FORMULA X ITALIAN SERIES

BERNARDO PELLEGRINI TRIONFA A CERVESINA E SI LAUREA CAMPIONE ITALIANO FX2000

Obiettivo raggiunto per il pilota veronese, che conquista il titolo 2021 della serie tricolore al termine di un week-end reso avvincente e incerto dalle condizioni meteo


La vittoria più sofferta, cercata e lungamente inseguita. Bernardo Pellegrini può finalmente festeggiare, dopo la conquista del titolo italiano Topjet FX2000 Formula Trophy ottenuta Sabato 13 Novembre sul circuito ‘Tazio Nuvolari’ di Cervesina. Il pilota veronese ha coronato il proprio sogno al termine di un week-end complicato dalle condizioni meteo che, tra nebbia e pioggia, hanno reso la scalata verso il successo di Pellegrini ricca di difficoltà. Come se non bastasse, è arrivato anche un finale di gara-1 convulso messo sotto investigazione da parte dei Commissari Sportivi, il quale ha necessariamente rinviato alla seconda manche il verdetto finale per il titolo.

Alla fine, grazie al secondo successo di giornata ottenuto sotto la bandiera a scacchi, Pellegrini è riuscito a conquistare il proprio terzo titolo assoluto nelle ultime quattro stagioni, dopo i due trionfi precedentemente collezionati nella Formula X Italian Series. L’epilogo odierno è arrivato al termine di una stagione vissuta da grande protagonista, nel corso della quale il driver veneto è salito in cattedra grazie anche alla competitività della sua Dallara F-313 Volkswagen schierata dal team HT Powertrain.

Proprio il grande lavoro di squadra è stato una delle chiavi per il successo finale, con l’eccellente lavoro portato avanti dallo staff diretto da Pasquale Penta che ha svolto un ruolo fondamentale nell’arco del campionato. Dal canto suo, Pellegrini ha messo in campo tutta la propria esperienza e velocità, completando la stagione senza la minima sbavatura e sfruttando al meglio il potenziale della sua monoposto, tanto da conquistare la bellezza di otto successi sulle dodici gare disputate in campionato.

L’obiettivo finale è però arrivato non senza difficoltà, visto che il guaio tecnico accusato nel precedente round di Vallelunga aveva consentito ai propri diretti avversari in classifica di guadagnare terreno alla vigilia dell’ultimo appuntamento. Pellegrini si è presentato molto carico e determinato all’evento conclusivo sul tracciato pavese, anche se una serie di imprevisti e situazioni a sorpresa ha regalato un vero e proprio finale thrilling al campionato. A partire dalle condizioni meteo, che hanno fortemente rallentato il programma previsto nella giornata di Venerdì 12 Novembre, impedendo lo svolgimento di due sessioni di prove libere a causa della fitta nebbia. Nonostante ciò, Pellegrini è riuscito a sfruttare nel migliore dei modi il tempo a propria disposizione durante le qualifiche, realizzando una perentoria pole position con il crono di 1:11.622 davanti al proprio diretto avversario per il titolo Dino Rasero.


La prima gara della giornata ha visto il portacolori HT Powertrain respingere gli attacchi di Rasero subito dopo lo start e involarsi sin dalle prime battute, almeno fino a quando l’ingresso della Safety Car non ha annullato tutto il vantaggio costruito fino a quel momento. Proprio in quelle convulse fasi, un doppiaggio è finito sotto la lente d’ingrandimento della Direzione Gara, rendendo sub-judice la vittoria conquistata meritatamente dallo stesso Pellegrini sotto la bandiera a scacchi.

La seconda manche si è quindi rivelata quella decisiva a tutti gli effetti per l’assegnazione del titolo, con Pellegrini nuovamente in pole position e Rasero al suo fianco in prima fila. Come se non bastasse, poco prima del via un acquazzone ha completamente bagnato l’asfalto, obbligando tutti i piloti a montare le gomme rain e ad affrontare condizioni di aderenza sino a quel momento sconosciute nel corso del week-end. Nonostante l’asfalto reso viscido dalla pioggia, Pellegrini ha messo a frutto tutta la propria esperienza per governare al meglio la vettura in simili condizioni, controllando agevolmente gli avversari alle proprie spalle e concludendo per primo una gara nuovamente terminata in regime di Safety Car. Alla fine è esplosa sul podio tutta la gioia per un trionfo ampiamente meritato, che premia il lavoro portato avanti da squadra e pilota durante tutto il campionato.

Bernardo Pellegrini: “E’ stata dura, ma forse proprio per questo motivo la gioia per il titolo è ancora più grande! Si tratta di un successo che rende il giusto merito a quanto fatto nel corso dell’anno, valorizzando lo splendido lavoro svolto dal team in un campionato molto competitivo. Le condizioni meteo ci hanno permesso di girare poco nel corso del week-end, dopodiché alcune decisioni secondo me discutibili della Direzione Gara nella prima manche ci hanno messo nella condizione di dover vincere a tutti i costi la seconda prova. Come se non bastasse, è arrivata anche la pioggia e non è stato per niente facile dover gestire gli pneumatici con quelle temperature e la pressione del mio avversario alle spalle. Alla fine però tutto è andato per il meglio e adesso possiamo goderci questo trionfo! Desidero ringraziare in primo luogo il mio team HT Powertrain diretto da Pasquale Penta, composto da persone eccezionali e grandi professionisti. Un enorme grazie anche ai miei sponsor, che hanno scommesso su questo progetto e che ci hanno supportato nel corso della stagione. Infine, ma non certo ultimi in ordine di importanza, tutti i miei tifosi che mi hanno sempre dato una spinta incredibile e ai quali sono felice di poter regalare questa grande soddisfazione. Adesso ci godiamo questa vittoria e poi…inizieremo a pensare a un 2022 sempre da protagonisti!”

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker