CIVSA

CIVSA | Trofeo Scarfiotti Storico secondo round del Tricolore Salita Auto Storiche

Il Ad una settimana di distanza i big del campionato Italiano si ritrovano sui monti Sibillini per un’altra gara in salita unica arricchita dalla diretta web e TV


Dal 21 al 23 maggio il 13° Trofeo Storico Lodovico Scarfiotti è secondo round di Campionato Italiano Velocità Salita Auto Storiche. La gara su Monti Sibillini, ad una settimana dall’apertura della serie Tricolore ACI Sport ritrova tutti i big annunciati dei 5 Raggruppamenti.

Gli organizzatori del Gruppo Sportivo Automobile Club Macerata, contano come sempre sul dialogo collaborativo e concreto con tutte le istituzioni regionali, provinciali e quelle del Comune di Sarnano, che ben conoscono la capacità promozionale dell’evento sportivo, che in questo momento è proteso verso un atteso ed indispensabile rilancio dell’intero territorio.

Il già affascinante tracciato ora allungato a 9.977 metri che dalle porte della termale Sarnano si arrampica fino alla vetta del Sassotetto, lungo una pendenza media del 7,92% coprendo un dislivello di 783 metri, è considerato tra i più impegnativi e belli, tanto che i numeri dei partecipanti hanno superato quota 220.

Il week end si vivrà nel pieno rispetto delle vigenti normative sanitarie ed anti covid, per cui l’intero evento sarà, purtroppo, in assenza di pubblico ed entrerà nel vivo venerdì 21 maggio con le operazioni preliminari che si svolgeranno dalle 12.30 alle 19.30 , 8 – 10.30 sabato. Le ricognizioni scatteranno alle 14.30 e si svolgeranno su 2 manche. La gara si svolgerà domenica 23 maggio dalle 9, ora di partenza del Campionato Italiano Velocità Salita Autostorich. Tutta la gara live in streaming e sulla pagina facebook del Campionato italiano velocità Montagna, la differita in onda su ACI Sport TV (228 Sky).


Tutti presenti i big che già alla Scarperia – Giogo si sono messi in evidenza per la rincorsa la vertice dei 5 raggruppamenti. Filippo Caliceti arriva nella Marche dopo la vittoria in Toscana e rilancia la sfida sull’Osella PA 9/90 BMW, con cui l’alfiere Bologna Squadra Corse si è portato davanti a tutti nel 4° Raggruppamento. Pronto al contrattacco Salvatore Totò Riolo, che cercherà riscatto al volante della Stenger BMW, con cui il portacolori CST Sport è reduce da un 2° posto dopo la foratura al Giogo. Mario Massaglia, Walter Marelli, Piero Lottini e Roberto Turriziani sono tutti piloti candidati alle parte alte della classifica sulle Osella. Sarà il fiorentino Stefano Peroni sulla Martini Mk32 BMW a cercare la rimonta in 5° Raggruppamento dopo il testacoda che ne ha rallentato il ritmo al Giogo, ma la presenza del lucano Antonio Lavieri su Ralt RT32, alfiere valdelsa Classic, come l’abruzzese Daniele Di Fazio su Dallara F389, a cui si aggiunge il padron di casa Antonio Angiolani su March 783 F3.

Anche Giuliano Peroni senior partirà per recuperare in 3° Raggruppamento al volante dell’Osella PA 8/9 BMW, dopo il passo falso con testacoda al Mugello. Il reggiano Giuseppe Gallusi ora deve difendere la leadership cn la Porsche 911 che si adatterà bene al guidato tracciato marchigiano, ma a cercare punti preziosi ed una posizione di vertice saranno anche il siciliano Salvatore Asta sulla versione silhouette della BMW 2002, a cui si aggiunge la new entry Erwin Morandell su Fiat X1/9 sempre Silhouette, mentre il trapanese Vincenzo Serse difenderà la vetta di classe con la Fiat 127.

Dopo il deciso successo inaugurale il palermitano Natale Mannino è in testa al 2° Raggruppamento e la ‘punta’ RO Racing mirerà al raddoppio sul tracciato a lui congeniale dove potrà ben esprimersi sulla Porsche Carrera RS del Team Guagliardo. Sarà duello sicuro con l’audace modenese campione in carica Giuliano Palmieri anche lui sulla Carrera di Stoccarda che ben conosce, curata dal Team Balletti. Tra i due un sempre pungente emiliano Idelbrando Motti anche lui su Porsche. Tra le auto turismo sarà sotto i riflettori sul lungo ed impegnativo percorso l’Alfa GTAM del lombardo Ruggero Riva, come anche la NSU TT dell’abruzzese Giuseppe Di Fazio. Alternante il rapporto del fiorentino Tiberio Nocentini con il Trofeo Scarfiotti, per lui gioie e dolori al volante della ritrovata Chevron B19 Cosworth con cui si è portato al comando del 1° Raggruppamento nella gara di casa. Occorre risalire da zero per Angelo De Angelis, il ternano Campione in carica che su Nerus Silhouette non ha preso il via a Scarperia, ma è a suo agio sul tracciato sibillino, dove tra sportscar di grande valore storico visono l’Alfa Romeo 6C 2300 dell’altoatesino Georg Prugger e Fiat 1100 Ala D’Oro di Tonino Camilli, al Lancia Fulvia F&M Barchetta di Giorgio Taglietti e la scattante NSU Brixner Spyder dell’esperto abruzzese Antonio Di Fazio. Matteo Lupi Grassi cercherà punti sulla Austin Healy Sprite, mentre per le GT Sergio Davoli su Porsche tra i protagonisti annunciati, mentre il pesarese Alessandro Rinolfi userà tutta l’agilità delal Morris Mini Cooper per salire sempre più in vetta dopo l’ottimo 2° posto toscano.

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker