CIK

Belle finali a Val Vibrata per il terzo round del Campionato Italiano ACI Karting

Vittorie di Pelosi e Marchetti in KZN Junior, Piccioni e Cavina in KZN Under, Profico e De Matteo in KZN Over, Pesl e Orjuela nella MINI Gr3, Rocchio nella 60 Mini, Pavan e Marenghi nella X30 Junior, Carenini nella X30 Senior.


Gran bel weekend quello disputato sul Kartodromo di Val Vibrata per la terza prova del Campionato Italiano ACI Karting e prova d’apertura per le categorie MINI Gr.3, 60 Mini, KZN Junior, Under e Over, oltre alle due categorie X30 Junior e Senior per il loro terzo appuntamento. Con 261 piloti in pista, nuovo record stagionale, provenienti da 24 paesi, una serie di gare spettacolari hanno animato la fase finale di domenica 23 maggio ed eletto i vincitori di gara1 e gara2 di ogni categoria.

Nella KZN Junior Pelosi vince gara1, Marchetti gara2.
Ad aprire le gare finali è stata la KZN Junior, dove una eccellente prestazione l’ha messa a segno Leonardo Pelosi (Maranello-TM Racing), già in risalto dalle prove di qualificazione con il suo secondo miglior tempo ad appena 10 millesimi di secondo da Gianmarco Rizio (Formula K Serafini/Formula K-TM Racing), e poi migliore nelle manche eliminatorie. Nella prima delle due finali Pelosi è riuscito ad andare ben presto al comando resistendo molto bene in testa alla gara fin sul traguardo dagli attacchi di Denis Tuia (VZeta/BirelART-TM Racing), mentre in terza posizione sul podio concludeva Gianmarco Loddo (Galiffa/CRG-TM Racing). Fra i migliori anche Filippo Nuccioni (KR-TM Racing) che per il quarto posto ha avuto la meglio su Samuele Marchetti (Sport&Comunicazione/Praga-TM Racing) e Mattia Giannini (LGK/RK-TM Racing).
In Gara2, a griglia di partenza invertita nelle prime 8 posizioni, è stato Samuele Marchetti a inserirsi al vertice e guadagnare la prima posizione, concludendo in volata su Marco Settimo (GM Motorsport/BirelART-TM Racing), mentre sul podio saliva anche Filippo Nuccioni. Pelosi chiudeva in quarta posizione su Giulio De Amicis (Maranello-TM Racing) e Denis Tuia.

Piccioni e Cavina danno spettacolo nella KZN Under.
Nella KZN Under è stato spettacolare il duello fra Antonio Piccioni (TK Kart Tecnology/TK-TM Racing) e Riccardo Nalon (ErreEsse/Parolin-TM Racing), in aggiunta a Emanuele Simonetti (Parolin-TM Racing) che sono andati ad animare gara-1 fin sul traguardo. La vittoria è andata a Piccioni, rientrato dopo una pausa nelle competizioni, mentre Nalon si è dovuto accontentare della seconda posizione e Simonetti della terza, rivelandosi però tutti e tre molto competitivi. Ottimo anche Luca Tilloca (BirelART-TM Racing) che è andato a conquistare la quarta posizione davanti a Alessandro Cavina (SC Performance/Tony Kart-Vortex) autore di una bella rimonta. Proprio Cavina si è reso protagonista della seconda finale, conquistando il comando per poi concludere con un buon vantaggio sugli avversari. Sul podio sono terminati ancora Emanuele Simonetti con un bel secondo posto e Antonio Piccioni con la terza posizione ottenuta dopo essere scattato ottavo per la griglia invertita. Fra i migliori anche il francese Kevin Breysse (Evokart/Evokart-TM Racing) con il quarto posto e Rendina Giuseppe (KR-TM Racing) con il quinto finale.

Profico comincia bene nella KZN Over con la vittoria in gara1, De Matteo vince gara2.
La stagione è iniziata alla grande per Roberto Profico (SC Perfomance/Tony Kart-TM Racing) dominatore della KZN Over fin dalle prove. Indiscusso protagonista della prima delle due finali, Profico ha dominato dalla partenza fin sul traguardo, con Sauro Cesetti (BirelART-TM Racing) in seconda posizione e Riccardo Loddo (CRG-TM Racing) in terza dopo una penalizzazione di 5 secondi inflitta a Sebastiano De Matteo (BirelART-TM Racing) che è stato retrocesso quinto, superato anche da Cristian Griggio (Drake Motorsport/KR-TM Racing). Nelle altre migliori posizioni si sono piazzati Andrea Tonoli (Tec Tav/BirelART-TM Racing), Claudio Tempesti (BirelART-TM Racing) e il campione 2020 Andrea Spagni (Modena Kart/BirelART-TM Racing).
In gara2 è stato De Matteo a prendere il sopravvento con Andrea Tonoli che è andato a concludere secondo davanti a Griggio. Quarto si è piazzato Profico recuperando quattro posizioni dalla griglia di partenza invertita.


