CIGT

CIGT | INIZIA CON LA VITTORIA DI MONZA LA STAGIONE 2021 DELLA SERIE SPRINT PER AKM MOTORSPORT BY ANTONELLI

Il team AKM Motorsport by Antonelli riprende il discorso interrotto lo scorso anno. A Monza nuovo equipaggio e subito una vittoria nel primo appuntamento del Campionato Italiano Gran Turismo Sprint. Un inizio di stagione quasi perfetto con l’inedito binomio formato dal giovanissimo Luca Segù, in arrivo dalla GT4, e dall’israeliano Bar Baruch, che si sono alternati al volante della Mercedes-AMG GT3.


Dopo una prima sessione di qualifica difficile, condizionata dalla pioggia, in cui Baruch ha concluso decimo, nel secondo turno quasi a sorpresa è arrivata la pole di Segù. Sulla sua pista di casa il 21enne pilota lombardo si è presentato nel migliore dei modi in occasione del proprio esordio nella GT3. Tanto da risultare l’unico ad infrangere la barriera di 1’50”, dimostrando di essere entrato immediatamente in sintonia con la vettura.

Quindi, la prima delle due gare del weekend si è disputata praticamente domenica mattina, benché accorciata da 50 a soli 36 minuti (più un giro da completare) dopo che sabato sono stati percorse solo tre tornate dietro alla safety car, sotto un autentico nubifragio, prima che la direzione esponesse la bandiera rossa dal momento che erano venute a mancare tutte le condizioni di sicurezza.

E al via di Gara 1, con il sole ma la pista ancora umida, Baruch è stato autore di un ottimo spunto iniziale, guadagnando due posizioni e risalendo ottavo e poi ancora settimo. L’israeliano è rimasto costantemente a stretto contatto con il gruppo di testa, ma al sesto giro è stato speronato dalla Honda di Jacopo Guidetti che è arrivato lungo alla prima esse, fermandosi poco dopo ai box con una sospensione ko e ritirandosi.

Ben altra storia in Gara 2, quando Segù avviatosi davanti a tutti ha mantenuto il comando. Dopo un solo giro la safety car per l’uscita di una vettura nelle retrovie ha rallentato il gruppo. Poi, alla ripartenza, Segù è rimasto ancora in testa e lo stesso ha fatto Baruch, che è salito in macchina nel corso delle soste. L’israeliano a pochi minuti dalla fine si è ritrovato nella sua scia la Audi di Riccardo Agostini e la Honda di Jacopo Guidetti. Inoltre gli è stata attribuita una penalità di 0,165 secondi per un’irregolarità nel pit-stop. In tutto questo Baruch ha saputo gestire bene le fasi dei doppiati, prendendo un leggero margine nei giri conclusivi e tagliando il traguardo ancora primo, con le prime quattro vetture racchiuse in due secondi e mezzo.


Una vittoria e punti importanti quelli conquistati quindi dalla squadra guidata da Marco Antonelli, anche nell’ottica del prosieguo della stagione che approderà adesso a Misano nel fine settimana del 5 e 6 giugno.

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker