Home » Slalom » CALABRESE SLALOM: CASILLO RESTA PROTAGONISTA

CALABRESE SLALOM: CASILLO RESTA PROTAGONISTA

Il partenopeo battezza il 2016 seguendo il trend delle vittorie 2015. Podio tutto Elia con Gaetano Piria secondo e Carmelo Barbaro terzo.
Bevacqua e Bono nella Top Five con le loro vetture Turismo.

Una progressione continua dalla ricognizione all’ultima delle manches e il campione calabrese slalom 2013 e 2015 si confeziona e porta a casa anche lo Slalom Curinghese, primo drappo verde del Campionato fra i birilli organizzato dall’Aci Catanzaro, presieduto da Eugenio Ripepe. La lotta a due fra il vincitore Casillo e Gaetano Piria, suo abituale rivale e vincitore della serie nel 2014, si è riproposta anche nella veloce ed ampia strada della cittadina calabra. Il gap finale premia la grinta e l’efficacia del pilota campano, che ha evoluto con un ottimo cambio TeknoGear la sua Elia 1000, dotata anche di gomme Pirelli e carene leggere. Questa alchimia fra pilota e barchetta, promette anche quest’anno prestazioni molto interessanti. Secondo con generosità ed esperienza Piria, che ha aggiornato quantomeno la configurazione elettronica e la testata della sua Elia 1350. Nessuna chanche di rivincere la serie potrà però materializzarsi, se lo scillese non adotterà almeno episodicamente gomme nuove o non evolverà in maniera più profonda la sua Sport. Tutto quel che viene è figlio di mestiere e grandi rischi, ma con gomme quinquennali e peso da traghetto, lo score difficilmente si potrà spostare sul podio più alto. Altro podio per il veterano dei kart Carmelo Barbaro, anche lui su Elia motorizzata Hayabusa, alla sua seconda uscita con questa barchetta rilevata recentemente da un pilota settentrionale. Come a San Giorgio Albanese quindi, il podio tutto è stato un affare privato fra le sport della factory catanzarese, arrivate anche una settimana prima nello stesso ordine. Straordinaria la prestazione di Franco Bevacqua che chiude al quarto posto assoluto con la su Renault 5 Gt Turbo, con cui vince il gruppo S. Quinto posto di assoluto rilievo per Luigi Bono con la sua Vbc 700-Gr.5, sesto per Eugenio Catizone, leader finale del gruppo E1, settimo posto per Giuseppe Pappalardo al top nella E1-1400,ottavo assoluto Agostino Fallara, primo di classe S4, nono della generale Angelo Mercuri sulla sua Vbc700-Gr.5,decima piazza per Bonavires, leader del gruppo N.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

AUTOSPORT SORRENTO: CIVM E CIS IN AGENDA

A Morano, Gianni Angelini torna sulla SR4-1600 per la tappa calabra dell’ItalSalite, mentre Cataldo Esposito ...