Home » Salita » CONCLUSA LA STAGIONE 2016 DI PARIDE MACARIO, CHE CONQUISTA IL SECONDO POSTO FRA LE MONOPOSTO FORMULA NEL CAMPIONATO EUROPEO E SALUTA LA SCUDERIA SPEED MOTOR

CONCLUSA LA STAGIONE 2016 DI PARIDE MACARIO, CHE CONQUISTA IL SECONDO POSTO FRA LE MONOPOSTO FORMULA NEL CAMPIONATO EUROPEO E SALUTA LA SCUDERIA SPEED MOTOR

Con il nuovo secondo posto in E2-SS al Fia Hill Climb Masters di Sternberk, in Repubblica Ceca, si è conclusa la stagione agonistica 2016 di Paride Macario.

Il 27enne pilota di Pian Camuno, portacolori della scuderia Speed Motor di Gubbio al volante della Osella Fa 30 (unica eccezione: la Norma M20 Fc con la quale ha gareggiato a Bistrica) preparata da Team Faggioli e gommata Pirelli, bagna la sua prima esperienza nel campionato europeo della montagna con un risultato davvero eccellente: la piazza d’onore nella classifica finale delle monoposto formula dietro al campione Christian Merli, anche lui su Osella Fa 30 e il quarto assoluto nella graduatoria generale.

Podio quasi fisso in ogni appuntamento e anche qualche soddisfazione: “A Dobsina, in Slovacchia – ricorda Macario – ho vissuto la giornata più bella di un’annata comunque ricca di soddisfazioni, perché in gara 2 sono stato addirittura il più veloce di tutti, precedendo Simone Faggioli di 2 millesimi. Poi mi sono classificato secondo assoluto dietro di lui e primo nella E2-SS. Per il resto, mi sono costantemente mantenuto alle spalle di questi due grandi campioni della specialità, avvicinandoli a volte anche con i tempi e quindi non posso che essere soddisfatto, considerando per giunta il fatto che ero un esordiente nella kermesse continentale. Non solo: a parte quello di Ascoli Piceno, gli altri tracciati erano per me tutti nuovi”. E all’indomani di Sternberk, l’anticipazione relativa al 2017: il passaggio a un’altra scuderia. “Il prossimo anno correrò con i colori della Brescia Rally – dichiara Macario – che mi ha offerto una interessante opportunità, ma mi porterò sempre appresso la bella esperienza vissuta con la Speed Motor dall’agosto del 2014 a oggi. Una parentesi che è stata fondamentale per la mia crescita e con un team che non mi ha fatto mancare nulla. Sono pertanto grato a Tiziano Brunetti e ai compagni di scuderia, con i quali mi sono trovato benissimo e auguro alla Speed Motor di proseguire sulla scia di successi intrapresa da oramai qualche anno”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

Christian Merli in gara a Verzegnis

Una settimana prima del 5° appuntamento del Campionato Europeo a Ecce Homo Sternberk nella Repubblica ...