Home » Rally » CIR » CHRISTOPHER LUCCHESI ALL’ULTIMA “TRICOLORE” DI MONTALCINO

CHRISTOPHER LUCCHESI ALL’ULTIMA “TRICOLORE” DI MONTALCINO

Ultima fatica della stagione nella serie “due ruote motrici” e nel Trofeo Peugeot per il giovane di Bagni di Lucca, sempre al volante della Peugeot 208 R2 della GF Racing, affiancato da Marco Pollicino.


L’obiettivo sarà il cercare il successo nella “Junior due ruote motrici”, rimanere “argento” nel monomarca francese e ritentare il podio tricolore di categoria all’ultimo tuffo.

Per il pilota questa di Montalcino sarà la seconda esperienza su strada bianca in carriera.

Questo fine settimana, le magnifiche strade della provincia senese saranno lo scenario che Christopher Lucchesi, andrà ad affrontare per l’ultima prova del Campionato Italiano Rally, il “Tuscan Rewind” a Montalcino, su prove speciali dal fondo sterrato e dai ricordi “mondiali” degli anni ottanta-novanta.

Sarà l’ultima occasione, per il giovane di Bagni di Lucca insieme a Marco Pollicino, per cercare il successo nella “junior” della corsa due ruote motrici, dove adesso sono al secondo posto con un solo punto di scarto dal capoclassifica Farina. Ma sarà anche l’ultima possibilità per tentare di ritornare a podio per la classifica “due ruote motrici”, oltre che per rimanere al secondo posto nel Trofeo Peugeot 208 Rally Cup Top.


Sulla Peugeot 208 R2 della GF Racing per i colori della Project Team, Lucchesi e Pollicino, hanno dunque di nuovo un triplo esame importante.  Per la corsa tricolore assoluta di categoria, dopo l’ultima gara di Verona a fine ottobre la classifica si è allungata e la coppia si trova al quinto posto, servirà una vera prova di forza sulle e le strade bianche “d’autore” della gara senese per cercare il classico “colpo di reni” e risalire a podio.

La missione è comunque tripla, per Lucchesi e Pollicino: non solo il podio finale assoluto di categoria, ma c’è anche da pensare al titolo “junior due ruote motrici”, che è alla portata, trovandosi al secondo posto in classifica nel celebre monomarca della casa di Sochaux (a dieci punti dal leader Casella ed a quattro davanti al terzo, il pavese Nicelli), tenteranno perlomeno di rimanere con la medaglia d’argento al collo, il che sarebbe un risultato comunque di spessore dopo una stagione avvincente e combattuta.

Per Lucchesi Jr. il Tuscan Rewind sarà uno scenario nuovo, strade mai viste prima, e sarà inoltre la sua seconda gara in assoluto su fondo sterrato. La prima esperienza fu nel 2018 al “Nido dell’Aquila”, rivelatasi costruttiva e stimolante.

IL COMMENTO DI CHRISTOPHER LUCCHESI: «Siamo arrivati alla stretta finale, una gara bellissima, mi dicono, che certamente ci farà assaporare la vera essenza dei rallies. Ma per noi sarà anche un impegno di grossa portata, in ballo abbiamo diverse situazioni che vogliamo far convergere a nostro favore. Se magari non ce la faremo a tornare sul podio assoluto, perlomeno cercheremo di vincere la junior tra le due ruote motrici e di rimanere secondi nel trofeo Peugeot, due obiettivi alla portata che avrebbero un valore molto importante. Non solo per noi come equipaggio ma anche per la squadra che ha sempre creduto nelle nostre possibilità e ci ha assecondati al meglio sempre, poi anche per la mia famiglia e per i partner che ci hanno supportato con grande passione in questa stagione che seppur corta ritengo sia stata per me molto formativa”.

Saranno tre, le prove diverse da affrontare sabato 21 novembre, per tre volte a fronte di una distanza complessiva di 92,280 km. con il percorso totale che ne misura 248,150.


Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Una foratura rovina la gara di Stefano Peletto e Massimo Barrera al Tuscan Rewind

Stefano Peletto: “Nella prima prova abbiamo compromesso la gara. Abbiamo comunque fatto una gara in ...