CIVM

Campioni in gara e titoli in palio alla 68^ Coppa Nissena

Dall’8 al 10 settembre la competizione organizzata dall’AC Caltanissetta completa la mini serie siciliana del Campionato Italiano Velocità Montagna, con validità TIVM sud, Campionato Italiano Velocità Salita Auto Storiche e Tricolore “Le Bicilindriche”. 

E’ stata presentata la 68^ Coppa Nissena che con i suoi 198 iscritti è dodicesimo appuntamento di Campionato Italiano Velocità Montagna, con validità per la serie cadetta di Trofeo Italiano Velocità Montagna sud, settimo round di Campionato Italiano Velocità Salita Auto Storiche e Campionato Italiano “Le Bicilindriche”, oltre che valida per il Campionato Siciliano Salita.

La presentazione si è tenuta questa mattina al comune di Caltanissetta alla presenza del Sindaco Roberto Gambino e dell’Assessore allo Sport Fabio Caracausi. Hanno illustrato i particolari del week end sportivo il Presidente dell’AC Caltanissetta Avv. Carlo Alessi, il Consigliere Arch. Vincenzo Calandruccio, il Fiduciario ACI Sport per la provincia nissena Maurizio Giugno e Claudio Dimaria, già esperto Direttore di Gara e consulente sportivo della competizione.

Un pieno di Campioni per l’edizione 2023 della storica e più longeva gara in salita della Regione, che sarà decisiva per ulteriori titoli italiani, quando domenica 10 settembre alle ore 9.00 il Direttore di Gara Marco Cascino con gli aggiunti Gianmarco Lumia e Manlio Mancuso daranno il via a gara 1 in live streaminjg sui canali social @C.I.Velocità Montagna, @ACI Sport e @Coppa Nissena, le gare di CIVM e CIVSA andranno anche in diretta nazionale dalle ore 10 su ACI Sport TV (228 Sky).

Affollato di campioni l’elenco con i 198 iscritti, di cui 97 auto di CIVM, 56 auto Storiche, 15 Bicilindriche e 30 TIVM. Simone Faggioli su Norma M20 FC ha appena vinto il suo titolo numero 17, il fiorentino della Best Lap arriva alla Coppa Nissena anche quest’anno Campione, ma con il desiderio di onorare la storica competizione vinta 9 volte al pari del mai dimenticato grande Mauro Nesti. Il lucano Achille Lombardi ed il siracusano Luigi Fazzino sulle Osella turbo si giocheranno la classe 2000 del gruppo E2SC e la piazza d’onore in CIVM. Sono tanti i nisseni sotto i riflettori, tra i quali osservati speciali Alberto Chinnici e Andrea Di Caro, rispettivamente alfiere Ateneo su Osella turbo e portacolori CST Sport su Nova Proto NP 03 Aprilia. Il ragusano Samuele Cassibba desidera allungare le mani sul TIVM sud, dove è leader sulla Nova Proto Sinergy.

In gruppo CN il laziale Alberto Scarafone si prepara a festeggiare il titolo praticamente suo sulla Osella PA 21, dove torna il padrone di casa Salvatore Miccichè anche lui su Osella. Stessa cosa per il teramano Marco Gramenzi per il gruppo E2SH sulla straordinaria ed estrema Alfa Romeo 4C Judd in versione Silhouette. Sarà un duello di vertice tutto da vivere quello del gruppo GT tra il leader della RO Racing Lucio Peruggini su Ferrari 458 Challenge EVO ed il romano di Vimotorpsort Marco Iacoangeli su BMW Z4 GT3. Match point anche per i pugliesi Giacomo Liuzzi in Racing Start Plus e Giovanni Angelini in Racing Start Cup, entrambi sule MINI.

Proprio in gruppo RS+ ci sono due piloti di casa, avversari ostici per tutti come Calogero Lombardo e Giuseppe Nicoletti, entrambi sulle Peugeot 106. Il catanese del Team Phoenix Andrea Currenti arriva da leader nel Campionato “Le Bicilindriche” e sarà un nuovo acceso duello tra Fiat 500 con il calabrese della New Generation Racing Angelo Mercuri. Certamente esaltanti anche le sfide del Campionato Italiano Velocità Salita Auto Storiche dove il palermitano Salvatore (Totò) Riolo su PRC A6 BMW di 4° Raggruppamento è tra i pretendenti al vertice, mentre mira a chiudere il discorso titolo di categoria il piemontese Mario Massaglia su Osella PA 9/90 BMW, dopo i problemi tecnici di Erice. Altro palermitano è Ciro Barbaccia che su Paganucci cerca una nuova affermazione, come faranno il milanese Alessandro Trentini e Antonio Piazza sulle Lucchini per la Sport Nazionale. Punti decisivi in gioco per il titolo di 2° raggruppamento a cui mira il modenese Giuliano Palmieri su Porsche Carrera.

