abbiano fatto una sinergia fra loro straordinaria che mi rende ancora una volta orgoglioso di loro.

Le cronache di gara hanno premiato il bellissimo acuto di Maurizio Argirò, esordiente in pista e quindi ancora più encomiabile nella sua capacità di battere la concorrenza di altre 17 indiavolate vetture della N1600, scese in pista in tre turni per ovviare alla loro massiccia presenza. Il commento del vincitore della N da litro e sei, trasuda stupore ed entusiasmo vividi: Sono contentissimo e ringrazio la mia scuderia per l’opportunità concessami. Non dovevo essere presente a Battipaglia ma grazie all’invito del team sono stato presente, così ho approfittato di questa occasione per saggiare delle soluzioni inedite che ho portato al debutto sulla mia macchina. Sebbene non abbia potuto girare molto alla vigilia per problemi di pescaggio, ho poi avuto delle sensazioni immediatamente positive dal mio approccio alla pista, che ho trovato molto piacevole in ogni settore. Corro in auto dal 2006 ma su un circuito non avevo mai girato e malgrado questo ho preso il ritmo, stando attendo a gestire anche i freni che dopo qualche tornata tirata hanno mostrato segni evidenti di cedimento. Per essere un debuttante in pista, credo sia un buon risultato. Mi è venuto tutto bene e con fluidità e alla fine sono stato premiato dalla vittoria fra tanti avversari. Sono contentissimo per questa splendida esperienza..

Ha portato il pane a casa anche Filippo Lacanna, che nelle mille peripezie occorse ai componenti del team è riuscito a ritagliarsi uno spazio importante in E1-1400, classe nella quale si è costruito un ottimo secondo posto finale con grande margine sul terzo agli scacchi.  Ulteriore soddisfazione stagionale per Alfredo Mancaruso, tricolore in carica di E1-1150M, che con la sua compatta auto-costruita con motore da moto, si è portato verso Catanzaro la coppa del vincitore di categoria.

Francesco Romeo
as New Generation Racing

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

Prima di Villorba Corse con la Mercedes-AMG GT4 alla 12 Ore del Mugello

Il 29-30 marzo la scuderia veneta sarà al via del primo round della 24H Series ...