CHALLENGE DEGLI EMIRI ‘03 AL DEBUTTO DOMENICA NEL 1° SLALOM MONTEMAGGIORE BELSITO

Cresce la curiosità, nel piccolo centro agricolo del Palermitano, in vista della competizione automobilistica, alla quale hanno aderito trentotto piloti da tutta la Sicilia.

In attesa dell’accensione dei motori, il percorso di gara, della lunghezza di 2,800 km, si è intanto “rifatto il trucco”, con la stesura, in alcuni tratti, di un nuovo tappetino di asfalto. Tra gli aspiranti alla vittoria assoluta, il catanese Fiore (Formula Fire) ed il trapanese Incammisa (su Radical), ma occhio anche al veloce messinese Belladonna (Fiat Uno Turbo). Gara test per il palermitano Rotolo (Osella), saranno invece otto i locali. La sfida (a cui è dedicato il Memorial “Pino Guccione”) è organizzata dalla Misilmeri Racing, unitamente al Comune di Montemaggiore Belsito e ad un comitato di appassionati del paese

Si contano letteralmente le ore, nel piccolo centro a vocazione agricola del Palermitano, in vista del 1° Slalom Città di Montemaggiore Belsito, sfida di velocità con il cronometro tra i birilli che, nel weekend che ci apprestiamo a vivere, sabato 29 e domenica 30 aprile, caratterizzerà al tempo stesso il ritorno dopo oramai 35 anni di una competizione automobilistica in paese ed il debutto dello Challenge degli Emiri.

La neonata serie regionale, promossa sul territorio dalla Misilmeri Racing, si articolerà su cinque appuntamenti incastonati nella stagione agonistica appena iniziata, il primo tra i quali è appunto rappresentato dal Città di Montemaggiore Belsito. A seguire, gli Slalom Città di San Piero Patti (il 2 luglio, valevole per il Trofeo Nazionale Bicilindriche Slalom AciSport, nonché per il Campionato siciliano), Città di Librizzi (la nuova data è stata fissata per il 16 luglio), Città di Ucria (10 settembre, con validità per Coppa AciSport 5a zona e per il Regionale) e Città di Misilmeri (in calendario per l’otto ottobre, assegnerà punteggio ancora per la Coppa AciSport 5a zona e per il Campionato siciliano).

La stessa associazione sportiva misilmerese, presieduta da Giuseppe Bonanno, sta mettendo a punto gli ultimi dettagli organizzativi per il weekend di gara, in simbiosi con il Comune di Montemaggiore Belsito (nella persona del sindaco, Antonino Mesi e dell’intera Amministrazione comunale) e con un nutrito Comitato di appassionati locali, amici di Pino Guccione. All’indimenticato assessore comunale, scomparso nel giugno 2022, è dedicato, in occasione dello slalom, un Memorial con il suo nome. Ad affiancare nelle fai organizzative la Misilmeri Racing è inoltre la neonata associazione messinese Ucria Racing.

Sono intanto 38 i piloti, in rappresentanza di tutte le province siciliane, che hanno fornito la propria adesione all’evento auto di sabato e domenica. Tra i principali candidati alla vittoria finale spiccano il catanese (nativo di Biancavilla) Silvio Fiore ed il “veterano” trapanese Nicolò Incammisa. Il primo, già messosi in luce lo scorso anno con due successi assoluti colti a Chiaramonte Gulfi ed a Comiso, entrambi nel Ragusano, proverà a “fare la voce grossa” già in questo inizio di stagione, sempre al volante dell’agile Formula Fire Suzuki iscritta in E2SS 1150 dalla plurititolata Catania Corse. Incammisa, a sua volta originario di Custonaci, è già stato a visionare il percorso di Montemaggiore Belsito, sul quale proverà a tornare al successo pieno con la sua collaudata Radical SR4 Suzuki di classe E2SC 1600, per la Trapani Corse.