-“La Coppa Nissena è Caltanissetta – ha dichiarato il Sindaco Gambino – la gara è icona della nostra città e del territorio nisseno. Il Comune ne è partner storico ed inseparabile, faremo sempre ogni sforzo per sostenere l’evento organizzato dall’Automobile Club presieduto da Carlo Alessi, perché il movimento sportivo che genera è un eccezionale volano economico e di diffusione del nome di Caltanissetta”-.

-“L’anno scorso con la 67ma Edizione della Coppa Nissena abbiamo celebrato il Centenario della gara in salita più antica d’Italia, e lo abbiamo festeggiato con tante iniziative e tanti eventi – ha dichiarato l’Avv. Carlo Alessi – Anche quest’anno per la 68 Coppa Nissena siamo riusciti a realizzare un’edizione di alto valore ed interesse, non solo per il numero dei partecipanti (ben 198 iscritti) ma anche perché la gara sarà decisiva per assegnare alcuni titoli italiani.Un ringraziamento al Comune di Caltanissetta e al Sindaco Roberto Gambino che come ogni anno ci supporta ed un particolare ringraziamento all’Anas che ha curato tempestivamente i lavori di manutenzione del percorso di gara consentendoci di allestire un tracciato in perfette condizioni.Tengo infine a ricordare che mercoledì prossimo 13 Settembre alle ore 10.30 al Teatro Margherita l’Automobile Club ha organizzato il Convegno dal titolo “dall’auto storica all’auto a guida autonoma” con i massimi esperti della guida autonoma.Saranno presenti importanti autorità del settore tra cui il Presidente dell’ACI Ing. Angelo Sticchi Damiani e David Ward, Presidente della Towards Zero Foundation. Avremo anche l’onore della presenza di Sua Altezza Reale il Principe di Kent. Dunque un evento importante.”-.

-“Coppa Nissena significa benefici tangibili per la città ed il territorio nel nome dello sport e dello spettacolo delle sfide al volante – le parole dell’Assessore Caracausi – le diverse iniziative che si svolgono contemporaneamente a Caltanissetta sono opportunità che allargano le fasce di pubblico. La settimana della competizione è da sempre particolarmente sentita da appassionati e non”-.

-“La triplice validità di Campionato Italiano favorisce l’interazione estremamente efficace con tutte le istituzioni – evidenzia il Consigliere Calandruccio – il manto stradale del percorso è sempre per noi un fiore all’occhiello grazie alla pronta disponibilità dell’ANAS, a cui si aggiunge il fattivo dialogo con tutte le altre istituzioni che ci permettono di vantare un tracciato estremamente sicuro, come tutti i luoghi dove si svolgono fasi della competizione”-.

-“La nostra città e la nostra provincia vantano un congruo numero di piloti e altri giovani si aggiungono costantemente è un vanto che condividiamo con il Delegato/Fiduciario ACI Sport Sicilia Daniele Settimo di cui porto il saluto – afferma Maurizio Giugno – è importante e stimolante che la passione per le quattro ruote sia così viva. Siamo alla vigilia di una competizione importante per le sorti dei Campionati italiani, ma anche del Campionato Siciliano per auto moderne e storiche, la partecipata ed ambita serie regionale a cura della Delegazione ACI Sport Sicilia, giunta al penultimo appuntamento”-.

La parte tecnica è stata illustrata da Claudio Dimaria, già esperto Direttore di Gara ed attuale consulente tecnico e sportivo dell’AC Nisseno. Dimaria ha evidenziato come prerogativa della Coppa Nissena sia stata sempre la sicurezza anche sovra dimensionata ed ha mostrato i numeri particolari: ufficiali di gara 118; medici esperti in rianimazione (oltre il medico capo) 5; ambulanze di rianimazione (tipo A UMR) 5; mezzo veloce 1; Team di Estricazione 1; Team Decarcerazione 3; Team Antincendio 3; carri attrezzi 4; estintori 100; cronometristi 12; radio organizzazione 50.

Domani, venerdì 8 settembre le operazioni preliminari e le verifiche presso gli impianti sportivi di Pian del Lago. sabato le due manche di ricognizione e domenica le due gare con Cerimonia del Podio in località Santa Barbara.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio