Home » Salita » Christian Merli in gara a Rieti con la Picchio P4/E2B

Christian Merli in gara a Rieti con la Picchio P4/E2B

Dopo la straordinaria performance al Bondone con la piccola Radical 1600, dove Christian Merli ha conquistato il quarto posto assoluto con il tempo di 10’14”26, il driver di Fiavè torna in gara nella 50ªedizione della Rieti – Terminillo, settimo appuntamento del Campionato Italiano Velocità in Montagna. Da rilevare che nella gara trentina, il portacolori della Scuderia Vimotorsport, è salito sul terzo gradino del podio tra gli iscritti al CIVM ed ha vinto in gruppo E2B. Gara superba, che ha lasciato senza parole gli avversari.

Merli alla Rieti – Terminillo
“Non abbiamo ancora smaltito la felicità per il risultato staccato alla Trento – Bondone. Ci è giunta la bella notizia che la nostra Picchio è stata riparata e si riparte per la corsa laziale. Manche unica con una lunghezza di 15 chilometri. Il primo tratto è pianeggiante e si percorre al massimo della velocità. Inizia quindi la salita con curve in appoggio, molto veloci ed è vietato togliere il piede dall’acceleratore. Un tracciato non facile da memorizzare. Inoltre la media è molto alta, nonostante una chicane artificiale a metà percorso”.

Il record del tracciato appartiene a Faggioli in 5’01”27
“La nostra biposto sport – spiega Merli – pesa 40 chilogrammi in più rispetto all’Osella di Simone Faggioli e siamo iscritti, come ci rammenta sempre il presidente della Picchio, l’ingegner Di Pietrantonio, tra le E2B, dove siamo nettamente al comando. Comunque, si spinge sempre al massimo per puntare al primo gradino del podio”.

La classifica del Campionato CIVM dopo il Bondone
Faggioli 72 punti, Merli 59, Nappi 39.5, Cinelli 39, Magliona, Cassibba S. 22.

La classifica del Trofeo Gruppo E2B
Merli punti 82,5, Cassibba G. 39, Rubino 22.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

PEZZOLLA: MERLI E FAGGIOLI COME IRLANDO E DANTI

Molto preoccupato: questa figura carismatica delle corse in salita, ci ha rappresentato la sua estrema ...