CIVM

CIVM-MORANO: DOLCI RICORDI PER D’ANGELO

Dopo la vittoria di manche a Gubbio, il pilota della Scuderia Vesuvio proverà ad estendere la propria tradizione positiva sul Pollino, ove conta vittorie in A1600 e nell’intero gruppo E1, con tempi ancora di riferimento. 


L’ultimo atto recitato nel 2019 sul massiccio montuoso più alto della Calabria, lo aveva visto ergersi a quota record con la Clio duemila impiegata con successo in quella stagione, resa per lui trionfale dalla conquista del titolo italiano di raggruppamento E1-Italia. 

A 122 esatti di media e dopo 3.23.93 il pilota di Roccadaspide attraversava le fotocellule di Campotenese, portandosi verso la sua Campania non solo lo scettro di classe 2000, ma quello piu’ insidioso e prestigioso dell’intera divisione E1-Italia. 

Questa vittoria di due anni fa risultava l’eco di quella già centrata tempo prima in A1600, a testimonianza di quanto D’Angelo ben assimili la prima delle due gare calabre del Tricolore della Montagna 2021. 

Gubbio, col bel successo di gara-2, ha detto già qualcosa di importante sulle qualità di base della “Mangusta” della Kedda Racing e sulla sintonia in atto fra la compatta francese ed il pilota campano, ma non annulla le insidie di una concorrenza di classe e gruppo invariabilmente temibile e competitiva, in ogni appuntamento del Civm.


CIVM-MORANO: DOLCI RICORDI PER D’ANGELO

Dalla prima bandiera verde del sabato a quella epilogo della domenica insomma, ci sarà da affrontare ogni fase ed ogni transitorio, col piede inesorabilmente al fondo. 

La scorsa gara umbra aveva palesato per D’Angelo un performante setting di base della vettura, il valore assoluto dell’esplorazione e del confronto con l’acquisizione dati di bordo e l’efficacia della gomme AVON distribuite dall’AutoSport Sorrento, ritrovate per precisa volontà del pilota campano, intenzionato a vagliare da subito le soluzioni tecniche maggiormente funzionali alla quota prestazioni più alta e soprattutto celere da trovare. 

Se il 2021 consente ormai poche gare, il diktat è quindi una volta di più quello di provare ad affondare il colpo in questa parte residua della stagione, così da costruire un solido database da cui partire con coordinate più definite per il 2022. 

Nel frattempo D’Angelo cercherà di fare cassa con più punti possibile nel tandem di impegni calabrese, al termine del quale valuterà lo stato di avanzamento lavori e la possibilità di partecipare anche alla doppia trasferta sicula del Civm, o in subordine a quella di Pedavena. 

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker