Home » Pista » DTM » Auer sceglie BMW per il suo ritorno nel DTM

Auer sceglie BMW per il suo ritorno nel DTM

La BMW M Motorsport ha annunciato i suoi piloti per la stagione 2020 del DTM e fra questi c’è la novità di Lucas Auer.

Il 25enne austriaco torna a correre nella serie turismo tedesca dopo aver chiuso l’avventura nel 2018 con la Mercedes, per percorrere nel 2019 una non proprio esaltante stagione in SuperFormula con un 9°posto finale ed un solo all’attivo. Il nipote del noto pilota Gherard Berger dunque sarà al volante della M4 assieme ai veterani Marco Wittmann, Philipp Eng, Timo Glock e la giovane promessa Sheldon Van Der Linde. Non ci sarà più, come confermato ieri, Bruno Spengler, passato all’IMSA con la Casa bavarese, e nemmeno Joel Eriksson, che dopo due stagioni prende altre strade.

“Sono entusiasta di poter tornare a correre nel DTM con la BMW – ha detto Auer – In carriera ho avuto contatti con la BMW Motorsport in diverse occasioni e oggi si è concretizzato tutto. Sto già facendo il conto alla rovescia per la prima uscita. Personalmente ho fatto un grande passo avanti l’anno scorso in Giappone e quindi dovrò adattarmi nuovamente alle nuove DTM, ma non sono preoccupato”.

Il direttore di BMW Group Motorsport, Jens Marquardt, ha aggiunto: “Diamo il bentornato a Lucas nel DTM, sono molto contento di accoglierlo nella nostra famiglia. Nelle sue 73 gare in questa serie ha già dimostrato di cosa è capace, avendo vinto 4 round e centrato 10 podi. E’ uno che può giocarsela per il vertice e pensiamo che si troverà bene con noi, non solo per il suo potenziale, ma anche per la sua natura di pilota”.

“Per l’anno prossimo volevamo anche avere una continuità di piloti. Marco Wittmann è uno veloce e consistente ed è sempre stato fra i migliori da quando è con noi nel DTM, quasi sempre sfruttando a pieno tutte le opportunità che gli si sono presentate. Timo Glock ha avuto sfortuna lo scorso anno, ma non c’è dubbio che sia uno con un bel passo. Philipp Eng è andato benissimo, soprattutto nella prima metà dell’anno, per cui spero che possa ripetersi per tutto il 2020. Sheldon Van Der Linde ci ha invece stupito perché era un debuttante, quindi ci auguriamo sia competitivo anche nel 2020 sfruttando l’esperienza fatta”.

“Infine vorrei ringraziare Joel Eriksson per la collaborazione di questi ultimi due anni nel DTM. Gli auguro il meglio per il suo futuro, stiamo parlando per ulteriori impegni assieme nel GT”.

Con la partenza di Eriksson verso si vocifera campionati GT e l’arrivo di Auer, resta ancora un sedile libero fra le 6 BMW che verranno schierate nel 2020; a contenderselo sono l’ex Williams Robert Kubica e Nick Yelloly, che hanno recentemente provato la vettura nei test di collettivi a Jerez.

Federico Longo

Maxi Car Racing

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

PARTIRA’ DA SPA-FRANCORCHAMPS IL DTM TROPHY 2020

Il DTM Trophy 2020 si articolerà su sei eventi concomitanti al DTM. Dopo aver pubblicato ...