Home » Salita » CIVM: TRIPLO RODINO A SARNANO

CIVM: TRIPLO RODINO A SARNANO

A Sarnano, terza vittoria in sequenza per il pilota della New Generation Racing in Rs 1600 Plus e podio basso per il compagno di team Angelo Mercuri in VBC5, dopo una gara travagliata.

L’importante era arrivar su, senza far danni: fa specie sentire articolare queste parole, ad un sette volte campione italiano di velocità in salita, ma il periodo attraversato da Angelo Mercuri, non ha le tinte nitide dei giorni migliori, bensì quelle fosche dei periodi complicati.

Nel gruppo 5 del VBC la concorrenza non ritrae mai il piede dal gas e i dettagli sul mezzo o alla guida, costruiscono inesorabilmente una domenica da applausi. O da rimpianti. Il lametino si mantiene all’asse mediano come umore e valutazione complessiva della sua due giorni, comunque positiva, altresì confessa di non essere stato perfetto nei 9 km a salire verso Sassotetto, timoroso com’era che sulla macchina si materializzasse ancora qualche noia tecnica, simile a quelle che lo stanno tormentando recentemente. Una condizione mentale non certo ideale per essere implacabili da start a stop, perlopiù su una strada old style come quella marchigiana, non solo lunga ma dotata di un’ampia gamma di situazioni tecniche impegnative per il pilota. Pertanto, il terzo posto di classe con meno di tre decimi di gap al km, costituisce un viatico positivo per i prossimi impegni, in cui si capirà se il trend negativo di stagione, si sia finalmente esaurito.

Alle stesse latitudini, vento in poppa in classe RS1600 Plus per il compagno di team Gianluca Rodino, che agli scacchi di Sassotetto ha sferrato il terzo micidiale uppercut all’indirizzo dei rivali, messi negli specchietti in Sila e nella doppia sfida tricolore di Morano e Sarnano. Il feeling con la Peugeot 106 allestita da Raffaele Quaranta è totale e soprattutto la fluidità con cui arrivano le vittorie e i tempi risulta tanto convincente e rassicurante, da indurre il veterano catanzarese a continuare nel suo percorso nel Civm, per il resto della stagione. Le prestazioni e i titoli già contati in passato con la stessa compatta francese, ma in altre classi, trovano oggi la loro migliore espressione, consentendo a Rodino di abbattere il precedente record alle fotocellule di Sassotetto, con un proprio primato di classe dal margine anche superiore, a quello già ampio intravisto alla vigilia.

Lo sguardo degli uomini NGR è ora rivolto alla bella cronoscalata di Cellara del 12 agosto, nel cosentino, nella quale non mancherà un nutrito contingente di soci allo start, come da clichè per le gare in salita Made In Calabria.

Francesco Romeo
as New Generation Racing

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

Romba il 53esimo Trofeo Luigi Fagioli, Magliona e le Osella alla ribalta

Domenica alle 9.00 il via a Gubbio della prova umbra del Campionato Italiano Velocità Montagna. ...