CIP

CISP: Best Lap, a Misano Andrea Gagliardini e Gianluca Carboni al centesimo di secondo nei test pre campionato

Il pilota romano ed il compagno di colori viterbese chiudono la giornata di prove divisi da soli due centesimi. Solo pochi giri invece per Lorenzo Pegoraro e Dario Capitanio che comunque inseguono a stretto contatto nella classifica dei tempi.


Continua la marcia di avvicinamento verso l’appuntamento inaugurale del Campionato Italiano Sport Prototipi, di scena da domani nell’autodromo di Monza.

Nella giornata di ieri, Giacomo e Matteo Pollini sulla vettura della Giacomo Race, Davide Uboldi nei colori BF Motorsport e lo squadrone internazionale di Bad Wolves Racing Club, con Jesse Menczer, Ron Eckhardt, Stefano Attianese e Shahin Mobine sono stati tutti impegnati a Franciacorta.

La Best Lap è stata invece a Misano per una giornata di test con tutti i suoi quattro alfieri, Andrea Gagliardini, Gianluca Carboni, Lorenzo Pegoraro e Dario Capitanio.

Ed esattamente in quest’ordine il poker di piloti al volante delle Wolf GB08 Thunder della squadra di Maurizio Pitorri  ha concluso le sessioni cronometrate con il pilota romano autore del miglior tempo in 1’35.570, per soli due centesimi di vantaggio sul compagno di squadra viterbese.


Se Gagliardini e Carboni sono stati impegnati per circa 60 giri, più breve è stata la giornata per i più giovani Pegoraro e Capitanio, con il ternano a lungo impegnato nella sperimentazione di diverse soluzioni tecniche ed il romano attardato ai box dopo un contatto con una GT.

Proprio il confronto cronometrico con le Gran Turismo ha consegnato nuovi riferimenti nella collocazione prestazionale della nuova Wolf che già in questi primi km di test riesce a precedere nella classifica dei tempi la gran parte delle GT3 presenti in pista nella stessa giornata.

Le analisi di cronometraggio restituiscono poi un ulteriore riscontro interessante con il primato assoluto nel primo settore per Gagliardini e davanti finanche alle LMP3 ed alle Lamborghini di Supertrofeo, vetture da 620 CV di potenza. Le doti dinamiche della Thunder evidentemente ben si esprimono nella sequenza di curve e di veloci cambi di traiettorie.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker