Home » Rally » CIR » Aspettando il Rally del Friuli | Intervista a Simone Campedelli

Aspettando il Rally del Friuli | Intervista a Simone Campedelli

Mancano pochi giorni del via, a fine mese, della sesta gara valida per il Campionato Italiano Rally. Simone Campedelli, classe 1986, è uno dei principali attori di questo CIR 2019 ed è pronto a risalire sulla Ford Fiesta R5 targata M-Sport,  affiancato dall’esperta Tania Canton al 55° Rally del Friuli Venezia Giulia.

 Attualmente, il pilota di Orange1 Racing, si trova in seconda posizione con 51,75 punti, a 12,75 lunghezze dal leader Giandomenico Basso.

Il CIR 2019 e il feeling con la Ford Fiesta R5Un bilancio dopo questa prima parte di stagione.

Direi che finora abbiamo avuto una stagione positiva. Io, Tania e il team siamo stati sempre consistenti e costanti e, questo si rispecchia nei risultati ottenuti: tre secondi posti e una vittoria. L’unico rimpianto finora è il weekend in Sardegna dove abbiamo pagato a caro prezzo la trasferta con la rottura dell’idroguida. Il RIS era un terreno congeniale per noi quindi la rottura e il cappottamento, hanno compromesso l’intero weekend di gara. Ora siamo secondi in classifica di campionato e vogliamo sicuramente fare ancora meglio.

Come ti sei preparato per il prossimo impegno tricolore?

Più che altro ho cercato di staccare la spina. Un momento di riposo serviva dopo gli impegni della prima parte di stagione. Abbiamo effettuato una mezza giornata di test settimana scorsa, ma era rivolto più allo sviluppo della macchina in vista della Germania che in preparazione della prossima gara.

Quante volte hai disputato il Rally del Friuli?

Cinque volte, è una gara che mi piace e dove conservo ottimi ricordi, di quando correvo nello Junior e nel gruppo N. 

Obiettivi e sensazioni?

Positive. Dal canto nostro, siamo nella miglior squadra, restiamo abbastanza tranquilli e consapevoli che possiamo essere veloci con la Ford. Al tempo stesso restiamo comunque con i piedi per terra e l’obiettivo principale è rendere la macchina ancora più veloce, al top, più veloce. Al momento il salto di qualità che ci aspettavamo al Rally di Roma non c’è stato, quindi l’obiettivo è continuare a lavorare sulla vettura e puntare al massimo rendimento. Speriamo nella pioggia a Udine che potrebbe livellare i valori in gara.

Ti preoccupa qualcuno in particolare in questo prossimo round?

Finora gli avversari sono stati sempre tutti molto competitivi. La battaglia è stata sempre accesa e lo sarà senza dubbio anche in Friuli. Sicuramente chi cercherà il risultato più concreto sarà Luca (Rossetti), che correrà in casa e sarà quello che più di tutti tra noi vorrà vincere.

Il 55° Rally del Friuli Venezia Giulia, valevole per il C.I.R., si disputerà venerdì 30 e sabato 31 agosto, per un totale di 153,85 km di prove speciali. La gara sarà inoltre valida anche come settima prova del Campionato Europeo Rally Storici (FIA EHSRC), sesta per il “tricolore” rally storici (CIRAS), oltre a far parte del Central European Zone (CEZ) e per la Coppa Rally di 4^ zona. Presenti anche i trofei Peugeot, Renault e Suzuki.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

Aprono le iscrizioni al Rally Due Valli 2019

La manifestazione organizzata dall’Automobile Club Verona, in programma dal 10 al 12 ottobre a Verona, ...