Home » Salita » Christian Merli 2° assoluto in Sardegna

Christian Merli 2° assoluto in Sardegna

Christian Merli è secondo assoluto nella 28^ Iglesias – S. Angelo, penultimo atto del Campionato Italiano Velocità in Montagna. Vince, per un soffio, il pilota di casa Omar Magliona con l’Osella PA 21/s. Da rilevare che, pur all’esordio su questo tracciato molto tecnico di 6,020 chilometri da ripetere due volte ed avendo effettuato solo un turno di prove, il driver di Fiavè al volante della Radical 1600, domina Gara 1, mentre nella seconda è alle spalle dell’idolo di casa. Un risultato straordinario considerando che il tutto s’è svolto in un solo giorno.

Le prove sospese
Già, le prove ufficiali della 28^ Iglesias – S. Angelo, iniziate sabato, sono state sospese durante la prima manche, per permettere il  ripristino di un tratto di guard rail, danneggiato dopo l’uscita di strada della Lamborghini Gallardo di Antonio Forato. Gli altri, compreso Merli, rientrano ai box. Quindi, gli undici concorrenti rimanenti hanno effettuato l’unica salita di prove questa mattina. Nell’unica prova, stacca il miglior tempo e rifila 1”17 al diretto avversario, Magliona al volante dell’Osella PA 21/s.

Gara 1
Magliona scatta con la sua Osella 2000 ed abbassa il crono di 5”, ma Merli è ancora più veloce con la piccola millesei e nonostante la poca conoscenza del tracciato rifila all’idolo di casa 0”53. Ferma il cronometro a 3’08”36.

Gara 2
Il driver sardo si scatena ed è primo abbassando il tempo di 8”, mentre Merli si migliora ancora di 5”, ma conquista l’argento staccato di 1”47 dal vincitore. La lotta è sempre impari, ma il trentino, come ha mostrato nell’intero arco del campionato, ha sbalordito per come ha portato sempre in vetta la Radical. Per somma dei tempi la vittoria assoluta è del sardo con il campione trentino a solo 0”72.

Il commento di Christian
“Dovevo fare la mia gara e consolidare il secondo posto assoluto nella classifica generale. L’obbiettivo è stato raggiunto. Sono felicissimo. Abbiamo affrontato una gara molto bella e difficile. È un risultato fantastico, viste le premesse. Senza le due manche di prova è stato impegnativo. Non avevamo punti di riferimento e le curve erano simili tra loro. Comunque, in Gara 1, siamo riusciti a battere in casa Magliona. Nel secondo passaggio, lui è stato più veloce. Sicuramente una stagione sopra tutte le aspettative con una millesei. Rimane un po’ d’amaro in bocca per aver perso il primo gradino del podio per un soffio”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

TONINO ESPOSITO: GRAZIE A CHI CI HA VOTATO

Il patron dell’AutoSport Sorrento tributa team ed organizzatori che hanno premiato la sua quotata lista ...