Occhio, tra gli outsiders, al messinese (di Ucria, sui monti Nebrodi) Alfonso Belladonna, sempre convincente al volante della velocissima Fiat Uno Turbo i.e. schierata dalla Nebrosport. Ma anche al palermitano (di Termini Imerese) Ninni Rotolo, il quale ha però già dichiarato di voler effettuare solo una gara test con la sua Osella PA 21 JrB Suzuki Hayabusa 1600 schierata dalla Cst Sport, in vista di prossimi impegni nelle cronoscalate isolane. Incerta sino all’ultimo la presenza, a Montemaggiore Belsito, del forte agrigentino (originario di Sciacca) Nino Di Matteo (già terzo assoluto, domenica, nello Slalom ospite a Sant’Andrea di Bonagia) e della sua Gloria C8F Evo Suzuki, per la RO Racing.

Dovrebbe regolarmente schierarsi ai nastri di partenza della gara la famiglia messinese ‘da corsa’ Giamboi, con papà Alfredo a contendere la leadership in gruppo Speciale alla figlia Angelica, campionessa regionale in carica, entrambi con le inossidabili Fiat X1/9. Saranno ben otto i piloti a contendersi la “palma” di miglior locale nella prova di casa, mentre la scuderia più rappresentata sarà la Misilmeri Racing (con nove presenze) seguita dalla Cst Sport (5).

Lo Slalom Città di Montemaggiore Belsito sarà inoltre ricordato per un sogno, coltivato per mesi interminabili, ma destinato finalmente a concretizzarsi nel weekend motoristico di casa. È quello inseguito da Alessandro Di Francesca, pilota locale pronto ad indossare per la prima volta tuta e casco ed a calarsi nell’abitacolo della sua Renault Clio Williams di gruppo Racing Start Plus (con i comandi opportunamente adattati) a distanza di 1 anno esatto dall’incidente patito nel suo podere di campagna con una motozappa, al culmine del quale gli venne amputata la gamba destra. Una dimostrazione straordinaria di volontà e dedizione verso i motori, per il 26enne gestore di due bar di famiglia in paese.

“Lo slalom che ci apprestiamo a vivere – sottolinea Giuseppe Bonanno, presidente della Misilmeri Racing – non fa altro che cementare un rapporto sportivo esistente da 10 anni tra la nostra associazione e Montemaggiore Belsito. Un rapporto di fiducia ed amicizia, con i tanti appassionati del luogo, che ci ha consentito di fare ora il salto di qualità. La caparbietà del sindaco Antonio Mesi e della sua Amministrazione comunale, nel voler a tutti i costi realizzare questo evento sportivo a forte richiamo regionale, è stata fondamentale. Per questo mi preme ringraziare inoltre la famiglia Cirrito ed il Team Palikè”.

Il 1° Slalom Città di Montemaggiore Belsito entrerà nel vivo sabato 29 aprile, con le operazioni preliminari per i concorrenti, in programma al Centro accrediti allestito dalle 15.00 alle 19.00 nei locali comunali di piazza Roma, nel “salotto buono” del paese e per le vetture, nella stessa piazza Roma, in questo caso dalle 15.15 alle 19.30. Il semaforo verde ed i motori si accenderanno invece l’indomani, domenica 30 aprile, con la ricognizione del tracciato, cui seguiranno le previste tre manche cronometrate, che determineranno le classifiche assoluta, di gruppo e classe.

Il percorso di gara, della lunghezza pari a 2,800 km (nei giorni scorsi sottoposto a “maquillage”, con la stesura, in alcuni tratti, di un nuovo tappetino di asfalto), è articolato lungo la strada provinciale n.7 “Montemaggiore Belsito-Alia”, dal km 10+000 al km 12+800. Lo start è ubicato nella parte finale di via Maria degli Angeli, alla periferia del paese, nei pressi dell’intersezione con la via Lucio Drago, arteria dove sarà posizionato il paddock. Saranno 12 le postazioni di rallentamento con birilli, mentre il parco chiuso è stato individuato 200 metri dopo la linea d’arrivo.

La chiusura al transito veicolare dell’arteria di gara scatterà alle 7.30, la ricognizione verrà ancora autorizzata dal direttore di gara, l’esperto cremonese Guido Omodei, per le 9.00 in punto. Seguiranno, come detto, le tre salite a cronometro. La premiazione di tutti i protagonisti è infine in programma ad apertura del parco chiuso, nuovamente in piazza Roma, “cuore” di Montemaggiore Belsito.

Flavio Lipani

Exit mobile version