Pesl e Orjuela i vincitori della MINI Gr.3.
Spettacolare come al solito la MINI Gr.3, che anche nell’esordio di Val Vibrata ha avuto un’ottima partecipazione e un bel numero di piloti stranieri. La prima delle due finali è stata vinta dal pilota della Repubblica Ceca Jindrich Pesl (Baby Race/Parolin-Iame), già in grande evidenza nelle prove e nelle manches. Nel duello finale per le altre posizioni del podio il secondo posto l’ha ottenuto il tailandese Enzo Tarnvanichkul (Team Driver/KR-Iame) battendo in volata per soli 69 millesimi di secondo Emanuele Olivieri (Formula K Serafini/IPK-TM Racing). Quarto si è piazzato lo svizzero Kilian Josseron (Team Driver/KR-Iame) davanti a Filippo Sala e al colombiano Matias Orjuela (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing).
Nella seconda gara è stato Matias Orjuela a imporsi dopo una gran lotta con Griffin Peebles (Team Driver/KR-Iame) e ancora con Enzo Tarnvanichkul che sono terminati nell’ordine in seconda e terza posizione. Fra i migliori in assoluto anche lo spagnolo Christian Costoya (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing) autore di una gran rimonta di 19 posizioni in gara1 e poi anche in gara2 con 6 posizioni recuperate fino al quarto posto. Alle sue spalle si sono piazzati Jindrich Pesl, Emanuele Olivieri e Kilian Josseron, con Ludovico Busso (Formula K Serafini/IPK-TM Racing) ottavo.

En-plein di Rocchio nella 60 Mini.
Nella 60 Mini si è avuto l’en-plein di Gino Rocchio (Team Driver/KR-TM Racing) con la vittoria in gara1 dopo una penalizzazione inflitta a Giacomo Giusto (Revolution Motorsport/Energy-TM Racing). In seconda posizione è così terminato Nico Carfagna (CMT/Parolin-TM Racing) e al terzo posto Edoardo Sulpizio (TK Kart Tecnology/EKS-TM Racing). Nella seconda finale si è rinnovato il duello fra Gino Rocchio e Giacomo Giusto, la vittoria è andata ancora a Rocchio, con Giusto secondo e Carfagna terzo.

X30 Junior ai due compagni di squadra Pavan e Marenghi.
Gran belle gare anche nelle due categorie IAM X30. Nella X30 Junior ha avuto la meglio l’attuale capoclassifica Sebastiano Pavan (Team Driver/KR-Iame), vincitore di gara1 dopo la sua migliore posizione nelle manches eliminatorie. Alle spalle di Pavan si è piazzato il suo  compagno di squadra Francesco Marenghi e il pilota di Singapore e altro compagno di squadra Tiziano Monza, per un podio tutto firmato Team Driver. Quarto e quinto si sono classificati i due compagni di squadra di Autoeuropeo su Tony Kart-Iame Riccardo Leone Cirelli e il bulgaro Kaloyan Varbitzaliev.
In gara2 Pavan è terminato nelle retrovie, mentre a ottenere la soddisfazione della vittoria è stato Francesco Marenghi davanti al russo Gerasim Skulanov (CRG Racing Team/CRG-Iame) e a Giacomo Pedrini (Newman Motorsport/Tony Kart-Iame). Una gran rimonta di Giulio Olivieri gli ha fatto conquistare la quarta posizione, così come una rimonta di 14 posizioni ha valso il quinto posto per Davide Larini (Newman Motorsport/Tony Kart-Iame).

Carenini domina la X30 Senior.
Nella X30 Senior ha dominato invece Danny Carenini (Autoeuropeo/Tony Kart-Iame), vincendo tuttavia gara1 in volata su Jacopo Giuseppe Cimenes (CMT/Tony Kart-Iame) che è giunto sul traguardo in scia a Carenini staccato di appena 74 millesimi di secondo. Terzo in gara1 ha concluso Filippo Croccolino (Autoeuropeo/Tony Kart-Iame), con Giovanni Trentin (Team Driver/KR-Iame) quarto, Manuel Scognamiglio (Gamoto/Tony Kart-Iame) quinto e Andrea Moretti (KGT/Tony Kart-Iame) sesto.
Moretti si è poi reso protagonista nelle fasi iniziali di gara2, ma alla fine è arrivato Carenini a riconquistare la prima posizione dopo una rimonta dalla ottava casella di partenza per la griglia invertita. Sul podio è terminato Giovanni Trentin con il secondo posto e ancora Cimenes con il terzo posto. Andrea Moretti si è piazzato quarto.

Prossimo appuntamento il 6 giugno sul Circuito di Siena con le categorie KZ2, MINI Gr.3, 60 Mini, Rok Junior e Rok Senior.


Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker