Home » Pista » PERONI RACE » AUTOSPORT SORRENTO: AD IMOLA PRIMA VITTORIA IN ENDURANCE

AUTOSPORT SORRENTO: AD IMOLA PRIMA VITTORIA IN ENDURANCE

Storico successo nella Tre Ore del Gruppo Peroni Race sul famoso circuito emiliano, centrato da Michele Esposito e Simone Patrinicola su Ligier JS53. Ottimo il rendimento di Gio Di Somma nella doppia gara sprint con la Radical SR4, spina nel fianco costante di sport più potenti.

Uno scintillante appuntamento con la storia, arrivato già alla terza uscita nelle gare di durata. Il 2017 di altissimo livello della factory sorrentina, aveva autorizzato a guardare con fiducia ma pragmatica umiltà, alle sfide delle gare endurance della stagione seguente, vero salto epocale nella storia quasi trentennale del team fondato e diretto da Tonino Esposito.

Nuova auto e più impegnative dinamiche di squadra connotavano il 2018 affascinante ma complicato insieme, che l’AutoSport Sorrento si era messo nel mirino sul finire della scorsa splendida annata.

Se al Mugello il primo podio restava solo nel potenziale velocistico espresso col passo gara, non concretizzato a causa della rottura prematura del cuore Honda due litri di classe CN, già nella gara successiva di Misano la Ligier JS53 guidata da Patrinicola ed Esposito si guadagnava la terza posizione finale al termine di una gara maiuscola, per intensità e velocità. Due gare convincenti, che erano il prologo per cercare qualcosa di ancora più importante, arrivato finalmente ad Imola, su una pista carica di storia quanto ricca di insidie, per la sua estrema difficoltà tecnica. Simone Patrinicola e Michele Esposito, sono stati perfetti nel decifrare e capitalizzare le varie fasi di gara fra pit stop ed uscita delle safety car, restando incisivi nel corpo a corpo senza incappare in contatti, risultando molto veloci e regolari quando le esigenze di strategia lo richiedevano e avendo il giusto timing nel gestire le risorse tecniche a disposizione, sfruttando efficienza e reattività della propria Ligier JS53 nei settori che ne valorizzavano le caratteristiche, per sopperire alla minore cavalleria nelle zone in cui le rivali di potenza addirittura doppia, avevano invece buon gioco nelle punte velocistiche. Molto simili nel passo medio e di picco e così perfettamente sinergici, sono stati ottimamente supportati dagli impeccabili automatismi ai box dei ragazzi del muretto e dalla strategia eccellente, elaborata dal tecnical chief Alessio Canonico e dall’ingegnere di pista Antonello Palmiotto, valori aggiunti oggi più che mai nelle nuove sfide delle competizioni di durata. Una vittoria di squadra nel senso più genuino e veritiero del termine, che dà lo slancio per i prossimi appuntamenti oltre confine, già nell’agenda dell’AutoSport Sorrento.

 

Ottime notizie sono arrivate anche dal più giovane del gruppo, Gio Di Somma, che dopo la bellissima prestazione al Mugello si è ripetuto alla grande anche ad Imola, pista per lui inedita ma subito molto ben assimilata. Con oltre venti macchine nel proprio gruppo e delle sessioni di prove libere per lui ridotte all’osso, a causa di vari incidenti occorsi ad altri competitor, il pilota di Vico Equense ha centrato un ottavo e un settimo posto assoluto molto molto convincenti, per qualità e quantità dei rivali in pista. Il grande feeling del lungaggione campano con la SR4-1600, spauracchio costante di sport ben più potenti ed alate, è stato confermato dalla classifica finale e dal cronometro, con tempi di riferimento simili a quelli ottenuti da questa Radical nel 2017, benchè Di Somma fosse alla sua prima uscita ad Imola e abbia corso meno gare rispetto al solito in stagione. Senza episodi avversi in corsa inoltre, che lo hanno costretto a divagare sulla via di fuga per evitare l’impatto con altre auto incidentate sul tracciato, ci sarebbe stato il ritmo per centrare anche qualcosa in più di quanto arrivato. Rilevante anche la risposta della SR4 da 1585 cc, capace di sfiorare i 250 orari in scia, sul rettifilo imolese.

Francesco Romeo
as AutoSport Sorrento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

LA XXVIII EDIZIONE DELLA 6H DI ROMA PARLA TEDESCO

Adrian, e Manuel Zumstein su Mercedes AMG GT GT3, si aggiudicano la XXVIII Edizione della ...