Home » Salita » ATENEO TRA RALLY A TAORMINA E CIVM A TRENTO

ATENEO TRA RALLY A TAORMINA E CIVM A TRENTO

GiulianiDoppio impegno il 6 e 7 luglio per la scuderia palermitana con il siciliano Di Miceli (Mitsubishi Lancer) in “casa” e Magliona (Osella PA21) e Giuliani (Lancia Delta) sul mitico Bondone

PALERMO, 4 luglio 2013. Intenso weekend per la scuderia Ateneo quello del 6 e 7 luglio. Il team siciliano sarà impegnato nei rally e nelle cronoscalate, ritrovando sotto i propri colori un pilota palermitano. È Di Miceli, che sarà impegnato con la Mitsubishi Lancer Evo nel Rally Event Taormina. Riprendono la strada del CIVM, invece, i già campioni italiani di casa Ateneo, il sassarese Magliona e il bolognese Giuliani, a caccia di gloria alla mitica Trento-Bondone, valida per il Tricolore e l’Europeo.

Impegno rallistico, dunque, per Renato Di Miceli. Il driver di Corleone porterà al debutto le ultime modifiche sulla Mitsubishi Lancer Evo IX by Nocentini, ora di gruppo R4. Per l’esperto pilota, già più volte in evidenza con diverse vittorie e podi nei rally dell’isola, l’appuntamento è sull’asfalto del Rally Event Taormina 2013, valido per il Challenge 8ª zona che scatterà sabato 6 luglio dal lungomare Mazzeo di Taormina con arrivo previsto a Santa Teresa di Riva domenica alle 19. Sul sedile di destra la Mitsu di Di Miceli ospiterà il fidato navigatore Verga. L’equipaggio Ateneo dovrà in primis ritrovare il giusto feeling con le gare e di conseguenza con la vettura. Il rally taorminese prevede tre prove speciali da ripetere tre volte per un totale di 60,3 chilometri contro il cronometro.

Il prestigio della 63° Trento-Bondone attende invece gli “scalatori” del team diretto da Agatino Pedicone. Nella salita valida per il Campionato Italiano ed Europeo, tra i prototipi del gruppo CN il sassarese Omar Magliona ritorna sul monte Bondone per sfidare quella che, vittoria del 2008 a parte, negli ultimi anni è la sua gara-tabù nel CIVM. Dopo i guai a pneumatici, semiasse e freni patiti nelle ultime partecipazioni, all’“università” delle salite il campione italiano punta alla rivincita ritrovando l’Osella PA21 Evo Honda da 2000cc curata dal Team Faggioli con la quale il portacolori Ateneo è tuttora imbattuto nel Tricolore 2013.

Tra gli ammirati e super elaborati bolidi del gruppo E1 va a caccia della “laurea” pure il bolognese Fulvio Giuliani al volante della Lancia Delta Evo che cura in proprio nell’officina della Fluido Corse. Anche per il veloce driver di Vado, campione italiano 2011, la lotta per il titolo italiano è serratissima e la mitica gara trentina è fondamentale in ottica classifica, oltre che per prendersi quella vittoria di lusso sfuggitagli lo scorso anno. Nell’edizione 2013 l’alfiere Ateneo potrà comunque contare sulla novità tecnica del cambio al volante, che può aiutare molto sull’ostico tracciato trentino, che misura ben 17,3 chilometri e che sabato 6 luglio ospita le due manche di prove a partire dalle 9 e domenica 7 luglio la gara, su manche unica, alle 11.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

SCOLA DA RECORD A COLPI DI POWERSHIFT

Dopo il sontuoso terzo posto di Liber a Cividale, il campionissimo calabrese firma ad Erice ...