CIGT

CIGTS | Monza, in gara-2 si impongono Segù-Baruch su Mercedes AMG GT3

Sotto alla bandiera a scacchi l’equipaggio dell’Antonelli Motorsport ha concluso davanti ad Agostini-Ferrari (Audi R8 LMS) e Guidetti-De Luca (Honda NSX GT3). Nella GT4 altro successo dopo quello in gara-1 per Di Giusto-Babini (Porsche Cayman), mentre nella GT Cup vittoria di Linossi-Vebster (Ferrari 488 Challenge).


Sono Luca Segù e l’israeliano Bar Baruch (foto) i vincitori di gara-2 del 1° appuntamento 2021 del Campionato Italiano Gran Turismo Sprint disputato all’autodromo di Monza. L’equipaggio dell’Antonelli Motorsport, al volante della Mercedes AMG GT3, sono saliti sul gradino più alto del podio davanti ad Agostini-Ferrari (Audi R8 LMS-Audi Sport Italia) e Guidetti-De Luca (Honda NSX GT3-Nova Race). Dopo le prime due gare della stagione, la classifica assoluta vede al comando a pari punti Crestani, Greco, Agostini e Ferrari a quota 22. Nella GT4, dopo la vittoria in gara-1, Di Giusto-Babini (Porsche Cayman-Ebimotors) si sono imposti anche in gara-2 davanti ai compagni di squadra De Castro-Arrigosi e Neri-Fascicolo (BMW M4 GT4-Ceccato Racing Team) balzando al comando della classifica generale a punteggio pieno, mentre nella GT Cup Linossi-Vebster (Ferrari 488 Challenge-Easy Race) hanno preceduto Dionisio-Barri (Lamborghini Huracan-Team Italy), salendo al comando della classifica generale con 27 punti davanti a Pijl e Vairani (24).

GT3: Vittoria ampiamente meritata quella dell’equipaggio dell’Antonelli Motorsport, assoluta e di categoria GT3 PRO-AM, costruita sin dalle prove ufficiali che avevano visto Segù conquistare la pole. Il primo stint del pilota comasco è stato impeccabile, sempre al comando e bravo a gestire la ripartenza dopo l’uscita della safety car resasi necessaria nei primi giri per l’incolpevole uscita di Zug (BMW M6 GT3), toccato da un altro concorrente. Altrettanto efficace è stato Baruch nel secondo stint che, sfruttando bene i duelli che si sono accesi alle sue spalle, non ha avuto problemi a portare la sua Mercedes AMG per prima sotto alla bandiera a scacchi, riscattando, così, una sfortunata gara-1 che aveva visto l’equipaggio dell’Antonelli Motorsport incolpevolmente fuori per un contatto.

Bellissimo il duello per le altre due posizioni del podio con Agostini (Audi R8 LMS), secondo sul traguardo, che nel finale ha avuto il suo bel da fare per contenere la Honda NSX di Guidetti. Dopo l’ottimo primo stint di Ferrari,  il pilota padovano ha difeso con i denti la seconda piazza che in più occasioni il giovane portacolori del team varesino, subentrato a De Luca, ha tentato di conquistare. Tuttavia il terzo posto è un ottimo inizio di stagione per l’equipaggio Nova Race, un risultato che poteva essere ancora maggiore senza la sfortuna di gara-1, ma che lo pone tra i favoriti per la vittoria finale.

Al quarto posto hanno concluso Frassineti-Ghiotto (Lamborghini Huracan-Imperiale Racing), con un bellissimo finale del pilota romano abile ad inserirsi nella lotta per il podio, davanti a Mancinelli-Postiglione (Audi R8 LMS), autori di una grande rimonta dalla 15^ posizione di partenza. Alle spalle dei portacolori di Audi Sport Italia si sono classificati  Perolini-Cecotto (Lamborghini Huracan), secondi della GT3 PRO-AM, con un ottimo stint del giovane pilota venezuelano concluso al secondo posto ed una sfortunata fase finale di gara che ha visto Perolini penalizzato da un contatto da parte di Hudspeth. L’equipaggio del team LP Racing ha preceduto la vettura gemella dell’Imperiale Racing di Llarena-Cazzaniga e le tre Ferrari 488 Evo di Mann S.-Vilander (AF Corse), dei vincitori di gara-1, Greco-Crestani (Easy Race) e di Lippi-Filippi (Ram Autoracing). Undicesimo assoluto e primo della GT3 AM si è classificato Erwin Zanotti al volante della Honda NSX GT3 della Nova Race.


GT4: E’ stato un week end fantastico per Mattia Di Giusto e Fabio Babini (Porsche Cayman). Dopo la vittoria in gara-1, i portacolori dell’Ebimotors si sono imposti anche in gara-2 ancora una volta davanti ai compagni di squadra De Castro-Arrigosi. Questi ultimi hanno disputato una bella gara, con Arrigosi che ha mantenuto sempre la leadership nel primo stint davanti a Di Giusto, ma nel finale il suo coequipier non è riuscito a contenere la rimonta di Babini, mentre in terza piazza hanno concluso Ferri-Gagliardini (Mercedes AMG GT4-Nova Race) davanti a Romani-Carboni (Porsche Cayman-Autorlando). Nella AM, invece, la vittoria è andata a Neri-Fascicolo (BMW M4 GT4-Ceccato Racing Team), terzi assoluti (foto), davanti a Magnoni-Di Fabio (Mercedes AMG GT4-Nova Race) e ai vincitori di gara-1, Cerati-Ghezzi (Porsche Cayman-Autorlando). La classifica generale vede al comando a pari punti (32) Neri,Fascicolo, Cerati e Ghezzi.

GT CUP: Assegnata nel post gara la vittoria della classe GT Cup che in pista aveva visto la vittoria di Pijl-Vairani (Lamborghjini Huracan ST). L’equipaggio del Bonaldi Motorsport, infatti, dopo una gara tutta in rimonta, è stato penalizzato per cambio pilota irregolare retrocedendo al settimo posto, lasciando il gradino più alto del podio a Francesca Linossi e Daniel Vebster (foto) con la Ferrari 488 Challenge. L’equipaggio Easy Race ha preceduto le due Lamborghini Huracan ST di Dioniso-Barri (Team Italy) e di Pegoraro-Mugelli (Best Lap), mentre ai piedi del podio ha chiuso Alessandro Giardelli con la Porsche GT3 Cup del Dinamic Motorsport. Al quinto posto si sono classificati Demarchi-Risitano (Ferrari 488 Challenge-SR&R) davanti a Tempesta-Iacone, messisi in evidenza per il primo posto di classe del pilota abruzzese nel primo stint.

Il prossimo appuntamento del Campionato Italiano Gran Turismo sarà a Pergusa dal 21 al 23 maggio per la prima prova della serie Endurance.

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker