Home » Salita » ATENEO CON IL TRIDENTE REGOSA-MAGLIONA-GIULIANI NEL GRAN FINALE DEL CIVM

ATENEO CON IL TRIDENTE REGOSA-MAGLIONA-GIULIANI NEL GRAN FINALE DEL CIVM

Dal 19 al 21 ottobre in provincia di Brescia lascuderia siciliana vaall’attaccodel 42° Trofeo Vallecamonica, ultima prova del Tricolore della Montagna, per concludere al meglio il 2012

PALERMO, 18 ottobre 2012. Atto finale del CIVM in forze per la Scuderia Ateneo. La compagine siciliana guidata da Agatino Pedicone schiera tre punte di lusso nel weekend del 21 ottobre al 42° Trofeo Vallecamonica. Alla cronoscalata bresciana, ultimo round del Tricolore della Montagna valido anche per il Challenge Europeo e la Coppa FIA, saranno infatti presenti tre campioni della specialità. Il primo, che alla Malegno-Ossimo-Borno “gioca in casa”, è uno dei piloti più vincenti nelle cronoscalate: Giulio Regosa. L’esperto driver bresciano, in passato già campione europeo e italiano, ritrova una gara che ha già conquistato nel 2008 e si presenterà al via al volante della splendida Osella FA30 spinta dai 3000cc del potente motore Zytek. Il prototipo-monoposto è iscritto nel gruppo E2/M. A completare il “tridente” del team palermitano saranno poi come sempre i vincenti Omar Magliona e Fulvio Giuliani.

Magliona ha vissuto il momento più bello nella sua Sardegna quando a Iglesias due domeniche fa ha vinto gara e titolo prototipi, ma non per questo il veloce pilota sassarese vuole fermarsi e, anzi, rilancia cercando di onorare al meglio l’impegno nel CIVM 2012, che l’ha sempre visto protagonista. Così il già confermato campione italiano di gruppo CN ha scelto di essere alla partenza di Malegno conscio delle numerose insidie ma finalmente libero da “impegni di classifica”. Magliona affronterà il lungo tracciato del Trofeo Vallecamonica al volante dell’Osella PA21 Evo Honda da 2000cc gommata Marangoni e curata dal Team Faggioli (come la FA30 di Regosa).

Nello spettacolare e sempre avvincente gruppo E1, il bolognese Giuliani cercherà anche lui di chiudere al meglio un 2012 che l’ha visto battagliare fieramente per la conquista del Tricolore delle vetture Turismo più estreme, già vinto nel 2011 e quest’anno sfuggitogli soltanto per un soffio. Il veloce pilota e preparatore di Vado affronterà il Trofeo Vallecamonica con la fiammante Lancia Delta Evo che cura in proprio attraverso la Fluido Corse. Anche lui, pur a giochi fatti per la classifica, voglioso di onorare al meglio il campionato italiano, di divertire i tanti appassionati che raggiungeranno il percorso camuno e pure di prendersi la rivincita dopo la sfortunata apparizione a Cividale, in Friuli, domenica scorsa, quando dopo aver dominato la prima salita di gara è stato costretto a rallentare nella seconda per un piccolo inconveniente.

Cercheremo di fare bene anche in Vallecamonica commenta Agatino Pedicone, presidente di Ateneo – e come sempre garantiremo impegno e professionalità. Vogliamo terminare il 2012 togliendoci nuove soddisfazioni. Non sarà facile, ma intanto per noi è un piacere ritrovare Regosa, che sotto le nostre insegne ha già vinto praticamente tutto. Mi auguro che faccia valere la sua esperienza e riesca a conquistare un risultato positivo. Lo stesso vale per Magliona e Giuliani, già tante volte vittoriosi quest’anno. Insieme a Giulio formano un tridente di talento e grandi potenzialità, come nostra consuetudine.”

Il classico tracciato della Malegno-Ossimo-Borno, nel quale saranno posizionate anche tre chicane artificiali, misura 8,59 chilometri e presenta un dislivello tra partenza e arrivo di 531 metri. Il programma del dodicesimo round del Campionato Italiano Velocità Montagna prevede venerdì 19 ottobre le verifiche sportive e tecniche dalle 11 alle 16.30, sabato 20 due manche di prove ufficiali a partire dalle 9.30 e domenica 21 ottobre il via di gara-1 sempre alle 9.30, con gara-2 a seguire.

LUfficioStampa

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

PAVAN: ECCO LA TURBO MINI MK2

Un progetto nato nel 2012 dalla passione di otto appassionati, che oggi conosce un’evoluzione significativa ...