CIVM

AVON TYRES: TRICOLOR MARONI PUNTA ALLE 2000

Ultimo anno nelle ProtoBike per il pilota lombardo, fresco del suo terzo titolo italiano con le gomme AVON. Nel cassetto, il passaggio nel 2023 alle Sport due litri. 


All’inizio del 2018 era stato fra i primi ad impiegare con assiduità un’Osellina Junior B, portandola al successo in tutte e sei le gare del Campionato Italiano di Formula Challenge, aggiudicandosi con pieno merito il titolo italiano di specialità. 

Le carene erano ancora trasparenti, ma gli pneumatici erano già degli AVON, rimasti sempre l’impronta a terra della sua brillante esperienza agonistica. 

Nel 2020 per Giancarlo Maroni è arrivato il bis, con la conquista della Coppa tricolore di classe E2SC1600 grazie a tre vittorie stagionali.

AVON TYRES: TRICOLOR MARONI PUNTA ALLE 2000

Il 2021 ha regalato il risultato più esaltante in carriera al pilota lecchese, con la vittoria del campionato italiano delle ProtoBike, istituito qualche anno fa dall’ACI Sport per dare il giusto peso specifico alle efficacissime barchette spinte da motori di estrazione motociclistica, ormai vere icone della massima assise nazionale in salita. 


Giancarlo Maroni ha fatto suo il trono di gruppo nelle gare di Ascoli, Alghero, Morano, Gubbio, Nissena e Val Camonica. 

A Sarnano il driver Lombardo si è fermato invece ad un comunque ottimo secondo posto assoluto, mentre ad Erice è arrivato un out al cambio che lo ha fermato, dopo aver subito percepito una grandissima dose di competitività. 

La gara della svolta stagionale è stata senza dubbio quella della ValCamonica, vinta con record, dopo della quale il rendimento di Maroni e della sua Osellina 1600 non ha conosciuto flessioni, fino alla conquista del tricolore di gruppo nella gara conclusiva del Civm, quella super veloce della Coppa Nissena. 

Un titolo italiano ProtoBike che è stato conteso fino agli ultimi scacchi ad un fortissimo rivale come Samuele Cassibba, anche lui gommato AVON ed anche lui al volante di un’Osellina, ma di 1000 cc. 

Per il 2022, si valutano nuove cover in carbonio che andrebbero ad alleggerire ulteriormente la sua Junior B, così da aumentare ancora la zavorra già esistente e concentrarla maggiormente nella zona centrale inferiore della vettura, ove maggiore è il vantaggio che se ne ricava in termini dinamici. 


Nella configurazione attuale, la vettura di Maroni segna 455 kg esatti alle bilance. 

AVON TYRES: TRICOLOR MARONI PUNTA ALLE 2000

Per la prossima annata, sono già stati definiti degli interventi sugli ammortizzatori Ohlins, che ne aumenteranno le regolazioni utili e quindi le escursioni, incrementando anche il freno idraulico. 

Sarà però il 2023 l’anno crocevia per il pilota lombardo, intenzionato al passaggio alle vetture due litri, agognate non per una mancanza di feeling con l’Osellina, in ordine alla quale il giudizio è certamente positivo, ma per la voglia di provare nuove esperienze con vetture dal motore automobilistico. 

Ancora non è stata decisa quale sarà la griffe sul cofano della nuova macchina, oggetto oggi di una valutazione primordiale. 

I prossimi mesi ed il budget relativo, faranno maturare le azioni concrete in questo senso. 

Possibile la presenza ad Orvieto per la gara clou del TIVM, non per esigenze di classifica ma come semplice epilogo felice di d’una stagione vincente. 

Articolo di FRANCESCO ROMEO 

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker